Spicchiricchi

Bologna

Via Galliera 22/B, 40121 Bologna, Italia


 




Spicchiricchi chiusura: prezzi: tripadvisor: orari: prezzi:
Spicchiricchi 28 giugno: - gazpacho (veg) - farro o cous cous verdure al forno o spaghetti zucchine e carote (veg) - farinata di ceci con verdura o torta salata (veg) - hummus di ceci con crostini di pane e insalata fai da te (veg) - medaglioni di verdura con insalata fai da te (veg) - macedonia con o senza yogurt a scelta saluti Gabriele Materia prima del giono: melone che trovate negli estratti a richiesta e nella macedonia di frutta Il melone, frutto dalle propriet\à diuretiche, \è il prodotto della pianta Cucumis melo, appartenente alla famiglia delle Cucurbitaceae Le sue origini non sono del tutto certe ma si presume che sia originario dell\’Asia. L\’Asia \è attualmente il paese maggior produttore di meloni al mondo. La pianta del melone non si sviluppa in modo verticale ma \è caratterizzata da un fusto strisciante che richiama un po\’ quello della zucca. Per quanto riguarda l\’introduzione del melone in Italia, essa risale quasi sicuramente all\’era cristiana. A tal proposito vi sono testimonianze di alcuni dipinti ritrovati ad Ercolano. L\’Europa rappresenta il secondo produttore a livello mondiale dopo l\’Asia. L\’Italia, insieme a Spagna e Francia, \è uno dei principali paesi europei nella produzione di questo prelibato frutto. Melone: Propriet\à e Benefici Radicali Liberi La presenza di vitamina A, vitamina C ed altri composti antiossidanti \è in grado di contrastare l\’attivit\à nociva dei radicali liberi. Circolazione Sanguigna La buona percentuale di potassio presente nella sua polpa ha effetti benefici sulla circolazione e sulla pressione arteriosa. La circolazione sanguigna trae benefici anche da un\’altra sostanza contenuta nel melone, l\’adenosina. Questo composto sembra impedire la formazione di coaguli nel sangue. Svolge cos\ì un\’azione preventiva nei confronti di ictus, angina pectoris, infarto. Protegge la Vista Grazie alla presenza di vitamina A ed alle sue propriet\à, l\’assunzione di melone contribuisce a mantenere gli occhi in salute. La vitamina A ha una funzione preventiva nei confronti della degenerazione maculare, una patologia tipica dell\’et\à avanzata. Aiuto per Dimagrire Il melone pu\ò essere un valido aiuto per dimagrire. L\’alta percentuale d\’acqua unita alla presenza di fibre alimentari, fa si che dopo aver mangiato il melone, si manifesti un senso di saziet\à. Questo fa diminuire l\’appetito in modo significativo. Depurativo Fornisce all\’organismo vitamine e minerali, grazie a questi composti contribuisce alla sua depurazione eliminando le impurit\à. Vermi Intestinali I semi dei meloni frantumati e mangiati crudi, sono utili per eliminare i vermi intestinali. Sistema Nervoso La presenza di vitamina B6 conferisce al melone propriet\à utili al funzionamento del sistema nervoso. \È utile in particolar modo per quanto riguarda i disturbi del sonno. Pelle Secca In caso di pelle secca con la polpa del melone maturo si pu\ò preparare una maschera di bellezza. Questa aiuta ad idratare la pelle in modo da prevenirne la secchezza e le rughe. Altre Propriet\à La presenza di betacarotene nel melone stimola l\’organismo alla produzione di melanina, il pigmento principale della nostra pelle. La vitamina B svolge un ruolo attivo nei confronti degli stati depressivi. Anche le ossa traggono benefici dall\’assunzione del melone. L\’abbondanza di fosforo e di calcio infatti svolgono un\’attivit\à protettiva nei confronti dell\’osteoporosi. Le variet\à di Melone Frutto tipico dei periodi estivi, lo si pu\ò trovare in vendita in modo naturale nel periodo che va da maggio a settembre. Il melone estivo si divide in 2 categorie: il retato, caratterizzato appunto da una buccia pervasa da un intreccio di linee in rilievo e da una polpa giallo intenso e particolarmente profumata e gustosa. il cantalupo che, a differenza del retato, ha la buccia liscia e la polpa leggermente pi\ù chiara. In contrapposizione al melone estivo troviamo quello invernale che deve appunto il suo nome al periodo in cui giunge a maturazione, Dicembre. La polpa di questa variet\à \è piuttosto biancastra. \È un alimento che, grazie alla presenza di beta-carotene, si rivela utile per l\’abbronzatura. Il beta-carotene infatti stimola la produzione di melanina, la sostanza che conferisce alla pelle il tipico colore scuro dell\’abbronzatura. Calorie 100 grammi di polpa fresca di melone hanno un apporto calorico di 34 calorie. Curiosit\à Il melone pi\ù profumato e gustoso \è l\’esemplare maschio. Questo solitamente si contraddistingue per un punto nero visibile nella parte opposta rispetto al suo picciolo. Il melone pu\ò essere conservato in frigorifero per 3\/4 giorni. Bisogna fare attenzione a separarlo dagli altri alimenti in quanto il suo forte profumo potrebbe essere assorbito da quest\’ultimi. Due o tre fette di melone sono in grado di fornire il completo fabbisogno giornaliero di vitamina A e C per il nostro organismo. Grazie al suo contenuto di fibre alimentari, vitamine ed al suo basso apporto calorico, il melone riempe lo stomaco senza appesantirlo I meloni cantalupo devono il loro nome all\’omonimo paese del Lazio in cui sembra esso fu introdotto nel XV secolo da missionari provenienti dall\’Asia. Forse non sapevi che Il meloni invernali, se colti non ancora maturi, possono essere conservati per 4 o 5 mesi fino alla loro maturazione. La formazione della maggior parte degli zuccheri si ha pochi giorni prima della maturazione. Nel caso il melone venga raccolto prima di tale periodo si avr\à sulla tavola un frutto dal gusto insipido e poco dolce. Il melone viene utilizzato anche in campo cosmetico per la preparazione di maschere di bellezza in grado di tonificare la pelle e renderla cos\ì pi\ù morbida. Probabilmente a causa della presenza di numerosi semi, questo frutto, nell\’antichit\à, era considerato un simbolo di fecondit\à e prosperit\à. Stando agli scritti di Plinio pare che l\’imperatore romano Tiberio fosse particolarmente goloso di questo succulento frutto.
Spicchiricchi email: indirizzo: recensioni: aperto: orari:
Offerta Spicchiricchi 27 giugno: - crema di zucchine e menta (veg) - farro o bulgur verdure al forno o pomodoro crudo e basilico (veg) - farinata di ceci con verdura o torta salata (veg) - crostini alla crema di melanzane con insalata fai da te (veg) - polpettine di verdura con insalata fai da te (veg) - rustica di frutta (veg) - mousse ricotta e fragole saluti Gabriele Materia prima del giorno: melanzana che trovate nella crema da mettere sui crostini di pane La pianta della melanzana, nome scientifico Solanum Melongena, appartiene alla famiglia delle Solanaceae ed \è originaria dell\’India dove cresceva spontanea gi\à pi\ù di 4.000 anni fa. La melanzana cominci\ò a diffondersi in Italia intorno al 400 d.C. ad opera degli arabi. Ad oggi l\’Italia rappresenta uno dei maggiori paesi europei esportatore di tale ortaggio. La melanzana \è un ortaggio tipicamente estivo, infatti, al di sotto dei 12\°, la pianta smette di crescere. \È un ortaggio che non pu\ò essere consumato crudo. Oltre ad avere un gusto non proprio gradevole infatti, contiene una sostanza tossica il cui nome \è solanina. Molte sono le variet\à esistenti di questo ortaggio, che, oltre al colore si differenziano per la forma, ovale, tonda e bislunga. Melanzana: Propriet\à e Benefici Depurativa e ricostituente Per il suo alto contenuto di acqua, la melanzana \è considerata innanzitutto depurativa dell\’organismo. \È quindi consigliata nei casi di gotta, arteriosclerosi e problemi di infiammazione alle vie urinarie. La buona presenza di potassio e di altri minerali le conferisce poi propriet\à rimineralizzanti e ricostituenti. Riduce il Colesterolo Le melanzane contengono inoltre alcune sostanze amare, presenti anche nelle foglie dei carciofi. Queste contribuiscono a stimolare la produzione di bile e, insieme alla fibra, contribuiscono ad abbassare il tasso di colesterolo cattivo LDL. Questa propriet\à delle melanzane \è stata confermata da alcuni studi condotti presso l\’Istituto di Biologia dell\’Universit\à di San Paolo in Brasile. Essendo un ortaggio molto povero di calorie e ricco di fibre, la melanzana \è spesso inserita nelle diete dimagranti. Acido Clorogenico \È un composto di origine vegetale molto noto per le sue spiccate propriet\à antiossidanti. I ricercatori del Department of Agricultural Research Service hanno evidenziato che l\’acido clorogenico \è il principale composto antiossidante presente nella melanzana. La sua attivit\à contribuisce alla riduzione del tasso di colesterolo nel sangue e contrasta l\’attivit\à dei radicali liberi. Blandamente Lassativa Ha anche propriet\à lassative, anche se non molto marcate, ed \è quindi utile in casi di stitichezza. Non Contiene Glutine La melanzana non contiene glutine e pu\ò quindi essere consumata dalle persone interessate dal morbo celiaco. Propriet\à Digestive Come gran parte delle verdure ha un buon contenuto di fibra alimentare. La fibra promuove un regolare transito intestinale degli alimenti e facilita il processo digestivo. La fibra stimola inoltre la produzione di succhi gastrici che facilitano l\’assorbimento delle sostanze nutritive a livello intestinale. Utile per Dimagrire Contengono pochissimi grassi e zero colesterolo. L\’abbondanza di fibra invece contribuisce ad aumentare il senso di saziet\à e rende questo alimento idoneo per tutti coloro che sono intenzionati a perdere peso. Salute delle Ossa La melanzana contiene alcuni composti fenolici le cui propriet\à sono state collegate con una riduzione dei sintomi dell\’osteoporosi e ad una maggiore densit\à ossea. A questo si aggiunge il buon contenuto di ferro e calcio che sono essenziali per la salute ossea. Anemia L\’anemia \è una patologia che si manifesta a causa della carenza di ferro, i sintomi sono mal di testa, depressione e debolezza. La melanzana contiene ferro ed anche una buona quantit\à di rame, un\’altra sostanza utile alla formazione dei globuli rossi. Fa Bene al Cervello I fitonutrienti, presenti anche nella melanzana, sono da tempo noti per le loro propriet\à benefiche nei confronti della funzione cognitiva. Queste sostanze contrastano l\’attivit\à nociva dei radicali liberi e migliorano anche l\’afflusso di sangue al cervello. Come conseguenza si hanno benefici per la memoria e la funzione cerebrale. Gravidanza L\’acido folico protegge i nascituri in grembo alle future mamme dai difetti al tubo neurale. Per questo motivo \è consigliabile che le donne in dolce attesa aumentino lo loro assunzione di acido folico e le melanzane sono un ottimo alimento per farlo. Le Variet\à di Melanzana Fra le variet\à di melanzana pi\ù conosciute e consumate in Italia citiamo: la violetta di Firenze, una melanzana con forma rotondeggiante, la violetta di Napoli, con una forma pi\ù allungata e dal sapore pi\ù deciso. Troviamo poi la Larga Morada, dal colore pi\ù chiaro con strisce violacee e con un gusto molto delicato. La gigante di New York, viola ed enorme ed infine la violetta lunga palermitana dal colore viola scuro e dalla forma allungata. Solitamente le melanzane si distinguono per la forma che oltre ad essere rotonda pu\ò avere forma allungata ed ovale. Calorie Ha un potere calorico molto basso, 100 gr di parte edibile hanno una resa di sole 24 calorie. Curiosit\à La melanzana, una volta acquistata, si pu\ò conservare in frigorifero per circa una settimana. Meglio non togliere il picciolo che contribuisce a mantenere pi\ù a lungo la freschezza. Se sbollentate in acqua possono anche essere conservate nel congelatore a fette. Prima di cucinarle, per togliere loro l\’amaro e spurgarle, vanno tagliate a fette e poi ricoperte con sale grosso per almeno due ore. La melanzana non presenta controindicazioni, solo in caso di ipertensione \è bene averne un consumo moderato. La melanzana \è un ortaggio tipico delle zone temperate. La sua semina \è prevista mediamente nel mese di marzo e giunge a maturazione nei mesi estivi, agosto in particolare. Assorbe i Grassi Una cosa di cui dobbiamo tener conto, se vogliamo approfittare delle propriet\à e dei benefici della melanzana, \è quella di non eccedere con i condimenti. In particolar modo non bisogna eccedere con l\’olio. La melanzana infatti ha tra le sue caratteristiche quella di assorbire in modo particolare i grassi. Chi vuole perdere peso deve quindi evitare di friggere questi delizioso ortaggio. L\’assorbimento di olio infatti sarebbe fortemente controproducente sotto questo aspetto. La melanzana \è un ortaggio molto versatile e pu\ò quindi essere cucinata in svariati modi. Fritta con impanatura, al vapore, al forno, alla griglia, in pentola a pressione. Pu\ò anche essere impiegata in sughi per la pasta e conservata sott\’olio. Il piatto forse pi\ù famoso in cui si utilizza questo ortaggio \è quello delle melanzane alla parmigiana. A causa del suo alto contenuto di potassio, l\’assunzione di melanzana \è consigliata nel mesi estivi dove l\’alta sudorazione favorisce la perdita di sali minerali.
Spicchiricchi aperto: email: orari: prezzi: prezzi:
Offerta Spicchiricchi 26 giugno : - crema cruda di pomodoro (gazpacho ) (veg ) - farro verdure al forno o sugo di melanzane (veg ) - farinata di ceci con verdure (veg) - crostini con salse e insalata fai da te (veg) - hummus di piselli e insalata fai da te (veg) - mousse ricotta e fragole - macedonia con o senza yogurt Saluti Gabriele Materia prima del giorno: i piselli che trovate nel hummus fatto alla nostra maniera con zenzero e senza aglio..... Piselli: Propriet\à e Benefici La pianta dei piselli, nome scientifico Pisum Sativum, \è una pianta annuale appartenente alla famiglia delle Fabacee. Le sue origini non sono certe, si presume che provenga dall\’India e la sua coltivazione risale a ben 5.000 anni fa. I piselli sono legumi dal gusto gradevole e dolce. Questo a causa dell\’abbondante presenza di zuccheri che per\ò, dopo l\’essiccazione si perdono anzich\é concentrarsi. I piselli sono coltivati in tutto il mondo ed in particolar modo nei paesi asiatici. Le variet\à pi\ù conosciute sono: i piselli nani (Telefono nano, Meraviglia d\’Italia, Gloria di Quimper), mezza rama (Lincoln, Rondo), rampicanti (Telefono, San Cristoforo, Serpetta Verde, Lavagna) e i mangiatutto (Gigante svizzero). La raccolta per consumo fresco, a seconda della variet\à, avviene da aprile\/maggio fino alla fine di giugno. Meteorismo I piselli, come le fave, sono legumi il cui consumo pi\ù si adatta a quei soggetti affetti da problemi di meteorismo e di colite e che non possono quindi consumare fagioli e ceci. Anti Coagulanti L\’acido folico e la vitamina B6 invece apportano benefici all\’apparato cardiovascolare mantenendo quindi in salute cuore e vasi sanguigni. Il consumo regolare di questi legumi aiuta a prevenire la formazione di coaguli di sangue nelle arterie allontanando il rischio di malattie cardiocircolatorie. Colesterolo Studi recenti hanno dimostrato che il consumo di piselli aiuta a tenere bassi i livelli di colesterolo cattivo LDL nel sangue. Contribuisce inoltre a tenere sotto controllo la glicemia. La clorofilla stimola l\’organismo nella produzione di globuli rossi ed apporta benefici al sistema immunitario. Glicemia Questi legumi si dimostrano molto interessanti per le persone che soffrono di diabete. Sono quindi utili a chi ha la necessit\à di tenere sotto controllo i livelli di zuccheri nel sangue. I piselli mantengono costanti i livelli di zuccheri nel sangue, evitando cos\ì a chi soffre di diabete, di essere troppo dipendente dall\’insulina. Cosa che non capita con altri cibi che determinano un improvviso aumento della glicemia, obbligando cos\ì l\’organismo a bruciare una grande quantit\à di zuccheri. Tra i costituenti in possesso di questa propriet\à troviamo la vitamina C, il magnesio ed il calcio, le fibre solubili, la genisteina, la lecitina, l\’acido malico, l\’acido oleico e l\’acido linoleico. Propriet\à Saziante Allo stesso tempo i piselli, rilasciano lentamente gli zuccheri nel sangue e mantengono il senso di saziet\à pi\ù a lungo. Sono cos\ì un alimento ideale anche per chi vuole perdere qualche chilo di troppo. Ideale per Bambini ed Anziani La buona quantit\à di magnesio, necessario alla sintesi delle proteine, li rende un alimento ideale per i bambini e gli anziani. Propriet\à Digestive Sono anche una buona fonte di fibre insolubili. Per questo motivo il loro consumo favorisce il transito intestinale e la digestione, favorisce l\’espulsione delle feci e previene quindi la stipsi. La fibra solubile invece si combina con l\’acqua e forma una sorta di gel che riduce l\’assorbimento di colesterolo LDL e grassi da parte del sangue. Sistema Nervoso Le vitamine del gruppo B, B1 e B3 in particolare, apportano benefici al sistema nervoso garantendone il corretto funzionamento mentre. La buona disponibilit\à di folati che una volta nel corpo verranno convertiti in vitamina B9, previene la depressione ed il cattivo umore. Donne in Gravidanza La presenza dei folati rende i piselli un alimento utile anche per le donne in gravidanza. I folati infatti prevengono malformazioni del tubo neurale nei bambini che devono nascere. I piselli sono anche raccomandati in allattamento in quanto contengono minerali, proteine e vitamine. Questi composti sono necessari al corretto sviluppo dei bambini. Antitumorali Uno studio condotto di recente a Citt\à del Messico sostiene che la presenza di un determinato polifenolo, il coumestrolo, ha effetti preventivi nei confronti del tumore allo stomaco. A tal scopo \è necessario assumere almeno 2 milligrammi di questo polifenolo al giorno. Radicali Liberi Sono un alimento che contiene una buona quantit\à di sostanze con propriet\à antiossidanti ed antinfiammatorie. Contengono infatti flavonoidi, carotenoidi come il beta-carotene, polifenoli, vitamina C ed E ed una buona quantit\à di zinco. L\’attivit\à di questi composti funziona da spazzino nei confronti dei radicali liberi con benefici preventivi nei confronti dei tumori e delle malattie degenerative. Recenti studi hanno dimostrato che i piselli sono anche una buona fonte di acidi grassi omega 3 nella forma di acido alfa-linoleico. Curiosit\à Nel Medioevo, in Inghilterra, erano l\’elemento base nella dieta dei ceti poveri. All\’epoca addirittura, agricoltori ed operai venivano pagati in parte con piselli secchi. Alcuni fanno risalire l\’origine del pisello alla Mesopotamia nel 3.000 a.C. . Per conservarli nel congelatore si consiglia, dopo averli sgranati, di bollirli per un minuto, raffreddarli e congelarli. Nel caso non li si volesse sbollentare si possono congelare all\’istante per poi bollirli 5 minuti prima di consumarli. Una nuova scoperta, tutt\’ora allo studio, sostiene che hanno propriet\à benefiche nei confronti della nostra pelle. Sembra infatti che alcune sostanze presenti nei piselli verdi influiscano sulla veloce cicatrizzazione delle ferite eliminandone addirittura i segni sulla pelle. \È infatti allo studio una specie di crema a base di uno speciale polimero. Questa sarebbe da applicare sulla ferita per una veloce cicatrizzazione senza lasciare segni. Forse non Sapevi Che Grazie al buon contenuto di fibre, i piselli si rivelano un ottimo alimento da inserire nelle diete dimagranti. I carboidrati e le proteine forniscono invece energia che viene utilizzata dal corpo in modo graduale. Cina India e Russia sono tra i maggiori paesi produttori di piselli a livello mondiale. Il primato per\ò spetta al Canada con i suoi 3 milioni di tonnellate annue. Secondo le pi\ù recenti stime solo il 5 \% della produzione mondiale di piselli viene venduta fresca. Il resto viene venduto congelato o in scatola.
Spicchiricchi orari: aperto: prezzi: email: telefono:
Offerta Spicchiricchi 23 giugno: - crema di verdure e ceci (veg) - farro o orzo verdure al forno o asparagi (veg) - farinata di ceci con verdure o torta salata (veg) - gazpacho con crostini (veg) - tortini di verdura con insalata fai da te (veg) - mousse ricotta e fragole saluti Gabriele Materia prima del giorno: i ravanelli che potete mettere nell'insalata fai da te I ravanelli, nome scientifico Raphanus sativus, sono conosciuti anche col nome di rapanelli. La pianta \è un\’ erbacea appartenente alla famiglia delle Crocifere originaria dell\’Asia. Il suo ciclo vegetativo \è molto breve tanto che i suoi piccoli fiori sbocciano gi\à 3 mesi dopo la semina. In seguito danno origine ai frutti dal caratteristico colore rosso scuro. Il ravanello viene coltivato in tutte le zone d\’Italia. Grazie alle colture in serra e dall\’importazione da paesi esteri, lo troviamo sulle nostre tavole in tutti i periodi dell\’anno. La sua disponibilit\à in natura corrisponde al periodo primaverile estivo. Aprile e luglio sono i mesi migliori per la sua raccolta. I ravanelli, gi\à conosciuti all\’epoca dell\’impero romano, erano impiegati per favorire il sonno. Questo grazie alla presenza della vitamina B e delle sue propriet\à tranquillanti. Depurativo Sono ormai molto note le propriet\à depurative e diuretiche dei ravanelli ma non solo. \È stata dimostrata anche la sua efficacia come alimento calmante della tosse. Apparato Urinario Le sue propriet\à diuretiche aumentano la produzione di urina. Allo stesso tempo contribuiscono a lenire la sensazione di bruciore durante la minzione e l\’infiammazione dell\’apparato urinario. Benefici al Fegato In caso di problemi al fegato si consiglia di assumere una tazzina del suo succo prima di qualsiasi pasto. Ittero Hanno propriet\à disintossicanti che li rendono utili per la salute dello stomaco e del fegato in quanto facilitano l\’eliminazione delle tossine. La loro assunzione facilita l\’eliminazione della bilirubina ed \è quindi consigliata per il trattamento dell\’ittero. Problemi Respiratori Il ravanello, grazie alle sue vitamine e le sue propriet\à disinfettanti, pu\ò essere utilizzato come aiuto naturale nella cura di diverse patologie come l\’asma, le affezioni polmonari in generale e l\’inappetenza. Perdita di Peso I ravanelli hanno una buona quantit\à di fibre alimentari ed un basso indice glicemico. Hanno un buone propriet\à sazianti e allo stesso tempo un basso apporto calorico. Queste propriet\à li rendono ideali per chi vuole perdere qualche chilogrammo di troppo. Punture d\’Insetto Hanno propriet\à anti pruriginose che possono essere utili in caso di punture d\’insetti. Il caso di puntura d\’ape si pu\ò utilizzare il succo di ravanelli per lenire il dolore. La Semina dei Ravanelli Il periodo giusto per la semina dei ravanelli all\’aperto va da aprile fino a luglio. Se si decide invece di seminarli nei primi mesi dell\’anno, la semina va fatta in un ambiente riparato. Durante la crescita si consiglia di estirpare le piantine pi\ù deboli per permettere alle altre di crescere pi\ù rigogliose e produrre cos\ì ravanelli di qualit\à. La pianta del ravanello teme solo due cose: la siccit\à e le alte temperature. Questo il motivo per cui si consiglia di irrigare frequentemente le piantine di ravanello. Calorie Molto basse le calorie per quanto riguarda il ravanello, 100 g. di parte edibile ne hanno solamente 16. Curiosit\à In Giappone si coltiva una variet\à di ravanello, denominata Daikon. Questo pu\ò raggiungere il peso di 4 chilogrammi e la lunghezza di un metro. Pare che gi\à nell\’epoca dell\’antico Egitto, questi ortaggi venivano consumati crudi insieme a gustosi spicchi d\’aglio. Nella composizione di insalate \è possibile aggiungere anche le loro foglie, a patto naturalmente che siano ancora verdi e fresche. Quando si acquistano dei ravanelli \è bene prendere in considerazione le loro dimensioni e preferire quelli pi\ù piccoli. Quelli di maggiori dimensioni potrebbero risultare troppo legnosi da masticare. \È bene fare attenzione anche allo stato delle foglie, quelle non ancora appassite stanno ad indicare la freschezza del prodotto. Con le loro 16 calorie rappresentano una delle verdure meno caloriche in assoluto. Per accentuare la loro croccantezza si possono immergere un paio d\’ore in acqua fredda prima di consumarli. I ravanelli possono essere conservati in frigorifero avvolgendoli in un canovaccio umido riposto all\’interno di un sacchetto aperto. In questo modo possono essere conservati anche per una decina di giorni.
Spicchiricchi prezzi: prezzi: numero: orari: tripadvisor:
Offerta Spicchiricchi 22 giugno: - crema di carote (veg) - farro o cous cous verdure al forno o pomodoro crudo e basilico (veg) - farinata di ceci con verdure o pizza vegan - burger con insalata fai da te (veg) - hummus di ceci con crostini di pane e ins. fai da te (veg) - crumble di frutta (veg) saluti Gabriele Materia prima di oggi: le carote che trovate nella crema di verdura, nelle verdure al forno e negli estratti a richiesta La pianta della carota, appartenente alla famiglia delle Ombrellifere, viene coltivata soprattutto per le propriet\à della sua radice che ha un alto potere nutritivo e curativo. Dalla carota selvatica, pianta originaria del nostro continente, e comunissima nei prati e nei luoghi incolti, ne sono state ricavate numerose variet\à. Questo per modificarne le dimensioni la forma ed il colore della radice. Quest\’ultima \è chiamata anche fittone, che \è la parte utilizzata a scopi alimentari. Altro carattere su cui si \è intervenuti \è il tempo della maturazione. In base a questo si distinguono oggi variet\à di carote precoci, medie e tardive. Oggi le carote sono disponibili tutto l\’anno e ci\ò le rende ancora di pi\ù un ortaggio prezioso. Antitumorale La carota \è particolarmente ricca di caroteni e di vitamina A, 100 grammi di carote fresche contengono 8.280 mg di beta-carotene e 16.705 UI di vitamina A. Recenti studi sostengono che queste sostanze possono offrire protezione nei confronti di alcuni tipi di tumore: pelle, polmoni e cavit\à orale. La vitamina A inoltre aiuta il fegato a liberarsi delle tossine. Uno studio anglo-danese pubblicato sul Journal of Agricoltural and Food Chemistry consiglia \“Una carota al giorno per difendersi dai tumori\”. Le carote, infatti, risultano contenere un composto avente azione anti cancerogena, il falcarinolo. Questa sostanza sembra essere una sorta di pesticida naturale che la carota stessa per proteggere le sue radici da malattie fungine. Protegge le vie Respiratorie Il beta-carotene \è necessario per una sana crescita dei tessuti corporei e anche per la loro riparazione. Contribuisce alla protezione delle mucose presenti nei polmoni, nella bocca e nel naso, riducendo cos\ì il rischio di infezioni. Antiossidanti Il discreto contenuto di vitamina C da alla carote propriet\à antiossidanti che si rivelano utili nel rafforzamento del sistema immunitario e nel contrastare l\’attivit\à dei radicali liberi. Anche il beta-carotene ha comprovate propriet\à antiossidanti utili nella lotta ai radicali liberi. Colesterolo La carota contiene carotenoidi la cui attivit\à, insieme a quella delle fibre alimentari, contribuisce a ridurre i livelli di colesterolo cattivo LDL nel sangue. Questa propriet\à della carota si ripercuote positivamente sulla prevenzione di malattie come l\’arteriosclerosi, infarto ed ictus. Sedative, Diuretiche ed Anti Anemiche In minima quantit\à le carote contengono anche oli essenziali e composti azotati che conferiscono alle carote propriet\à blandamente sedative, diuretiche, rimineralizzanti ed anti anemiche. Protegge gli Occhi La carota, grazie alla vitamina A ed al beta-carotene, \è indicata per problemi agli occhi come la cataratta e altre malattie dell\’occhio, previene inoltre l\’invecchiamento e favorisce la visione crepuscolare. Protegge dall\’Ictus Uno studio condotto all\’Universit\à di Harvard ha rilevato che le persone che mangiavano pi\ù di sei carote a settimana avevano meno probabilit\à di sviluppare un ictus rispetto a chi ne mangiava solo una al mese o meno. Muscoli La vitamina E presente nelle carote contribuisce al buon funzionamento dell\’intero sistema muscolare. Ossa, Pelle e Capelli La carota contiene molti minerali ad ognuno di loro svolge importanti funzioni nel nostro organismo. Calcio, fosforo e magnesio sono essenziali per la salute delle nostra ossa, il fosforo mantiene in salute pelle, capelli e nervi mentre il magnesio agevola lo sviluppo mentale, la digestione dei grassi e la metabolizzazione degli altri minerali. Vermifuga La carota pu\ò rappresentare anche un valido rimedio peri vermi intestinali. Mezza tazza di carota grattugiata presa alla mattina a digiuno (evitare anche la colazione per almeno un\’ora) per cinque giorni consecutivi dovrebbe servire allo scopo. Scottature e Ferite Per uso esterno le carote possono essere usate anche per curare scottature, ferite ed altri problemi alla della pelle. Una maschera di bellezza preparata con polpa di carote invece pu\ò essere utile per ammorbidire la pelle del viso, eliminare le macchie cutanee i brufoli e le occhiaie. Altre Propriet\à Il succo di carota, se assunto quotidianamente, pu\ò migliorare la qualit\à del latte materno ed ha propriet\à antinfiammatorie. Ma la carota ha anche altre propriet\à, pu\ò aiutare a regolare la quantit\à di zucchero nel sangue e, grazie al contenuto di fibre, pu\ò portare benefici al colon contribuendo a mantenerlo in salute. La carota si rivela utile anche per la cura di altri disturbi come le malattie gengivali, insonnia, infiammazione ai reni, al fegato ed alla cistifellea, colite, ulcera e Morbo di Alzheimer. Le Carote in Tavola Ma qual \è il modo ideale per consumare la carota? Siamo soliti pensare che le verdure vanno consumate crude, pena la perdita dell\’efficacia di molte sostanze e dei loro benefici, tra cui le vitamine. Tutto questo \è esatto, soprattutto per quanto riguarda la vitamina C che con il calore si distrugge facilmente. Ma \è qua che le carote riservano qualche sorpresa. Infatti il beta-carotene sopporta il calore e una breve cottura non \è in grado di distruggerlo, anzi ne favorisce l\’assimilazione, in quanto, divenendo i tessuti vegetali pi\ù morbidi, vengono trattati pi\ù facilmente dal nostro apparato digerente. Quindi possiamo sostenere che, tramite una breve cottura, senza esagerare, otteniamo una pi\ù facile assimilazione del beta-carotene e dei suoi benefici. L\’assunzione alimentare ideale \è rappresentata dal succo di carota fresca, anche mescolato al latte per potenziarne le propriet\à depurative. Vanno anche bene le carote crude come spuntino o aggiunto ad un piatto di altri alimenti crudi, oppure le carote lesse in pochissima acqua e condite con olio d\’oliva extravergine ed erbe aromatiche. Assimilare il Beta-carotene Un metodo per assimilare ancora meglio il beta-carotene e i suoi benefici, consiste nel condire le carote con qualcosa di grasso, tipo olio o burro, il grasso aumenta la disponibilit\à del carotene e pu\ò far aumentare fino a tre volte la capacit\à del nostro organismo ad assimilarlo. Uno studio effettuato presso The Institute of Food Research nel 2009 ha dimostrato che consumare carote leggermente cotte fornisce una quantit\à di beta-carotene decisamente superiore alla carote crude. Per fare in modo che la carota non disperda le sue sostanze nutritive durante la cottura va cotta intera e tagliata dopo la cottura. Questo studio conferma la saggezza della medicina tradizionale cinese che da sempre consiglia ai suoi pazienti di consumare carote leggermente cotte. Carote e Curiosit\à Nel 1.600 in Inghilterra le donne mettevano nei cappelli foglie di carota al posto dei fiori e delle piume. Il nome del beta-carotene deriva proprio dalla carota che ne contiene buone quantit\à. Una vita sedentaria, lo stare molte ore seduti davanti al Pc o al televisore, l\’inquinamento, un\’alimentazione ricca di grassi, sono tutti fattori che contribuiscono ad aumentare il fabbisogno di vitamina A e beta-carotene da parte dell\’organismo. Fin dall\’antichit\à, la carota \è sempre stata considerata un rimedio naturale per la cura delle malattie della pelle. Infatti beta-carotene e vitamina A, di cui le carote sono ricchissime, sono considerate le vitamine essenziali della pelle. Molti problemi legati alla pelle, come la precoce insorgenza di rughe o l\’eccessivo acne, la pelle secca o la difficolt\à ad abbronzarsi possono facilmente dipendere da un insufficiente apporto di questa vitamina. Motivo questo per consumare qualche carota in pi\ù durante la settimana. Esistono diverse variet\à di carote con colori diversi: carota nera, viola, gialla, bianca. Queste carote esistono da anni, quelle classiche arancioni che tutti siamo abituati a vedere ed a consumare sono arrivate dopo, probabilmente in seguito a mutazioni di quelle gialle. Una ricerca effettuata presso Universit\à del Wisconsin Madison suggerisce che il pigmento di queste carote colorate pu\ò essere d\’aiuto nella prevenzione delle malattie cardiache e per ridurre i livelli di LDL o colesterolo cattivo. Nomi Regionali della Carota Campania Pasten\àca Romagna Car\òta Liguria Carotua Lombardia Car\òtula Marche Carota Puglia Pastanaca Sardegna Fortin\àja Toscana Carrota
Spicchiricchi orari: menu: tripadvisor: aperto: chiusura:
Offerta Spicchiricchi 21 giugno: - gazpacho (crema cruda di pomodoro, veg) - farro o orzo verdure al forno o zucchine e pomodori (veg) - farinata di ceci con verdure o torta salata (veg) - medaglioni di verdura con insalata fai da te (veg) - crostini di pane con salsine e insalata (veg) - crumble di frutta (veg) - sorbetti alla fragola (veg) saluti Gabriele Materia prima del giorno: la cipolla che trovate nella torta salata e che tanto aiuta chi cucina verdure ad insaporire i condimenti....... La cipolla \è una pianta erbacea bulbosa dalle molte propriet\à terapeutiche appartenente alla famiglia delle Liliacee. \È uno degli ortaggi pi\ù antichi impiegati dall\’uomo. La sua pianta ha origini asiatiche e gi\à nel 3.200 era utilizzata dalla popolazione egizia. In seguito venne utilizzata anche da greci e romani che ne conoscevano propriet\à e virt\ù terapeutiche. Si ritiene che durante le costruzioni delle piramidi venivano acquistate grandi quantit\à di cipolle ed aglio. Questi due ortaggi rappresentavano l\’alimento principale degli schiavi addetti ai lavori. Nell\’antica Mesopotamia era ritenuta una panacea nei confronti di molte malattie. Gli ultimi studi in materia confermano le molte propriet\à curative di questo ortaggio. Il periodo ideale per la semina della cipolla \è l\’autunno, possibilmente in terreni bene esposti al sole e ricchi di fosforo e potassio. Dal momento della semina alla raccolta sono necessari circa quattro mesi. La fama della cipolla e delle sue propriet\à curative si perde nella notte dei tempi. La sua attivit\à farmacologica si va a sovrapporre a quella dell\’aglio, con il quale ha molte propriet\à in comune. Antibatterica e Disinfettante Contiene sostanze con propriet\à antibiotiche ed antibatteriche. \È sufficiente applicare il suo succo sulla parte da disinfettare per evitare l\’uso di alcool o di altre sostanze simili. Grazie alle sue propriet\à antibatteriche \è molto utile nella cura delle infiammazioni alle vie respiratorie e delle influenze in generale Propriet\à Terapeutiche La cipolla viene utilizzata nella cura dell\’arteriosclerosi, dell\’ipertensione, per problemi all\’apparato urinario (infezioni) ed ha propriet\à diuretiche e depurative. La cipolla viene quindi maggiormente consigliata per queste patologie: affaticamento, reumatismi, diarrea, raffreddori, problemi ai bronchi, disturbi alla prostata, emorroidi, diabete, laringiti ed infezioni intestinali. Benefici per la Pelle Interessanti anche le sue applicazioni per uso esterno: possiamo impiegare la cipolla per curare foruncoli, verruche, scottature ed ascessi. Aiuta la Digestione Il consumo di cipolla durante i pasti contribuisce a facilitare il processo digestivo. Allo stesso tempo svolge un\’attivit\à di riequilibrio della flora batterica. Disinfetta la Bocca Oltre a questo la cipolla apporta benefici anche alla salute della bocca e dei denti. Mangiarne qualche pezzetto crudo tutti i giorni, oltre a disinfettare la bocca, \è anche utile per allontanare le infezioni dai denti. Diuretica Grazie alla presenza di potassio e di acido glicolico la cipolla ha propriet\à diuretiche e depurative dell\’organismo. \È quindi utile quando ci si sente gonfi a causa della ritenzione idrica. La sua assunzione infatti favorisce l\’eliminazione dell\’acqua in eccesso dalle cellule. Metalli Pesanti Un\’altra propriet\à interessante della cipolla \è quella che si deve alla presenza di due aminoacidi solforati, la metionina e la cistina. Questi 2 composti sono in grado di disintossicare il corpo da alcuni metalli pesanti. Questi aminoacidi si legano infatti al mercurio, al piombo ed al cadmio e ne facilitano l\’espulsione dall\’organismo. Anche la vitamina C concorre a potenziare questa propriet\à della cipolla. Mal di Gola Aiuta anche a combattere il raffreddore ed il mal di gola. Per il mal di gola si consiglia un po\’ di succo di cipolla mescolato a miele e succo di limone nella quantit\à equivalente a mezzo bicchiere. Raffreddore Per il raffreddore invece si pu\ò approfittare dei benefici e delle propriet\à della cipolla. Bisogna mettere in un contenitore con coperchio, alcune fette crude alternate a strati di zucchero e lasciare riposare il tutto per circa 24 ore. Al termine si forma un succo che va bevuto nella misura di un cucchiaio ogni sei ore circa. Antiossidanti Le cipolle contengono anche un importante flavonoide, la quercetina. Questo composto ha propriet\à antiossidanti in grado di prevenire i tumori nell\’apparato digerente. Abbassa il Colesterolo Recenti studi hanno dimostrato che la quercetina abbassa il colesterolo cattivo LDL ed aumenta la percentuale di colesterolo buono HDL. Previene inoltre la formazione di coaguli di sangue. Oltre a questo combatte gli stati infiammatori e svolge azione preventiva nei confronti dell\’asma e della febbre da fieno. Per beneficiare di queste propriet\à gli studiosi dicono che non \è necessario mangiarne grandi quantit\à. Una sola cipolla di medie dimensioni al giorno, cotta o cruda, \è sufficiente. Riduce gli Zuccheri nel Sangue Alcuni studi suggeriscono che il consumo di cipolle contribuisce alla riduzione degli zuccheri nel sangue. Questa propriet\à \è dovuta alla presenza di composti che agiscono in modo simile a quello dell\’insulina. Benefici alle Ossa Vi sono studi che dimostrano come un assunzione regolare di cipolla sia in grado aumentare la densit\à ossea. Questa propriet\à \è particolare utilie per le donne in et\à da menopausa. Sistema Nervoso Lo zolfo contenuto nella cipolla apporta benefici al fegato ed al sistema nervoso. Salute del Cuore Per prevenire la formazione di coaguli nel sangue ed approfittare dei benefici delle cipolle nei confronti del sistema cardiovascolare, si consiglia di mangiarle quotidianamente. Qui di seguito le propriet\à benefiche della cipolla nei confronti del cuore: Abbassa i livelli di colesterolo nel sangue Riduce i trigliceridi Abbassa la pressione sanguigna Fluidifica il sangue Previene la formazione di placche nelle arterie Suggerimenti Quando tagliamo una cipolla cruda, a causa dell\’ allinasi, vengono a formarsi alcuni composti a carattere instabile che tendono a degradarsi velocemente. I composti che si formano alla fine di questo processo di degradazione sono le responsabili del caratteristico aroma della cipolla che provoca la lacrimazione degli occhi. Affinch\é le propriet\à e i benefici della cipolla restino invariati \è necessario che questa venga consumata cruda. Un ottimo modo per farlo \è quello di tagliarla a fette sottili e condirla con dell\’ottimo olio extravergine di oliva, sale e limone. Ne sfrutterete cos\ì tutte le propriet\à ed i benefici. Le Variet\à Esistono in natura svariate variet\à di cipolle. Esse si distinguono per il gusto, il colore e la forma del bulbo. A seconda di come si intende consumarla, cotta o cruda, varia il periodo di raccolta. Per assumerla fresca il periodo di raccolta \è la primavera. Se invece si desidera conservarla sott\’aceto o sott\’olio, il periodo ottimale \è verso la fine dell\’estate. La variet\à pi\ù conosciuta di cipolle \è rappresentata da quella rossa di Tropea. Di seguito troviamo quella di Breme, di Suasa e la Borrettana. La differenza tra la cipolla rossa e quella bianca consiste nelle sostanze cosiddette aromatiche che la rossa contiene in maggiori quantit\à. Dal punto di vista nutrizionale non vi sono invece grandi differenze. Per vedere quali sono le propriet\à della cipolla rossa clicca qui. Calorie 100 grammi di cipolla cruda forniscono 44 calorie. Curiosit\à Le cipolle non vanno conservate in frigorifero, ma a temperatura ambiente. Possibilmente in un luogo asciutto e privo di luce, per evitare cos\ì la germogliazione. In questo modo si possono mantenere per circa 3 settimane. In caso di tonsillite si possono fare gargarismi con succo di cipolla, \è un rimedio naturale molto valido. La cipolla rid\à vitalit\à e brillantezza agli oggetti in cuoio ed \è consigliata anche per la pulizia di oggetti in ottone. Greci ed egiziani impiegavano la cipolla come parte del salario dei loro soldati. Si riteneva che impiegata sotto forma di decotti e tinture avesse forti propriet\à afrodisiache. Un recente studio condotto in Olanda ha dimostrato che mangiandone una al giorno si riduce in modo determinante il rischio di contrarre un tumore allo stomaco. Gi\à nel VI\° secolo le cipolle venivano utilizzate come medicina in India. Nel Medioevo erano un cibo indispensabile in molti paesi europei dove venivano addirittura consumate a colazione.
Spicchiricchi aperto: email: tripadvisor: orari: indirizzo:
Offerta Spicchiricchi 20 giugno: - panzanella (veg) - riso int. o cous cous verdure al forno o melanzane al limone (veg) - farinata di ceci o pizza vegan - spiedini di polpette con insalata fai da te (veg) - mousse ricotta e albicocche - schiacciata di frutta e uvetta (veg, no zucchero aggiunto) Saluti Gabriele Piatto del giorno: la panzanella piatto povero toscano modificato alla Spicchiricchi maniera. Di seguito trovate gli ingredienti della Panzanella originale mentre nella versione di Spicchiricchi la cipolla \è tenuta da parte e aggiunta a richiesta mentre il pane raffermo \è stato sostituito da crostini conditi. Panzanella \è il nome toscano di una pietanza estiva rustica, un piatto povero di derivazione contadina, molto semplice, che non necessita di cottura e che veniva consumato nei campi da chi, per lavoro, restava fuori casa tutto il giorno. Gli ingredienti principali della panzanella, che si pu\ò considerare un piatto unico, sono il pane raffermo (per rimanere fedeli alla ricetta originale sarebbe meglio usare la pagnotta toscana), i pomodori, i cetrioli, la cipolla rossa, il basilico, sale, pepe, aceto e olio.
Spicchiricchi indirizzo: email: menu: tripadvisor: chiusura:
Offerta Spicchiricchi 19 giugno: - crema di zucchine e menta (veg) - orzo con lenticchie (veg) - cous cous con verdure al forno o zucchine e pomodoro (veg) - farinata di ceci con verdure e torta salata (veg) - hummus di piselli con crostini di pane e insalata fai da te (veg) - polpette di verdura con insalata fai da te (veg) - schiacciata di frutta (veg, no zucchero aggiunto) - mousse ricotta e albicocche saluti Gabriele Materia prima del giorno: le albicocche che trovate nella mousse e, a richiesta, negli estratti di frutta e verdura L\’albicocca, nome botanico Prunus Armeniaca, \è un frutto appartenente alla famiglia delle Rosacee. La pianta dell\‘albicocco \è originaria della Cina dove era gi\à conosciuta nel 3.000 avanti Cristo. Fu diffusa in tutta Europa dai romani dopo la conquista dell\’Armenia. Da questa regione, dove era chiamata mela d\’Armenia, (Armeniacum malum) prese anche il nome. La pianta delle albicocche, allo stato selvatico, pu\ò superare i 10 metri di altezza. Fiorisce in primavera ed i suoi frutti, a seconda della specie, maturano da giugno fino a fine luglio. Stati Uniti, Spagna, Italia, Francia e Grecia sono i maggiori stati produttori di albicocche a livello mondiale. Le variet\à di albicocca sono molte e, anche se i gusti sono simili, le dimensioni ed i colori variano a seconda della specie. Albicocca: Propriet\à e Benefici L\’albicocca \è senza dubbio un frutto con buone propriet\à dal punto di vista nutrizionale. Questo grazie all\’alto contenuto di vitamina A, vitamina C, potassio e fibre alimentari, Combatte l\’Anemia La sua assunzione \è particolarmente indicata per chi ha problemi di anemia. Come tutta la frutta anche le albicocche contengono ferro non-eme. Questo tipo di ferro, a differenza di quello presente negli alimenti di origine animale, viene assorbito pi\ù lentamente e con pi\ù difficolt\à. Il problema si risolve consumando altri alimenti ricchi di vitamina C. In questo modo si aumenta l\’assorbimento del ferro. Alla luce di questo fatto ci si aspetterebbe che le persone vegetariane siano facilmente soggette all\’anemia. Gli studi per\ò smentiscono questa condizione. La spiegazione \è appunto nella vitamina C che i vegetariani, non consumando carne, assumono in buona quantit\à. Anche il fatto che il ferro non-eme venga assorbito pi\ù lentamente dall\’organismo aiuta a prevenire l\’anemia. Motivi questi per consumare regolarmente albicocche ed altri alimenti vegetali ricchi di ferro. Stanchezza L\’albicocca \è utile in caso di spossatezza cronica, per le persone convalescenti, per gli anziani e per i bambini nell\’et\à della crescita. Aiuta lo Sviluppo delle Ossa La vitamina A \è anche utile per lo sviluppo delle ossa e per il corretto funzionamento di tutti i tessuti del nostro organismo, pelle e mucose in particolare. L\’alta percentuale di potassio \è in grado di prevenire vari disturbi a livello nervoso e muscolare. Perdita di Peso Il buon contenuto di fibre, oltre ad aiutare il processo digestivo, migliora anche il metabolismo. Oltre a questo le albicocche sono in grado di fornire un buon senso di saziet\à con un basso apporto calorico. Tutto questo evita di assumere ulteriore cibo durante la giornata e mantiene il corpo leggero. Infiammazione Le albicocche hanno un alto contenuto di catechine, una famiglia di fitonutrienti flavonoidi. Questi composti sono stati studiati a fondo dai ricercatori. Gli studi hanno rivelato che le catechine inibiscono l\’attivit\à di un enzima che \è coinvolto in una delle fasi critiche dell\’infiammazione. Sempre la ricerca testimonia che altri alimenti ricchi di catechine come ad esempio il t\è verde ed il cacao, apportano benefici alla salute. \È stato dimostrato che gli alimenti ricchi di catechine proteggono i vasi sanguigni dai danni causati dall\’infiammazione. Protegge la Pelle Sempre a proposito della vitamina A ricordiamo che essa \è in grado di stimolare la produzione di melanina. La melanina \è la sostanza responsabile dell\’abbronzatura e della protezione della pelle. Il sorbitolo invece conferisce all\’albicocca leggere propriet\à lassative. Propriet\à Antiossidanti Le albicocche fresche contengono vitamina C che sappiamo avere propriet\à antiossidanti ed aiuta il nostro organismo a sviluppare una resistenza contro gli agenti infettivi e contro gli effetti nocivi dei radicali liberi. Sempre per quanto riguarda la lotta ai radicali liberi l\’albicocca contiene altre sostanze con propriet\à antiossidanti che si rivelano utili a questo scopo. Luteina, zeaxantina, beta-criptoxantina, quercetina, catechine, acido gallico, acido caffeico, acido cumarico ed acido ferulico. Consumare frutta che contiene antiossidanti previene anche l\’insorgere della malattia maculare degenerativa tipica dell\’et\à avanzata. Questo beneficio \è dato da un nutriente, la luteina, che \è in grado di proteggere la retina dai danni causati dai raggi ultravioletti. Regola il Battito Cardiaco L\’albicocca, come abbiamo visto, rappresenta una fonte significativa di potassio. Grazie a questa sua caratteristica apporta benefici a diverse parti del corpo. Aiuta a mantenere l\’equilibrio dei fluidi corretto, collabora al controllo della funzione muscolare ed aiuta a regolare il battito cardiaco. Regola il Colesterolo Le albicocche contengono sia fibra insolubile che solubile ma \è di quest\’ultima che sono particolarmente ricche. In questo modo il loro consumo contribuisce a tenere sotto controllo il colesterolo cattivo HDL ed il livello di glucosio nel sangue. Cuore L\’elevata quantit\à di fibre solubili in questo frutto rappresenta un beneficio anche per il cuore. Infatti la sua assunzione non \è solo utile a ridurre il colesterolo cattivo ma aiuta anche ad aumentare i livelli di colesterolo HDL o colesterolo buono. Tutto questo va a tutto vantaggio della salute del cuore. In stagione quindi \è utile alla salute consumare qualche albicocca tutti i giorni. Antitumorale L\’albicocca contiene caroteni, sostanze con propriet\à antiossidanti utili a proteggere il corpo dal tumore ai polmoni ed alla cavit\à orale. Protegge l\’Apparato Digerente La fibra presente nell\’albicocca inoltre contribuisce alla salute ed al buon funzionamento dell\’apparato digerente. Albicocche Secche Una delle caratteristiche delle albicocche secche \è quella di mantenere intatti i sali minerali che si trovano normalmente nel frutto fresco e, cosa pi\ù importante, \è l\’alto contenuto di fibra alimentare, che, grazie alle sue propriet\à \è in grado di apportare benefici alle funzionalit\à dell\’intestino e di ridurre il tasso di colesterolo e di zucchero presenti nel sangue. Albicocche Secche e Solfiti I solfiti, composti contenenti zolfo, vengono spesso aggiunti alla frutta secca come l\’albicocca in qualit\à di conservanti per prevenire l\’ossidazione e lo sbiancamento dei colori della frutta. Queste sostanze possono provocare degli effetti indesiderati nella persone particolarmente sensibili ai solfiti. Queste reazioni possono essere particolarmente forti nelle persone che soffrono d\’asma e si stima che circa il 5 \% delle persone sofferenti d\’asma possono avere problemi con i solfiti. L\’albicocca \è sconsigliata anche a chi soffre di calcoli renali. In questi casi sempre meglio acquistare frutta biologica in quanto per legge la frutta biologica non pu\ò contenere solfiti. Calorie L\’apporto calorico fornito da 100 grammi di polpa di albicocca corrisponde a 50 calorie. 100 grammi di albicocche secche invece hanno un apporto di circa 200 calorie. Curiosit\à Le albicocche mature possono essere conservate in frigorifero per un periodo massimo di 6\/7 giorni. Nell\’albicocca \è presente un seme che una volta privato della sua dura \“corazza\” pu\ò essere consumato come fosse una nocciola. Attenzione per\ò, non tutti i semi delle albicocche sono commestibili, \è facile accorgersene dal loro gusto amarissimo ed immangiabile nel caso di quelli non commestibili. Pare che il suo nome derivi dal termine arabo Al-barquq ed in precedenza da quello latino Praecoquus che in entrambi i casi significano precoce. Questa terminologia dipende dal fatto che l\’albicocco \è una pianta precoce. Infatti comincia a fruttificare gi\à dal secondo anno dopo essere stato piantato. La pianta appartiene alla famiglia delle Rosacee, la stessa a cui appartengono prugne, pesche e ciliegie. L\’albicocca \è un frutto lievemente difficile da gestire, commercialmente parlando. Una volta staccata dalla pianta la sua maturazione si ferma inesorabilmente. Per questo motivo \è difficile trovare sul mercato albicocche mature al punto giusto. Forse non Sapevi Che Una soluzione per poter avere questo frutto maturo al punto giusto potrebbe essere quella di chiedere esplicitamente al commerciante albicocche da marmellata (generalmente considerate scarto e per questo meno costose). In cosmetica l\’albicocca \è utilizzata per la preparazione di maschere per la cura della pelle. Questo grazie all\’abbondante vitamina A ed ai minerali.
Spicchiricchi chiusura: recensioni: tripadvisor: orari: telefono:
Offerta Spicchiricchi 18 giugno: - Orzotto (orzo con lenticchie) (veg) - Cous cous verdure al forno o tagliatelle di zucchine e pomodoro (veg) - Torta salata (veg) - Hummus di piselli con crostini e insalatona (veg) - Ghiaccioli di frutta (veg) - Sorbetti alla fragola (veg) PRIMO MENU' DOMENICALE, PER OGGI OGNI CONSUMAZIONE SARA' SCONTATA DEL 10\% COME PROMO Saluti e buona domenica Gabriele
Spicchiricchi prezzi: prezzi: numero: email: indirizzo:
Offerta Spicchiricchi 17 giugno: - crema verdura e ceci (veg) - farro o cous cous verdure al forno o verdure estive (veg) - farinata di ceci con verdura o torta salata (veg) - gazpacho (veg) - crostini con insalata fai da te (veg) - rustica di frutta (veg) - sorbetto alla fragola o ghiaccioli alla frutta (veg) saluti Gabriele Materia prima del giorno: cetriolo che potete trovare, se lo desiderate, in insalata o negli estratti Cetrioli: Propriet\à e Benefici La pianta del cetriolo, nome scientifico Cucumis Sativus, possiede molte buone propriet\à ed appartiene alla famiglia delle Cucurbitacee. Il cetriolo cresce generalmente in paesi con clima caldo o temperato ma \è originario probabilmente dell\’ Himalaya. \È proprio in questa regione che si hanno notizie delle prime coltivazioni di questo ortaggio. Il cetriolo si presenta con una forma allungata, e pu\ò arrivare a misurare fino a 30 cm. La buccia \è di colore verde scuro ricoperta da piccole protuberanze, mentre la polpa \è di colore verde chiaro con all\’interno i semi bianchi. Le variet\à pi\ù diffuse in Italia sono il Parigino, il Verde Lungo d\’Italia, il Marketer ed il Mezzo Lungo Bianco. Le regioni in cui viene maggiormente prodotto il cetriolo sono invece il Lazio, il Veneto e la Puglia. Propriet\à e Benefici dei Cetrioli Propriet\à Depurative I cetrioli sono molto ricchi d\’acqua e per questo motivo possiedono propriet\à depurative e rinfrescanti in grado di apportare benefici ai reni. Aiutano a Dimagrire Grazie al loro apporto calorico molto basso e soprattutto al loro contenuto di acido tartarico, i cetrioli sono spesso inseriti in svariate diete dimagranti. L\’acido tartarico ha infatti la propriet\à di impedire che i carboidrati immessi nel nostro organismo si trasformino in grassi. Antitumorali Grazie alla presenza di lignani, dei componenti dei tessuti legnosi dei vegetali, i cetrioli sembrano possedere propriet\à antitumorali, in particolar modo nei confronti del tumore al seno, alle ovaie, all\’utero ed alla prostata. Radicali Liberi Vitamina c, luteina, zeaxantina, beta-carotene, sono composti che agiscono come spazzini nei confronti dell\’attivit\à dei temuti radicali liberi. Questi composti apportano benefici alla salute cardiovascolare, prevengono l\’invecchiamento precoce e proteggono l\’organismo da molte malattie. Alzheimer I cetrioli hanno un alto contenuto di vitamina K che, oltre ad avere propriet\à benefiche per la salute delle ossa, sono utili nel trattamento dei pazienti affetti da Alzheimer. In questi casi si ritiene che possano ridurre l\’entit\à del danno neuronale. Proteggono i Reni Il consumo di cetrioli abbassa il livello di acido urico nell\’organismo e contribuisce cos\ì a mantenere in salute i reni. Abbassano il Colesterolo Non solo gli antiossidanti presenti nel cetriolo aiutano ad abbassare i livelli di colesterolo LDL nel sangue, vi sono anche gli steroli che sono in possesso di questa propriet\à molto utile alla nostra salute. Diuretico ed Antinfiammatorio Oltre a queste caratteristiche, il cetriolo ha propriet\à antinfiammatorie e diuretiche ed \è in grado di contrastare la gotta e l\’artrosi. Il suo consumo \è consigliato anche per la prevenzione dei calcoli renali ed alla vescica e, in quanto quasi privo di zuccheri, \è un alimento indicato per tutti quei soggetti con glicemia alta ed a rischio diabete. Febbrifugo L\’assunzione di cetrioli si \è rivelata utile anche in casi di febbre, raffreddore e disturbi legati al raffreddamento in generale. Propriet\à Vermifughe I suoi semi hanno rivelato vere e proprie propriet\à vermifughe, in particolar modo della tenia. Ultimamente, a causa di un generale miglioramento delle condizioni igieniche, questa patologia \è molto pi\ù rara rispetto al passato. Fibra Alimentare La buccia dei cetrioli \è ricca di fibre alimentari che aiuta a prevenire la stitichezza e ad eliminare i composti nocivi dall\’intestino. Propriet\à Digestive Costituiscono un ottimo elemento rinforzante per la mucosa dell\’intestino. Puliscono le viscere e facilitano quindi la digestione. Bisogna per\ò puntualizzare che in alcuni casi il cetriolo non \è ben tollerato da tutti. In alcuni casi vi sono bambini che non riescono a digerirlo bene. La stessa cosa dicasi per le persone con lo stomaco particolarmente delicato. Benefici per la Pelle Grazie all\’abbondanza di acqua, di grassi naturali e di vitamina E, i cetrioli costituiscono uno dei migliori rimedi naturali per uso esterno e per la cura della pelle. Applicando sulla pelle la polpa di cetriolo si aumenta la sua morbidezza e la sua idratazione. \È un buon rimedio da utilizzare dopo una lunga esposizione ai raggi solari. Proteggono gli Occhi I cetrioli possono venire utilizzati al posto del collirio in caso di occhi gonfi, stanchi ed arrossati. \È sufficiente applicare un paio di fette di cetriolo crudo sugli occhi per avere un beneficio immediato. Questo rimedio si pu\ò applicare anche in casi di congiuntivite e di borse sotto gli occhi. Cetrioli e Calorie 100 grammi di polpa di cetriolo hanno una resa calorica di sole 15 calorie. L\’uso Cosmetico dei Cetrioli Il cetriolo contiene sostanze in grado di attenuare e contrastare le infezioni della pelle. Per questo motivo viene spesso utilizzato per la produzione di maschere di bellezza. I dermatologi consigliano l\’ impiego dei cetrioli anche in caso di scottature dovute all\’esposizione ai raggi solari. Per questo scopo \è sufficiente usare la buccia del cetriolo che molte persone non gradiscono mangiare. Se utilizzata in modo costante, pare che l\’applicazione di polpa di cetriolo sul viso, sia in grado di rallentare l\’insorgere delle rughe. Con la polpa del cetriolo si ottengono maschere rinfrescanti. Con i semi si preparano invece maschere rassodanti mentre il succo \è utilizzato per fare impacchi a carattere lenitivo su pelli particolarmente irritabili.
Spicchiricchi prezzi: orari: chiusura: email: telefono:
Offerta Spicchiricchi 16 giugno: - gazpacho (veg) - farro o cous cous verdure al forno o zucchine e pomodori (veg) - farinata di ceci con verdura o torta salata (veg) - polpettine di verdura con insalata fai da te (veg) - rustica di frutta (veg) - sorbetto alla fragola o ghiaccioli alla frutta (veg) saluti Gabriele Materia prima del giorno: peperoni rossi che trovate nel gazpacho La pianta dei peperoni, nome scientifico Capsicum annum, appartiene alla famiglia delle Solanaceae. \È una pianta che nei paesi con clima mediterraneo ha carattere annuale mentre, in quelli con clima caldo, \è perenne. La pianta \è originaria dell\’America meridionale. Quella dei peperoni \è una pianta che produce moltissime variet\à di frutti con caratteristiche, propriet\à e colori diversi tra loro. Tutte le diverse specie di peperoni possono essere coltivate nel nostro paese e, a seconda della zona, i frutti si possono raccogliere a partire dall\’estate fino in autunno. I peperoni si possono distinguere fra dolci e piccanti, grandi e piccoli, forma allungata, forma tronca e di forma quadrangolare. Radicali Liberi La presenza di fibre in aggiunta all\’abbondanza di composti antiossidanti aiuta a contrastare gli effetti nocivi dei radicali liberi. Come \è risaputo i radicali liberi sono la causa di di diverse malattie anche gravi. Utili per Dimagrire La presenza di fibra alimentare rende i peperoni un alimento particolarmente indicato per le diete dimagranti. La loro assunzione infatti aumenta la sensazione di saziet\à. Diuretici Potassio e carotene invece, conferiscono ai peperoni propriet\à diuretiche. Fanno Bene alla Memoria Uno studio condotto presso l\’Universit\à dell\’Illinois approfondisce le propriet\à della luteolina, sostanza contenuta in questo ortaggio. Il composto \è presente anche nei finocchi e nel sedano. Il risultato suggerisce che la luteolina rallenta l\’invecchiamento delle cellule del cervello. Come conseguenza si ha una migliorata condizione della memoria. Antitumorali Sono stati pubblicati i risultati di alcuni studi che sostengono le propriet\à antitumorali di alcune sostanze presenti nei peperoni. La notizia non sorprende vista l\’alta percentuale di vitamina C contenuta in questi ortaggi. Uno studio pubblicato nel 2009 sul Journal of Cancer, sostiene che una dieta a base di carotenoidi riduce del 17 \% il rischio di tumore al seno. Fanno Bene alla Vista Contengono vitamina E, beta-carotene e luteina che sono composti antiossidanti con effetti benefici sugli occhi. Migliorano la vista al crepuscolo e prevengono patologie come la cataratta e la degenerazione maculare. Artrite Le persone con un pi\ù basso apporto di vitamina C hanno un rischio pi\ù alto di sviluppare l\’artrite rispetto a chi ne assume di pi\ù. Questo \è quanto hanno scoperto i ricercatori dell\’Universit\à di Manchester, in Inghilterra. I peperoni hanno un alto contenuto di vitamina C e sono consigliati per la prevenzione di molte altre patologie. Alcune Variet\à di Peperoni Come abbiamo visto le variet\à di peperoni sono molte. Qui di seguito ne elenchiamo qualcuna di quelle attualmente coltivate in Italia: Lungo di Nocera: con forma allungata e verde. Peperone di Cuneo: con tipica forma quadrangolare. Peperone di Capriglio: di colore rosso o giallo e con forma di cuore. Corno di bue: dal sapore dolce e dalla forma allungata. Peperone di Senise: dolce, dalla forma anch\’esso allungata, colore rosso. Peperone di Pontecorvo: dolce, dalla polpa tenera e molto digeribile. Anche se negli ultimi tempi la produzione \è sensibilmente diminuita, l\’Italia resta sempre uno dei maggiori produttori al mondo di peperoni. Le principali regioni produttrici sono il Piemonte, la Sicilia, la Puglia e la Basilicata. A quest\’ultima, per quanto riguarda la variet\à di Carmagnola \è stato assegnato il marchio Igp Indicazione Geografica Protetta. Calorie del Peperone 100 grammi di peperone hanno 22 calorie. Curiosit\à Peperoni: propriet\à e benefici Le variet\à dolci sono le pi\ù apprezzate dai consumatori. Quelle piccanti per\ò contengono pi\ù vitamine delle altre. Il peperone fu scoperto da Cristoforo Colombo ed arriv\ò in Europa, precisamente in Spagna, nel 1500; in seguito si diffuse anche in Italia. Il peperone si cucina in svariati modi: crudo, cotto, fritto, cucinato alla griglia, ripieno, inserito in insalate varie, in pinzimonio, sott\’olio, sott\’aceto, essiccati ed altri modi ancora. La capsaicina presente nei peperoni ha favorisce la produzione di succhi gastrici. Per aumentare il grado di piccantezza di un peperone \è sufficiente evitare di innaffiarlo nei tre giorni precedenti la raccolta. Se si vuole beneficiare al massimo delle loro propriet\à bisogna consumarli quando sono completamente maturi. Recenti studi hanno infatti evidenziato che il contenuto di carotenoidi e di vitamina C aumenta quando i peperoni giungono a maturazione. Uno studio condotto in Turchia ha dimostrato che le alte temperature riducono la quantit\à della luteina presente nei peperoni. I ricercatori hanno scoperto che se cotti alla griglia, ad una temperatura di 150\° per circa 7 minuti, perdono circa il 40 \% del contenuto di luteolina. Meglio quindi utilizzare altri metodi di cottura che prevedono tempi di cottura minori e ad una temperatura pi\ù bassa. La pianta del peperone segnala la mancanza d\’acqua inclinando verso il basso le sue foglie. I peperoni sono i vegetali che contengono in assoluto la pi\ù alta percentuale di vitamina C, molto di pi\ù che agrumi e mirtilli. Forse non Sapevi Che Il nome latino del peperone capsicum deriva dalla parola capsa. Tradotta letteralmente significa scatola. Probabilmente questo si deve al fatto che la forma quadrangolare dei peperoni ricorda quella di una scatola. La pianta dei peperoni pu\ò essere attaccata dai funghi o dagli afidi. Nel primo caso si interviene con prodotti a base di rame, mentre nel secondo si pu\ò utilizzare una soluzione con sapone di Marsiglia. La coltivazione dei peperoni richiede molta acqua ma bisogna fare attenzione che questa non ristagni. Infatti potrebbe provocare la formazione di funghi che sono in grado di aggredire la pianta. La pianta dei peperoni pu\ò raggiungere un\’altezza di 80 cm, ha foglie verdi e chiare con fiori di color bianco. I suoi frutti sono inizialmente verdi e cambiano poi colore in base al grado di maturazione.
Spicchiricchi orari: aperto: tripadvisor: recensioni: indirizzo:
\�\� SPICCHIRICCHI NON VI ABBANDONA MAI. DA DOMENICA 18 GIUGNO SAREMO APERTI ANCHE LA DOMENICA A PRANZO DALLE 12 ALLE 16 - DOMENICA 18 SCONTO DEL 10\% SU TUTTE LE CONSUMAZIONI EFFETTUATE
Spicchiricchi orari: menu: email: tripadvisor: chiusura:
Offerta Spicchiricchi 15 giugno: - crema di verdure e spezie (veg) - riso int. o bulgur verdure al forno o condimento di melanzane (veg) - farinata di ceci con asparagi o torta salata (veg) - burger vegan o tortini di verdura con insalata fai da te (veg) - mousse ricotta e fragole - sorbetti e ghiaccioli alla fragola (veg) saluti Gabriele Materia prima del giorno: melanzana che trovate nel condimento dei cereali La pianta della melanzana, nome scientifico Solanum Melongena, appartiene alla famiglia delle Solanaceae ed \è originaria dell\’India dove cresceva spontanea gi\à pi\ù di 4.000 anni fa. La melanzana cominci\ò a diffondersi in Italia intorno al 400 d.C. ad opera degli arabi. Ad oggi l\’Italia rappresenta uno dei maggiori paesi europei esportatore di tale ortaggio. La melanzana \è un ortaggio tipicamente estivo, infatti, al di sotto dei 12\°, la pianta smette di crescere. \È un ortaggio che non pu\ò essere consumato crudo. Oltre ad avere un gusto non proprio gradevole infatti, contiene una sostanza tossica il cui nome \è solanina. Molte sono le variet\à esistenti di questo ortaggio, che, oltre al colore si differenziano per la forma, ovale, tonda e bislunga. Depurativa e ricostituente Per il suo alto contenuto di acqua, la melanzana \è considerata innanzitutto depurativa dell\’organismo. \È quindi consigliata nei casi di gotta, arteriosclerosi e problemi di infiammazione alle vie urinarie. La buona presenza di potassio e di altri minerali le conferisce poi propriet\à rimineralizzanti e ricostituenti. Riduce il Colesterolo Le melanzane contengono inoltre alcune sostanze amare, presenti anche nelle foglie dei carciofi. Queste contribuiscono a stimolare la produzione di bile e, insieme alla fibra, contribuiscono ad abbassare il tasso di colesterolo cattivo LDL. Questa propriet\à delle melanzane \è stata confermata da alcuni studi condotti presso l\’Istituto di Biologia dell\’Universit\à di San Paolo in Brasile. Essendo un ortaggio molto povero di calorie e ricco di fibre, la melanzana \è spesso inserita nelle diete dimagranti. Acido Clorogenico \È un composto di origine vegetale molto noto per le sue spiccate propriet\à antiossidanti. I ricercatori del Department of Agricultural Research Service hanno evidenziato che l\’acido clorogenico \è il principale composto antiossidante presente nella melanzana. La sua attivit\à contribuisce alla riduzione del tasso di colesterolo nel sangue e contrasta l\’attivit\à dei radicali liberi. Blandamente Lassativa Ha anche propriet\à lassative, anche se non molto marcate, ed \è quindi utile in casi di stitichezza. Non Contiene Glutine La melanzana non contiene glutine e pu\ò quindi essere consumata dalle persone interessate dal morbo celiaco. Propriet\à Digestive Come gran parte delle verdure ha un buon contenuto di fibra alimentare. La fibra promuove un regolare transito intestinale degli alimenti e facilita il processo digestivo. La fibra stimola inoltre la produzione di succhi gastrici che facilitano l\’assorbimento delle sostanze nutritive a livello intestinale. Utile per Dimagrire Contengono pochissimi grassi e zero colesterolo. L\’abbondanza di fibra invece contribuisce ad aumentare il senso di saziet\à e rende questo alimento idoneo per tutti coloro che sono intenzionati a perdere peso. Salute delle Ossa La melanzana contiene alcuni composti fenolici le cui propriet\à sono state collegate con una riduzione dei sintomi dell\’osteoporosi e ad una maggiore densit\à ossea. A questo si aggiunge il buon contenuto di ferro e calcio che sono essenziali per la salute ossea. Anemia L\’anemia \è una patologia che si manifesta a causa della carenza di ferro, i sintomi sono mal di testa, depressione e debolezza. La melanzana contiene ferro ed anche una buona quantit\à di rame, un\’altra sostanza utile alla formazione dei globuli rossi. Fa Bene al Cervello I fitonutrienti, presenti anche nella melanzana, sono da tempo noti per le loro propriet\à benefiche nei confronti della funzione cognitiva. Queste sostanze contrastano l\’attivit\à nociva dei radicali liberi e migliorano anche l\’afflusso di sangue al cervello. Come conseguenza si hanno benefici per la memoria e la funzione cerebrale. Gravidanza L\’acido folico protegge i nascituri in grembo alle future mamme dai difetti al tubo neurale. Per questo motivo \è consigliabile che le donne in dolce attesa aumentino lo loro assunzione di acido folico e le melanzane sono un ottimo alimento per farlo. Le Variet\à di Melanzana Fra le variet\à di melanzana pi\ù conosciute e consumate in Italia citiamo: la violetta di Firenze, una melanzana con forma rotondeggiante, la violetta di Napoli, con una forma pi\ù allungata e dal sapore pi\ù deciso. Troviamo poi la Larga Morada, dal colore pi\ù chiaro con strisce violacee e con un gusto molto delicato. La gigante di New York, viola ed enorme ed infine la violetta lunga palermitana dal colore viola scuro e dalla forma allungata. Solitamente le melanzane si distinguono per la forma che oltre ad essere rotonda pu\ò avere forma allungata ed ovale. Calorie Ha un potere calorico molto basso, 100 gr di parte edibile hanno una resa di sole 24 calorie. Curiosit\à La melanzana, una volta acquistata, si pu\ò conservare in frigorifero per circa una settimana. Meglio non togliere il picciolo che contribuisce a mantenere pi\ù a lungo la freschezza. Se sbollentate in acqua possono anche essere conservate nel congelatore a fette. Prima di cucinarle, per togliere loro l\’amaro e spurgarle, vanno tagliate a fette e poi ricoperte con sale grosso per almeno due ore. La melanzana non presenta controindicazioni, solo in caso di ipertensione \è bene averne un consumo moderato. La melanzana \è un ortaggio tipico delle zone temperate. La sua semina \è prevista mediamente nel mese di marzo e giunge a maturazione nei mesi estivi, agosto in particolare. Assorbe i Grassi Una cosa di cui dobbiamo tener conto, se vogliamo approfittare delle propriet\à e dei benefici della melanzana, \è quella di non eccedere con i condimenti. In particolar modo non bisogna eccedere con l\’olio. La melanzana infatti ha tra le sue caratteristiche quella di assorbire in modo particolare i grassi. Chi vuole perdere peso deve quindi evitare di friggere questi delizioso ortaggio. L\’assorbimento di olio infatti sarebbe fortemente controproducente sotto questo aspetto. La melanzana \è un ortaggio molto versatile e pu\ò quindi essere cucinata in svariati modi. Fritta con impanatura, al vapore, al forno, alla griglia, in pentola a pressione. Pu\ò anche essere impiegata in sughi per la pasta e conservata sott\’olio. Il piatto forse pi\ù famoso in cui si utilizza questo ortaggio \è quello delle melanzane alla parmigiana. A causa del suo alto contenuto di potassio, l\’assunzione di melanzana \è consigliata nel mesi estivi dove l\’alta sudorazione favorisce la perdita di sali minerali.
Spicchiricchi email: aperto: prezzi: recensioni: numero:
Offerta Spicchiricchi 14 giugno: - crema di zucchine e carote (veg) - riso int. o cous cous verdure al forno o sugo di asparagi (veg) - farinata di ceci con verdure o torta salata (veg) - stecco di verdura o polpettine con insalata fai da te (veg) - gazpacho (veg) - rustica di frutta (veg) - mousse ricotta e fragole - sorbetti o ghiaccioli (veg) saluti Gabriele Materia prima del giorno: basilico che trovate naturalmente crudo nel gazpacho La pianta del basilico, nome scientifico Ocimum basilicum, \è una pianta erbacea con propriet\à aromatiche. \È a carattere annuale ed appartiene alla famiglia delle Lamiaceae. La pianta, per crescere, predilige il clima mediterraneo, con temperature che oscillano dai 21\° ai 26\° e non sopporta temperature inferiori ai 10\°. Fiorisce nel periodo estivo. Grazie al suo aroma intenso e piacevole il basilico viene molto utilizzato in cucina, soprattutto in Italia. Per mantenere intatte le sue propriet\à aromatiche ed organolettiche il basilico va utilizzato fresco ed aggiunto ai piatti all\’ultimo momento. La cottura riduce di molto il suo aroma mentre l\’essiccazione lo elimina del tutto. Propriet\à e Benefici del Basilico Il basilico \è un\’ottima pianta aromatica in grado di dare pi\ù gusto ad una grande variet\à di piatti della cucina mediterranea. Grazie alle sue propriet\à, rappresenta un valido aiuto naturale per la cura di diverse patologie. Apparato Intestinale Viene anche impiegato come sostanza stimolante dell\’apparato intestinale. Le sue propriet\à facilitano la digestione e favoriscono l\’appetito, non solo. Rafforza il sistema nervoso, allevia gli stati d\’ansia e di nervosismo. \È utile nei casi di insonnia ed utilizzabile anche in caso di asma, bronchiti e tosse. Apparato Cardiocircolatorio \È una buona fonte di magnesio, un minerale che rilassa la muscolatura ed i vasi sanguigni. Cos\ì migliora il flusso sanguigno e diminuisce il rischio di irregolarit\à del battito cardiaco. Il magnesio ed il beta-carotene apportano benefici alle arterie ed ai vasi sanguigni, contribuendo cos\ì a mantenere in salute il nostro apparato cardiocircolatorio. Antinfiammatorio Si \è scoperto che l\’assunzione di basilico crudo serve a contrastare e combattere diversi tipi di infiammazione come raffreddori e malattie della pelle. Questa particolare propriet\à della pianta sembra sia da ricondursi alla sostanza che conferisce il caratteristico aroma al basilico, l\’eugenolo. Il basilico ha propriet\à antinfiammatorie per cui, se ingerito, pu\ò apportare benefici all\’intestino. Utile in caso di infiammazioni, di presenza di gas e di dolori localizzati. Artrite Secondo uno studio condotto in India, il basilico si \è rivelato un\’arma efficace nell\’alleviare i dolori derivanti dall\’artrite, che come sappiamo \è una fastidiosissima patologia che colpisce le articolazioni. \È stato dimostrato che l\’assunzione di succo di basilico concentrato in pastiglie, pu\ò ridurre notevolmente le dimensioni delle articolazioni ingrossate e doloranti a causa dell\’artrite. Punture di Insetti In caso di punture di insetti pu\ò rappresentare un buon rimedio di emergenza (in mancanza d\’altro). Si mastica qualche foglia fresca e poi si applica nella zona interessata dalla puntura. In questo modo il basilico lenisce il dolore ed aiuta ad estrarre il veleno. Antibatterico Ha anche propriet\à antibatteriche ed \è questo un motivo in pi\ù per includerlo nella nostra dieta a tutto beneficio del nostro intestino. Studi in laboratorio ne hanno dimostrato l\’efficacia. Alcune sostanze contenute nel suo olio essenziale, come ad esempio il limonene, il linalolo, l\’eugenolo, l\’estragolo, il cineolo, il sabinene ed il mircene, hanno propriet\à in grado di contrastare la crescita di numerosi tipi di batteri. Le propriet\à antibatteriche dell\’olio essenziale sono utili anche per curare le infezioni all\’orecchio. Mal di Testa Il suo impiego \è utile anche per far passare il mal di testa. A tale scopo si mettono un paio di cucchiai di basilico essiccato in una pentola di acqua bollente. Si avvicina con il viso con un asciugamano in testa e se ne respirano i vapori. L\’asciugamano va fatto scendere tutto attorno alla testa e deve lambire i bordi della pentola. Questo serve ad incanalare il vapore verso le vie respiratorie. Antiossidanti Le sue foglie contengono una serie di fitonutrienti ed antiossidanti la cui attivit\à sembra essere utili per contrastare l\’attivit\à dei radicali liberi. I principali costituenti ad attivit\à antiossidante sono le vitamine A, C ed E, la zeaxantina, la luteina ed il beta-carotene. Ossa La vitamina K \è essenziale per garantire la coagulazione del sangue in caso di necessit\à. Ha un ruolo fondamentale nel rafforzamento e nella mineralizzazione delle ossa. Galattogeno La sua assunzione aumenta la produzione di latte materno durante l\’allattamento. In caso di nausea un buon rimedio \è costituito da un t\è preparato con foglie secche di basilico. Cosa volere di pi\ù da questa pianta? Infuso Contro l\’Ansia Per contrastare gli stati d\’ansia ma anche di stress, mettere in infusione per 10 minuti un cucchiaio di basilico in 4 dl. di acqua bollente. Trascorso tale tempo filtrare e berne una tazza dopo pranzo. Calorie Ogni 100 grammi di foglie di basilico si ha una resa calorica pari a 23 calorie. Attenzione Pare che nelle piantine nate da poco, quelle al di sotto dei 10 cm. di altezza, potrebbe esservi una sostanza cancerogena che scompare una volta che la piantina \è cresciuta. Il nome di questa sostanza considerata potenzialmente cancerogena \è metileugenolo. Olio Essenziale L\’olio essenziale di basilico ha le stesse propriet\à della foglie fresche. L\’olio essenziale \è utile in caso di problemi alle vie respiratorie come asma, pertosse etc. Ha la capacit\à di allontanare gli insetti alleviando allo stesso tempo il prurito derivante dalle punture delle zanzare. \È sufficiente massaggiare la zona interessata con una goccia di olio essenziale. Buone anche le propriet\à antidepressive dell\’olio essenziale. Curiosit\à Il basilico cresce in molte regioni di tutto il mondo ma la sua origine si fa risalire all\’India, all\’Asia ed all\’Africa. Il nome latino del basilico Basilikon significa letteralmente erba regale. Immaginate la grande importanza che questa erba aromatica rivestiva nell\’antichit\à. Si ritiene che anche i crociati dovevano essere gi\à a conoscenza delle propriet\à terapeutiche del basilico. Erano infatti soliti riempire le stive delle loro navi di questa piantina per scacciare gli insetti e curare le infezioni. Per fruire delle sue propriet\à tonificanti sulla pelle, versate una ventina di gocce di olio essenziale nell\’acqua del bagno prima di immergervi. Gi\à nell\’antichit\à vi erano testimonianze delle varie propriet\à che il basilico si supponeva avesse. Plinio il vecchio ne assicurava l\’efficacia contro le crisi epilettiche, San Bernardo lo considerava un ottimo mezzo per allontanare le ossessioni e le idee fisse. Non tutti sanno che\… Il basilico migliore, quello con pi\ù propriet\à aromatiche, \è quello raccolto nel periodo appena prima della fioritura. Sempre nell\’antichit\à, per determinare se un luogo era pi\ù o meno salubre per la salute, si era soliti osservare come si comportava la crescita del basilico in quel luogo. Pu\ò essere conservato essiccato ma in questo modo perde gran parte delle sue propriet\à aromatiche. Meglio conservarlo surgelato per mantenere meglio il suo caratteristico aroma.
Spicchiricchi telefono: numero: recensioni: menu: prezzi:
Offerta Spicchiricchi 13 giugno: - gazpacho (veg) - farro o orzo verdure al forno o sugo di zucchine e pomodori (veg) - farinata di ceci o torta salata (veg) - polpette di verdura con insalata fai da te (veg) - spinaci marinati (veg) - rustica di frutta (veg) - mousse ricotta e fragole saluti Gabriele Materia prima del giorno: orzo un cereale poco conosciuto.... con tante propriet\à per la nostra salute L\’orzo, nome scientifico Hordeum vulgare, \è un cereale noto sin dall\’antichit\à per le sue propriet\à. \È una pianta erbacea annuale originaria dell\’Asia ed appartiene alla famiglia delle Graminacee. Pu\ò raggiungere l\’altezza di un metro e rispetto agli altri cereali, matura pi\ù velocemente. La pianta sopporta molto bene anche lunghi periodi di siccit\à. Grazie a queste propriet\à la pianta dell\’orzo pu\ò essere coltivata un po\’ ovunque. Si adatta bene sia alle alte temperature che alle basse, cos\ì come si adatta bene anche all\’altitudine. In Europa e soprattutto in Italia, troviamo quasi esclusivamente l\’orzo perlato, ossia quello privato della pellicina che ricopre il chicco. Purtroppo, a causa della lavorazione a cui viene sottoposto, perde per strada molte propriet\à organolettiche. Questo invece non s쳭e con orzo integrale. L\’Italia \è uno dei maggiori produttori di questo cereale. Orzo: Propriet\à e Benefici L\’orzo \è in possesso di propriet\à in grado di apportare benefici al nostro organismo ed \è un alimento troppo poco utilizzato nella nostra dieta. Sistema Cardiovascolare Questo cereale contiene una buona quantit\à di vitamina B, che apporta benefici al sistema cardiovascolare. Consumare regolarmente orzo abbassa il rischio di formazione di coaguli di sangue e di malattie cardiache. Propriet\à Digestive Essendo questo cereale molto ricco di proteine, sali minerali e fibre \è molto utile a ehi soffre di problemi legati alla digestione. L\’orzo infatti stimola la produzione di succhi digestivi, aiuta la regolarit\à prevenendo la stitichezza e protegge l\’intero apparato digestivo. Accelera il metabolismo ed \è particolarmente indicato per le persone che soffrono di gonfiore addominale. Intestino e Colon Sani Contiene una buona dose di fibre alimentari con cui si alimentano i batteri benefici ospitati nell\’intestino crasso e che facilita il movimento intestinale. In questo modo risulta molto efficace per mantenere colon ed intestino privi di tossine pericolose che possono provocare malattie anche gravi. Antitumorale Alcune ricerche mirate hanno evidenziato la presenza nell\’orzo di alcuni estrogeni di origine vegetale. Questi sembrano aver propriet\à benevole nei confronti del tumore al seno. Sistema Immunitario Probabilmente non tutti ne sono a conoscenza ma l\’orzo contiene quasi il doppio di vitamina C rispetto alle arance. Questa sua propriet\à \è in grado di agire positivamente sul sistema immunitario proteggendo l\’organismo dai malanni di stagione. Abbassa Il Colesterolo e i Trigliceridi Una ricerca condotta in America dal ministero dell\’agricoltura ha isolato una molecola chiamata tocotrienolo. Questo composto sembra avere la capacit\à di inibire la formazione del colesterolo cattivo LDL nel fegato. Anche la fibra insolubile presente nell\’orzo contribuisce a regolare i livelli di colesterolo cattivo. Consumare orzo aiuta inoltre ad abbassare i trigliceridi nel sangue. Previene i Calcoli Biliari Questo cereale \è inoltre ricco di fibra insolubile. Si ritiene che questa possa ridurre la secrezione di acido biliare, evitando cos\ì la formazione dei calcoli biliari. Benefici al Cervello \È un alimento molto nutriente e per questo particolarmente indicato nell\’alimentazione di anziani e bambini. \È un ottimo rimineralizzante delle ossa. Grazie al suo buon contenuto di fosforo, fa bene alla concentrazione ed alla memoria. Fa Bene alle Ossa Il fosforo ed il rame garantiscono la salute delle ossa e rappresentano un buon rimedio per le malattie delle ossa. Il succo estratto dalla pianta invece ha propriet\à utili in caso di osteoporosi. Infatti contiene circa 10 volte il quantitativo di calcio presente nel latte. Pelle e Capelli L\’acido silicico contenuto nell\’orzo apporta benefici alla pelle, ai capelli ed alle unghie. \È una buona fonte di selenio la cui attivit\à contribuisce a preservare l\’elasticit\à della pelle ritardando cos\ì l\’insorgere delle rughe. La carenza di questo minerale pu\ò portare all\’insorgere di alcuni tipi di tumore tra i quali anche quello alla pelle. Antinfiammatorio Fare gargarismi con il suo decotto aiuta in casi di infiammazione della cavit\à orale Diabete Uno studio pubblicato nel 2006 su Nutrition Research ha dimostrato che gli individui che avevano assunto fibra alimentare beta-glucano presente nell\’orzo avevano ridotto significativamente i livelli di zucchero nel sangue. Questo cereale contiene infatti fibra solubile, vitamine e minerali essenziali. Questi rallentano l\’assorbimento di zuccheri d parte dell\’organismo. I 3 Tipi di Orzo In commercio se ne trovano prevalentemente 3 tipi: Decorticato, detto anche orzo mondato, che va posto in ammollo per una notte e poi va cotto per circa 40\/45 minuti. Integrale che va invece messo in ammollo per un giorno intero e va cotto utilizzando l\’acqua dell\’ammollo per un\’ora e mezza. Perlato che non necessita di ammollo e va cotto per una mezz\’ora abbondante circa. Calorie A conferma del suo alto potere nutritivo, 100 grammi di l\’orzo hanno 354 calorie. Curiosit\à L\’unica controindicazione che si riscontra nel caso di un discreto consumo di orzo \è quella della probabilit\à di incappare in un fastidioso meteorismo intestinale. I tempi di cottura di questo cereale sono mediamente alti ma nel caso di cottura in pentola a pressione questi si riducono notevolmente. Negli uomini adulti, il consumo il suo regolare ridurrebbe il rischio di infarto al miocardio. Molti sono i suoi derivati eccone alcuni. La birra, che \è una vera e propria bevanda in cui l\’orzo \è l\’ingrediente principale. Il caff\è d\’orzo, la farina, il pane, i vari decotti e zuppe, i fiocchi, la polenta e le caramelle. Nell\’antichit\à fu molto utilizzato ed apprezzato da molte popolazioni per le sue propriet\à e per la facilit\à con cui si adattava ai vari tipi di clima e di terreno. Questo cereale era molto utilizzato dalla popolazione egizia che lo impiegava per la preparazione del pane azzimo. Plinio il Vecchio raccontava di come gli stessi gladiatori venivano appellati col nome di hordeani (dal nome latino del cereale che era appunto hordeum). Questo perch\é erano soliti cibarsi di una zuppa a base d\’orzo che era particolarmente energetica.
Spicchiricchi telefono: chiusura: prezzi: orari: prezzi:
Porta la tua bambola e faremo dei vestiti meravigliosi insieme utilizzando diversi materiali. Il laboratorio avr\à un costo di 8\€ e comprender\à laboratorio e merenda (pizza e granita di frutta). E' richiesta prenotazione allo 051273987 per poter organizzare i materiali necessari
Spicchiricchi orari: tripadvisor: indirizzo: email: aperto:
Offerta Spicchiricchi 12 giugno: - crema di zucchine e menta (veg) - riso int. o cous cous verdure al forno o verdure crude a scelta (veg) - farinata di ceci con verdura o torta salata (veg) - hummus di piselli con crostini di pane e insalata fai da te (veg) - zucchine marinate con insalata fai da te (veg) - ghiaccioli o granite di frutta (veg) - macedonie (veg) - mousse ricotta e fragole saluti Gabriele Materia prima del giorno: farina di ceci Scopriamo insieme le propriet\à e gli utilizzi della farina di ceci, un alimento poco utilizzato in cucina in favore della pi\ù comune farina di grano tenero. Si parla spesso ultimamente di sostituire la comune farina bianca con alternative pi\ù salutari e pi\ù nutrienti; un esempio in tal senso \è dato dalla farina di ceci. Utilizzata fin dall\’antichit\à, la farina di ceci \è sempre stata considerata un toccasana; pi\ù economica del grano che in tempo di guerra era un lusso, viene spesso utilizzata nelle preparazioni dei popoli del Medio Oriente e oggi anche nelle pi\ù moderne ricette vegane e vegetariane, vediamo perch\é. Propriet\à della farina di ceci Innanzitutto perch\é \è ricca di proteine, fibre e carboidrati: 100 gr di farina di ceci nascondono infatti pi\ù di un terzo di proteine e fibre. Il 6\% della sua composizione \è composto da grassi, grassi buoni per\ò, ad elevato apporto nutrizionale, come l\’acido linoleico, un perfetto alleato per la salute del cuore. Questa farina \– a differenza di quella di grano \– \è anche ricca di vitamine e sali minerali utili al buon funzionamento del nostro organismo: vitamine del gruppo B, A, E e C; e poi magnesio, calcio, potassio e fosforo, in grado di aiutarci a contrastare pressione alta, stanchezza muscolare e a rinforzare cervello e ossa. I legumi si sa, con le loro fibre aiutano il nostro apparato digerente; ma inoltre, avendo un basso indice glicemico, \è indicata per chi soffre di diabete e ipercolesterolemia, per chi \è a dieta, e per le persone affette da celiachia, perch\é non contiene glutine! Utilizzi in cucina della farina di ceci Particolarmente usata in Centro Italia, nella realizzazione di squisiti prodotti di panificazione, \è anche facilissima da realizzare in casa. Basta avere a disposizione un robot da cucina e una confezione di ceci essiccati; dopo averli sciacquati, lasciarli a riposare tutta la notte sotto un telo e successivamente farli tostare in forno per 15-20 minuti circa, farli raffreddare, e infine, passarli al mixer o ad un mulino per la farina. Cos\ì facendo otterrete una polvere molto fine e chiara che potrete utilizzare per una marea di preparazioni come ad esempio nelle polpette di ceci. Pane, biscotti, piadine, crespelle, pasta fresca e deliziose crostate; la farina di ceci \è anche ottima come addensante, ad esempio nelle vellutate o hamburger vegani, e in sostituzione del pangrattato nella realizzazione di gateau di patate o polpette. La tradizionale farinata ligure e le sue versioni toscane sono un piatto semplicissimo e gustoso, adatto a varianti persino con il pesce.
Spicchiricchi prezzi: orari: tripadvisor: chiusura: menu:
Offerta Spicchiricchi 10 giugno: - crema di carote al curry (veg) - farro o orzo verdure al forno o pomodoro crudo e basilico (veg) - farinata di ceci con verdure o torta salata zucchine e pomodori (veg) - polpettine di verdura con insalata fai da te (veg) - hummus di piselli con crostini di pane e insalata fai da te a richiesta (veg) - schiacciata di frutta e uvetta (veg, no zucchero aggiunto) saluti Gabriele
Spicchiricchi indirizzo: chiusura: telefono: aperto: email:
Offerta Spicchiricchi 9 giugno: - crema di carote al curry (veg) - farro o orzo verdure al forno o pomodoro crudo e basilico (veg) - farinata di ceci con verdure o torta salata zucchine e pomodori (veg) - polpettine di verdura con insalata fai da te (veg) - hummus di piselli con crostini di pane e insalata fai da te a richiesta (veg) - schiacciata di frutta e uvetta (veg, no zucchero aggiunto) saluti Gabriele Materia prima del giorno: sesamo contenuto nella salsa usata per fare l'hummus di piselli in questo caso ma anche con altri legumi tipo ceci, fagioli ecc. Il sesamo \è una pianta annuale appartenente alla famiglia delle Pedaliaceae. L\’albero \è originario dei paesi orientali e pu\ò raggiungere il metro di altezza. I suoi fiori sono di color violaceo con sfumature bianche. Attualmente nel mondo il sesamo viene coltivato in India, Birmania e Cina. In Europa lo possiamo trovare coltivato in Grecia e nel sud dell\’Italia. Dalla colorazione dei suoi semi si possono distinguere le varie specie di sesamo: con semi bianchi, semi neri e semi rossastri. Molti sono i prodotti che si ricavano dalla lavorazione dei semi di sesamo: olio, tahin (crema di semi di sesamo usata nella cucina greca), halva (derivato del tahin) e gomasio che si ottiene dai semi di sesamo e dal sale marino e per questo motivo pu\ò essere utilizzato al posto del sale. Le propriet\à ed i benefici del sesamo sono numerosi. Non si esauriscono nel campo alimentare ma si estendono in quello farmaceutico, cosmetico ed erboristico. Fanno bene alle Ossa Tra i pregi principali dei semi di sesamo troviamo l\’abbondanza di calcio. Questo minerale \è molto importante per il rafforzamento dello scheletro del nostro corpo e per la prevenzione dell\’osteoporosi. Calmano il Sistema Nervoso Il calcio, insieme al magnesio, alla vitamina B1 ed al triptofano, contribuisce ad aumentare la produzione di serotonina. Questo composto calma lo stato d\’animo e di facilitare il sonno. Favoriscono la Crescita dei Bambini Grazie alla presenza di fosforo, potassio e magnesio, l\’uso del sesamo come integratore nella dieta dei bambini da ottimi risultati in termini di crescita. Funziona anche quando la crescita \è molto inferiore alla norma. Sangue L\’assunzione di semi di sesamo rappresenta un ottimo ricostituente per le piastrine del sangue e l\’emoglobina. La vitamina E infatti fa aumentare le piastrine ematiche. Sistema Immunitario Rafforza il sistema immunitario, soprattutto nei casi di affaticamento e convalescenza. Riequilibra inoltre le funzioni dell\’organismo in caso di nausea, mal di testa e vomito. Abbassa il Colesterolo Il buon contenuto di acido oleico aiuta ad abbassare la quantit\à di colesterolo cattivo LDL e ad aumentare il colesterolo buono HDL. Gli studi scientifici confermano che una dieta ricca di grassi monoinsaturi aiuta a prevenire le malattie legate al cuore. Digestione Il buon contenuto di fibre alimentari invece apporta benefici all\’apparato digestivo facilitandone il processo. Astringente A differenza dei semi che hanno propriet\à lassative, le foglie di sesamo sono astringenti e possono venir utilizzate in caso di diarrea. Per questo scopo si prepara un infuso con un cucchiaio di foglie ed una tazza d\’acqua calda. Da bersi 2 tazze al giorno. Stomaco Grazie alla buona presenza di mucillagine, un tipo di fibra solubile, le sue foglie sono utilizzate per la cura dei problemi legati allo stomaco. Le foglie sono infatti capaci di proteggere le mucose interne ed idonee quindi per il trattamento delle irritazioni gastrointestinali. Infezioni Lo zinco \è presente in quantit\à sufficiente per apportare benefici al nostro organismo proteggendolo dalle infezioni. Radicali Liberi Il selenio invece, insieme agli altri composti antiossidanti, ha propriet\à efficaci nel contrastare l\’attivit\à dei radicali liberi. In questo modo la sua assunzione protegge l\’organismo da alcuni tipi di tumore e dalle malattie cardiovascolari. Tradizione Popolare Nella medicina popolare di molti paesi il sesamo ed i suoi semi in particolare, sono stati utilizzati per la cura della pelle ed il trattamento del dolore. Calvizie I semi di sesamo migliorano la circolazione a tutti i livelli. Questa capacit\à, abbinata allo zinco ed alle proteine, \è in grado di apportare benefici ai capelli e di prevenirne la caduta. Olio di Semi di Sesamo Dai semi di sesamo si ricava un olio che viene aggiunto nella misura del 5\% circa a tutti gli oli di semi in commercio. Questo olio \è di ottima qualit\à ed \è caratterizzato da un buona presenza di acido oleico e linoleico (omega 3). Questi svolgono un\’importante funzione protettiva nei confronti del cuore e del sistema circolatorio. L\’olio di semi di sesamo viene impiegato principalmente nella cucina orientale e per la preparazione di margarine ma non solo. Nell\’industria cosmetica si usa per la preparazione di saponi ed in quella farmaceutica per la preparazione di medicine. L\’olio \è ricco di nutrienti che hanno propriet\à benefiche nei confronti del cuoio capelluto e di conseguenza sui capelli. Esiste una ricetta egiziana che pare faccia molto alla salute dei capelli. Per la preparazione occorre mescolare 3 cucchiai di olio di sesamo con uno di succo di zenzero appena spremuto ed una spruzzata di limone. Con la miscela si massaggiano i capelli (15\/20 minuti) per tre volte alla settimana. Questo preparato pare sia un ottimo rimedio per contrastare la caduta dei capelli e la calvizie. Nella cultura Ind\ù il sesamo \è un simbolo di immortalit\à. L\’olio estratto dai sui semi viene utilizzato in riti e preghiere. Le Calorie Contenendo una buona quantit\à di grassi, ha un elevato apporto calorico. 100 grammi di semi hanno 573 calorie rese. Tipologie di Sesamo Esistono 2 tipologie di sesamo, il bianco ed il nero. Quando si parla di sesamo bianco si intendono i semi semplicemente essiccati. Quello nero deve il suo colore alla tostatura che conferisce ai semi il classico colore scuro. Curiosit\à Il sesamo produce piccoli frutti che, una volta giunti a maturazione, si aprono in modo del tutto spontaneo e lasciano cadere i semi contenuti al loro interno. Da qui la celebre frase apriti sesamo. I semi sono di dimensioni minuscole con un colore le cui tonalit\à variano dal giallo al marrone. L\’olio \è giallo chiaro trasparente. L\’assunzione dei semi di questa pianta \è molto indicata per i celiaci in quanto il glutine \è praticamente assente. Come tutti gli altri semi di origine oleosa, pu\ò essere introdotto nell\’alimentazione dei bambini dai 2 anni di vita in su. A causa del suo alto contenuto di grassi \è soggetto ad un facile irrancidimento. Bisogna dunque fare attenzione durante l\’ acquisto che non abbia gi\à odore di rancido. Va verificata soprattutto la data di scadenza sulla confezione. La coltivazione di questa pianta \è una delle principali colture commerciali in Nigeria, Sudan ed Etiopia. In Europa i semi vengono molto utilizzati per la preparazione di margarina. Il sesamo viene utilizzato per la preparazione di un piatto giapponese che prende il nome di Gomasio.
Spicchiricchi menu: orari: aperto: email: numero:
Offerta Spicchiricchi 8 giugno: - crema di pomodoro crudo (gazpacho) (veg) - farro o cous cous verdure al forno o rag\ù di piselli (veg) - farinata di ceci con verdura o torta salata (veg) - burger vegan con insalata fai da te (veg) - tortini di verdura con insalata fai da te (veg) - mousse ricotta e fragole - ghiaccioli e granite (veg) saluti Gabriele Materia prima del giorno: piselli che trovate nel rag\ù per condire i cereali La pianta dei piselli, nome scientifico Pisum Sativum, \è una pianta annuale appartenente alla famiglia delle Fabacee. Le sue origini non sono certe, si presume che provenga dall\’India e la sua coltivazione risale a ben 5.000 anni fa. I piselli sono legumi dal gusto gradevole e dolce. Questo a causa dell\’abbondante presenza di zuccheri che per\ò, dopo l\’essiccazione si perdono anzich\é concentrarsi. I piselli sono coltivati in tutto il mondo ed in particolar modo nei paesi asiatici. Le variet\à pi\ù conosciute sono: i piselli nani (Telefono nano, Meraviglia d\’Italia, Gloria di Quimper), mezza rama (Lincoln, Rondo), rampicanti (Telefono, San Cristoforo, Serpetta Verde, Lavagna) e i mangiatutto (Gigante svizzero). La raccolta per consumo fresco, a seconda della variet\à, avviene da aprile\/maggio fino alla fine di giugno. Meteorismo I piselli, come le fave, sono legumi il cui consumo pi\ù si adatta a quei soggetti affetti da problemi di meteorismo e di colite e che non possono quindi consumare fagioli e ceci. Anti Coagulanti L\’acido folico e la vitamina B6 invece apportano benefici all\’apparato cardiovascolare mantenendo quindi in salute cuore e vasi sanguigni. Il consumo regolare di questi legumi aiuta a prevenire la formazione di coaguli di sangue nelle arterie allontanando il rischio di malattie cardiocircolatorie. Colesterolo Studi recenti hanno dimostrato che il consumo di piselli aiuta a tenere bassi i livelli di colesterolo cattivo LDL nel sangue. Contribuisce inoltre a tenere sotto controllo la glicemia. La clorofilla stimola l\’organismo nella produzione di globuli rossi ed apporta benefici al sistema immunitario. Glicemia Questi legumi si dimostrano molto interessanti per le persone che soffrono di diabete. Sono quindi utili a chi ha la necessit\à di tenere sotto controllo i livelli di zuccheri nel sangue. I piselli mantengono costanti i livelli di zuccheri nel sangue, evitando cos\ì a chi soffre di diabete, di essere troppo dipendente dall\’insulina. Cosa che non capita con altri cibi che determinano un improvviso aumento della glicemia, obbligando cos\ì l\’organismo a bruciare una grande quantit\à di zuccheri. Tra i costituenti in possesso di questa propriet\à troviamo la vitamina C, il magnesio ed il calcio, le fibre solubili, la genisteina, la lecitina, l\’acido malico, l\’acido oleico e l\’acido linoleico. Propriet\à Saziante Allo stesso tempo i piselli, rilasciano lentamente gli zuccheri nel sangue e mantengono il senso di saziet\à pi\ù a lungo. Sono cos\ì un alimento ideale anche per chi vuole perdere qualche chilo di troppo. Ideale per Bambini ed Anziani La buona quantit\à di magnesio, necessario alla sintesi delle proteine, li rende un alimento ideale per i bambini e gli anziani. Propriet\à Digestive Sono anche una buona fonte di fibre insolubili. Per questo motivo il loro consumo favorisce il transito intestinale e la digestione, favorisce l\’espulsione delle feci e previene quindi la stipsi. La fibra solubile invece si combina con l\’acqua e forma una sorta di gel che riduce l\’assorbimento di colesterolo LDL e grassi da parte del sangue. Sistema Nervoso Le vitamine del gruppo B, B1 e B3 in particolare, apportano benefici al sistema nervoso garantendone il corretto funzionamento mentre. La buona disponibilit\à di folati che una volta nel corpo verranno convertiti in vitamina B9, previene la depressione ed il cattivo umore. Donne in Gravidanza La presenza dei folati rende i piselli un alimento utile anche per le donne in gravidanza. I folati infatti prevengono malformazioni del tubo neurale nei bambini che devono nascere. I piselli sono anche raccomandati in allattamento in quanto contengono minerali, proteine e vitamine. Questi composti sono necessari al corretto sviluppo dei bambini. Antitumorali Uno studio condotto di recente a Citt\à del Messico sostiene che la presenza di un determinato polifenolo, il coumestrolo, ha effetti preventivi nei confronti del tumore allo stomaco. A tal scopo \è necessario assumere almeno 2 milligrammi di questo polifenolo al giorno. Radicali Liberi Sono un alimento che contiene una buona quantit\à di sostanze con propriet\à antiossidanti ed antinfiammatorie. Contengono infatti flavonoidi, carotenoidi come il beta-carotene, polifenoli, vitamina C ed E ed una buona quantit\à di zinco. L\’attivit\à di questi composti funziona da spazzino nei confronti dei radicali liberi con benefici preventivi nei confronti dei tumori e delle malattie degenerative. Recenti studi hanno dimostrato che i piselli sono anche una buona fonte di acidi grassi omega 3 nella forma di acido alfa-linoleico. Curiosit\à Nel Medioevo, in Inghilterra, erano l\’elemento base nella dieta dei ceti poveri. All\’epoca addirittura, agricoltori ed operai venivano pagati in parte con piselli secchi. Alcuni fanno risalire l\’origine del pisello alla Mesopotamia nel 3.000 a.C. . Per conservarli nel congelatore si consiglia, dopo averli sgranati, di bollirli per un minuto, raffreddarli e congelarli. Nel caso non li si volesse sbollentare si possono congelare all\’istante per poi bollirli 5 minuti prima di consumarli. Una nuova scoperta, tutt\’ora allo studio, sostiene che hanno propriet\à benefiche nei confronti della nostra pelle. Sembra infatti che alcune sostanze presenti nei piselli verdi influiscano sulla veloce cicatrizzazione delle ferite eliminandone addirittura i segni sulla pelle. \È infatti allo studio una specie di crema a base di uno speciale polimero. Questa sarebbe da applicare sulla ferita per una veloce cicatrizzazione senza lasciare segni. Forse non Sapevi Che Grazie al buon contenuto di fibre, i piselli si rivelano un ottimo alimento da inserire nelle diete dimagranti. I carboidrati e le proteine forniscono invece energia che viene utilizzata dal corpo in modo graduale. Cina India e Russia sono tra i maggiori paesi produttori di piselli a livello mondiale. Il primato per\ò spetta al Canada con i suoi 3 milioni di tonnellate annue. Secondo le pi\ù recenti stime solo il 5 \% della produzione mondiale di piselli viene venduta fresca. Il resto viene venduto congelato o in scatola.
Spicchiricchi tripadvisor: aperto: prezzi: numero: chiusura:
Offerta Spicchiricchi 7 giugno: - crema di zucchine e carote (veg) - riso int. o grano saraceno verdure al forno o condimento di asparagi (veg) - farinata di ceci con verdure o torta salata zucchine pomodori (veg) - polpette di verdura con insalata fai da te (veg) - crumble di frutta (veg) - ghiaccioli alla fragola (veg) saluti Gabriele Materia prima del giorno: limoni li trovate negli estratti, nei ghiaccioli e non solo, sono un aiuto meraviglioso alle nostre fatiche quotidiane..... Il limone \è un agrume dalle molteplici propriet\à e benefici. Sembra sia originario dell\’India, ma di questo fatto non siamo proprio sicuri, in quanto, la parola limun, in arabo, indica indifferentemente tutti gli agrumi. Potrebbe essere che nell\’antichit\à, il limone e le sue propriet\à, fossero gi\à conosciute dal popolo arabo e appellato, insieme a tutti gli altri agrumi, col nome limun. Una caratteristica quasi unica del limone \è che esso ha la propriet\à di fiorire in continuazione. Si ha cos\ì la possibilit\à di vedere in una pianta di limoni fiori, frutti acerbi e maturi contemporaneamente. Grazie a questo fatto la produzione dei limoni \è presente tutto l\’anno, con un rallentamento durante i mesi pi\ù freddi. A differenza degli altri agrumi il limone pu\ò giungere a maturazione anche una volta staccato dalla pianta. Molto spesso i limoni vengono colti ancora verdi, trattati con un procedimento fungicida, incerati e spediti verso mercati esteri. Qui poi verranno trattati per farli giungere a maturazione. Per questo motivo \è sempre meglio non consumare la loro buccia, a meno che non si \è certi che provengano culture biologiche. Depurativo Il limone ha propriet\à depurative e disintossicanti. La sua assunzione regolare, preferibilmente al mattino quando si \è ancora digiuni, aiuta a regolarizzare l\’intestino, e combatte addirittura la cellulite. Antitumorale Una sostanza contenuta nel limone, il limonene, secondo recenti studi americani, se assunta regolarmente, avrebbe propriet\à antitumorali. Queste propriet\à sarebbero a livello preventivo, soprattutto per quanto riguarda il tumore al pancreas, allo stomaco ed all\’ intestino. Le propriet\à anti tumorali del limone sono da ricondursi, oltre alla vitamina C ed al limonene, anche alla presenza di flavonoidi, composti con propriet\à antiossidanti. Calcoli Renali e Biliari Anche l\’acido citrico presente nel limone apporta benefici in caso di calcoli. Infatti aiuta a sciogliere i calcoli biliari, renali ed i depositi di calcio in generale. Il limonene viene impiegato con successo nel processo di distruzione dei calcoli nella cistifellea. Nausea e Diarrea Il limone \è molto consigliato contro nausea, diarrea e soprattutto per chi ha necessit\à di irrobustire le difese immunitarie. Arteriosclerosi Il suo succo fresco ha la propriet\à di prevenire l\’arteriosclerosi, ha benefici sul fegato, sul pancreas e sul sangue, favorendone la fluidit\à. Anti Anemico e Disinfettante Il limone, quando \è veramente fresco, oltre che rimineralizzante e anti anemico \è un buon attivatore delle difese organiche e un ottimo disinfettante. La vitamina C favorisce l\’assorbimento del ferro da parte dell\’organismo. Facilita cos\ì la formazione di globuli rossi che trasportano ossigeno alle varie parti del corpo. Radicali Liberi Il potere antiossidante della vitamina C contribuisce a bloccare i radicali liberi del nostro organismo. Rallenta quindi l\’invecchiamento delle nostre cellule, in particolare quelle che riguardano il cervello. Rinforza i Vasi Sanguigni La vitamina B3 invece rinforza i vasi sanguigni ed aiuta a prevenire eventuali emorragie interne. Mal di Denti Utilizzare il succo di limone sulla parte dolente del dente pu\ò far passare il dolore. Il succo, utilizzato per massaggiare le gengive, ne blocca l\’eventuale sanguinamento. Funziona anche da disinfettante eliminando i cattivi odori della bocca. Pu\ò anche essere utilizzato per la salute dentale aggiungendo un paio di gocce di succo di limone al dentifricio quando si lavano i denti. Cura dei Capelli Il limone si \è rivelato utile anche nella cura dei capelli, il suo succo utilizzato per massaggiare il cuoio capelluto apporta benefici in caso di forfora e previene la caduta dei capelli. Applicato direttamente ai capelli dona loro lucentezza. Scottature Applicato sulle piccole ustioni lenisce il senso di bruciore mentre, se applicato sulle cicatrici le sbiadisce e le rende meno visibili. Cura della Pelle Il limone \è un antisettico naturale, il suo succo ha effetti benefici anche sulla pelle e pu\ò venire in aiuto in caso di punture d\’insetti, acne, foruncoli, pu\ò rimuovere i punti neri e rendere la pelle pi\ù liscia. Problemi Respiratori L\’abbondanza di vitamina C e di sostanze con propriet\à antiossidanti fa del limone un alimento utile ad alleviare i problemi respiratori, l\’asma in particolare. Piedi Stanchi Un po\’ di succo di limone aggiunto all\’acqua leggermente calda del pediluvio rilassa e dona sollievo in caso di piedi stanchi e doloranti. Emorragie Interne Il limone ha anche propriet\à coagulanti che sono utili per bloccare piccole emorragie interne come ad esempio la perdita di sangue dal naso. In questo caso \è possibile bagnare un batuffolo di cotone con del succo di limone che va poi inserito nel naso per bloccare la perdita di sangue. La Cura del Limone La cura del limone consiste nell\’assumere il primo giorno, a digiuno, l\’equivalente del succo di un limone, di due limoni il secondo giorno, tre il terzo e cos\ì via fino al quindicesimo giorno, in cui si arriva a bere il succo di ben quindici limoni. La cura poi procede in senso inverso, quattordici, tredici, dodici, fino al suo completamento al trentesimo giorno dall\’inizio. Come tutte le cure \è importante ricordare che essa non \è adatta a tutte le persone; infatti non si tratta, come molti credono, di una cura generica per disintossicare e depurare, ma bens\ì di un energico trattamento anti tartarico, che in alcuni casi contrasta l\’insorgere di indesiderati accumuli di calcio. Prima di intraprendere tale cura \è bene essere certi di avere una buona forma fisica e di non essere troppo magri. Chiedere sempre il parere del proprio medico prima di iniziare questo tipo di cura. Non osservare queste indicazioni significa esporsi al rischio di andare incontro a forme di insonnia, dimagrimento e indebolimento generale. Altri Benefici Neutralizza i composti chimici tossici come i nitrati, e le sostanze chimiche prodotte nella preparazione degli alimenti e durante la digestione. Bere un bicchiere di acqua calda e succo di limone aiuta la digestione stimolando la produzione di bile e di succhi gastrici. Mantiene in salute denti e gengive, vasi sanguigni e favorisce la cicatrizzazione, l\’alta percentuale di vitamina C aiuta a prevenire l\’infarto. Per coloro che in nessun modo intendono rinunciare ai frutti di mare crudi, \è importante sapere che poche gocce di succo di limone, eliminano, in pochi minuti, il 92\% di microbi e batteri presenti sulle ostriche. Diversi esperimenti hanno dimostrato che il succo di questo agrume distrugge i batteri della malaria, il colera, la difterite, il tifo ed altre malattie mortali. Per chi invece ha purtroppo problemi di potabilit\à dell\’acqua, ricordiamo che \è possibile renderla potabile aggiungendo ad un litro d\’acqua il succo di un limone spremuto. In Africa occidentale, dove si \è sviluppata un\’epidemia di colera, \è stato riscontrato che aggiungendo succo di lime o di limone ai pasti principali, aumentava la resistenza delle persone ad essere contagiate dalla malattia. In Europa, durante il Rinascimento, le signore alla moda utilizzavano il suo succo per aumentare il rossore delle labbra. Secondo una ricerca giapponese, le persone che lavorano al computer compiono il 54\% in meno di errori se l\’ambiente in cui lavorano profuma di limone. Infatti l\’olio essenziale di limone viene impiegato per favorire concentrazione e memoria. Spazzolare settimanalmente i denti col succo di limone contribuisce mantenerli bianchi e lucenti, mentre frizionare il cuoio capelluto con una lozione preparata con 2 cucchiaini di olio di oliva, 1 cucchiaino del suo succo aiuta a combattere la fragilit\à o la caduta eccessiva dei capelli. Un team di ricercatori dell\’ Agricultural Research Service (A.R.S.) sta studiando le propriet\à e gli effetti della limonina, una sostanza amara che si trova nei semi di arance e limoni, sul colesterolo cattivo. Sembra infatti che quando il fegato \è esposto a questa sostanza produca quantit\à minori di una proteina chiamata Apo B. Questa proteina interviene nella produzione di colesterolo LDL o colesterolo cattivo. Forse non tutti sanno che Il limone anche propriet\à termicide. \È sufficiente appendere negli armadi qualche sacchetto di tela contenente scorze di limone secche per tenere alla larga le tarme. Durante la corsa all\’oro in California nel 19\° secolo, i limoni, e tutti i frutti contenenti molta vitamina C furono molto apprezzati dai minatori e dai marinai che dovevano affrontare lungi periodi di isolamento. Con l\’assunzione di limone proteggevano il loro organismo dallo scorbuto. Attualmente la California e l\’Arizona rappresentano il 95 \% di tutti i limoni prodotti negli Stati Uniti. In quel periodo i limoni erano talmente richiesti che la gente era disposta a pagare un limone l\’equivalente di un euro. Tale prezzo sarebbe caro ancora oggi per un limone, figuriamoci nel 1850. Grazie al fatto che la vitamina C apporta innumerevoli benefici alla nostra salute, non sorprende il fatto che la ricerca scientifica ha confermato che un alto consumo di frutta e verdura contenente questa vitamina \è associato ad un basso rischio di morte dovuto a malattie, in particolar modo a ictus, malattie cardiache e tumore. Chiudiamo con una battuta sarcastica di Alfred Newman: \“Viviamo in un mondo oggi dove la limonata \è composta da aromi artificiali e la cera per mobili invece \è prodotta con limoni veri\”
Spicchiricchi prezzi: indirizzo: telefono: orari: email:
Offerta Spicchiricchi 6 giugno: - crema zucchine e menta calda o fredda a scelta (veg) - riso int. o farro verdure al forno o rag\ù di legumi (veg) - farinata di ceci con verdure o torta salata (veg) - stecco di verdura o polpettine con insalata fai da te (veg) - spinaci marinati con insalata fai da te (veg) - crumble di frutta (veg) saluti Gabriele Materia prima del giorno: la menta che trovate nella crema di verdura e anche nelle granite con la fragola a richiesta La menta \è una pianta erbacea perenne con propriet\à stimolanti appartenente alla famiglia delle Labiate, genere Mentha. Molte sono le variet\à esistenti, le pi\ù diffuse sono la menta piperita, la romana, la mentuccia e la acquatica. A seconda della specie, l\’altezza di questa pianta pu\ò variare da pochi centimetri sino al metro. I suoi fiori sono di un colore rosa intenso mentre le sue foglie sono di colore verde scuro. La menta \è una pianta che non ha esigenze particolari ed \è allo stesso tempo molto resiste bene anche alle rigide temperature invernali. \È una pianta che si sviluppa in modo massiccio, per questo motivo pu\ò risultare infestante ed alcune volte ha bisogno di essere ridimensionata. La menta cresce solitamente in zone pianeggianti ma la si pu\ò trovare fino a 700 metri di altezza in zone riparate dal vento e abbastanza esposte alla luce del sole. Disturbi Gastrointestinali Bench\é le specie di menta siano molte, le propriet\à medicinali sono le stesse per tutte. Questo si deve alla presenza del mentolo che ha propriet\à stimolanti per lo stomaco e lenitive nei confronti dei disturbi gastrointestinali. Propriet\à Digestive Aiuta lo stomaco nei casi di infiammazione e di indigestione. Per i problemi allo stomaco si consiglia una tazza di t\è alla menta. L\’aroma della menta stimola le ghiandole salivari che producono gli enzimi digestivi facilitando cos\ì la digestione. Mal di Testa e Nausea L\’aroma forte e fresco della pianta \è un rimedio veloce ed efficace per far passare la nausea ed il mal di testa. Analgesica Il mentolo ha anche una buona azione analgesica ma va usato con attenzione. In dosi eccessive possono avere spiacevoli effetti collaterali sul sistema nervoso. Benefici per l\’Asma Un uso regolare della menta si rileva molto efficace per le persone che soffrono di asma, questo grazie alle propriet\à decongestionanti di questa pianta. Attenzione per\ò a non esagerare perch\é la menta, in dosi eccessive, pu\ò irritare naso e gola. Stimolante \È un vero e proprio stimolante naturale, ottimo per coloro che si sentono depressi, ansiosi o semplicemente scarichi. Per godere dei suoi effetti stimolanti pu\ò essere ingerita, inalata con il vapore oppure applicata sotto forma di unguento. Un metodo molto semplice per ritrovare velocemente le energie consiste nell\’applicare qualche goccia di olio essenziale di menta sul cuscino prima di andare a dormire. Allergie L\’estratto di foglie si rivela molto utile per combattere le allergie e la rinite perch\é \è in grado di inibire il rilascio di istamine. Mal di Mare Le propriet\à sedative di questa essenza rendono la menta un ottimo aiuto per chi soffre il mal d\’auto o mal di mare bloccando il vomito in pochissimo tempo. Infuso Si pu\ò usare un infuso preparato con 30 gr di foglie fresche ed un litro d\’acqua per i seguenti disturbi: problemi di digestione, diarrea, insonnia, stato di debolezza generale. Alito Cattivo La menta risulta molto utile anche in caso di alito cattivo. 5 gr di foglie fresche in 100 ml di acqua si utilizzano per fare gargarismi depurativi. La menta ha propriet\à germicide quindi inibisce la crescita dei batteri all\’interno della bocca. \È sufficiente strofinare delle foglie fresche sui denti e le gengive per mantenerli in salute. In alternativa, pi\ù semplicemente, si possono masticare regolarmente foglie fresche di menta. Punture di Insetto In caso di puntura di insetti, quali api, vespe, zanzare e calabroni, le foglie fresche saranno in grado di apportare sollievo. Piacevole la sensazione di freschezza che allever\à il prurito. Utili le sue propriet\à antinfiammatorie che ridurranno il gonfiore dovuto alla puntura. Ustioni Le ustioni possono essere lenite applicandovi sopra delle foglie pestate di menta fresca. Funzione Cognitiva Uno studio ha evidenziato gli effetti benefici della menta sulla mente. Nello studio si \è scoperto che le persone che utilizzano molto spesso gomme da masticare alla menta hanno una memoria ed una prontezza mentale superiore rispetto a chi non la utilizza. Pare quindi che la menta aiuti a migliorare notevolmente l\’attivit\à del cervello. Fa Bene alla Pelle L\’olio essenziale ha propriet\à antipruriginose ed antisettiche mentre il succo di menta \è un buon detergente per la pelle. La pianta pu\ò quindi essere utilizzata per curare brufoli ed acne. Carminativa Il suo contenuto di carvacrolo, mentolo e timolo aiutano l\’organismo ad espellere il gas in eccesso dall\’intestino prevenendo la flatulenza. A tal scopo si prepara un\’infusione con un cucchiaino di menta essiccata in un tazza di acqua calda, da bersi due bicchieri al giorno. Febbrifuga Grazie al mentolo, un infuso di foglie stimola ed aumenta la sudorazione con effetti benefici sulla febbre e sulla decongestione delle vie respiratorie. L\’assunzione di menta \è sconsigliata nelle persone con problemi di ulcera e di gastrite in quanto aumenta la secrezione di succhi gastrici. L\’olio essenziale, usato in dosi errate, pu\ò determinare effetti simili a certe sostanze stupefacenti. Pu\ò provocare quindi stati di agitazione e convulsivi con conseguenti depressioni. Curiosit\à In cosmesi, grazie alle sue propriet\à rinfrescanti, la menta viene utilizza per la preparazione di shampoo e detergenti intimi. Si possono impiegare piccole quantit\à di olio essenziale per massaggiare delicatamente le tempie in caso di mal di testa. La medicina cinese, fin dai tempi pi\ù antichi, utilizzava le menta per il trattamento della tosse e del raffreddore, nonch\é come tonico e digestivo. Molto spesso, in gravidanza e sotto il controllo medico, viene suggerito l\’impiego della menta per il trattamento della nausea e dell\’emicrania. Le foglie hanno effetti astringenti e purificanti. Per questo motivo vengono utilizzate nella preparazione di maschere di bellezza e per alleviare i sintomi dell\’acne. L\’uso della menta si estende anche nella preparazione di cocktail. Un esempio \è rappresentato dal mojito, dove, pestata insieme allo zucchero, si accompagna a ghiaccio e rum. Della menta si utilizzano le foglie che si raccolgono in giugno e i fiori disponibili ad agosto.
Spicchiricchi telefono: prezzi: aperto: chiusura: numero:
Laboratorio gratuito di pasta di sale colorata con verdura e spezie, 100\% naturale. Il laboratorio \è riservato a bambini di tutte le et\à. Viene offerta anche una merenda non obbligatoria con succhi e torte di frutta al costo di 5\€. Si richiede la prenotazione per poter preparare il materiale usato per il laboratorio
Spicchiricchi tripadvisor: menu: email: telefono: indirizzo:
Offerta Spicchiricchi 5 giugno: - crema di pomodoro crudo (gazpacho) (veg) - farro o cous cous verdure al forno o spaghetti di verdura (veg) - farinata di ceci con verdure o torta salata (veg) - hummus di piselli con crostini di pane e insalata fai da te (veg) - polpette di verdura con insalata fai da te (veg) - mousse ricotta e fragole saluti Gabriele Materia prima del giorno: il farro Il farro ultimamente sta guadagnando popolarit\à, grazie alle sue propriet\à salutari: contiene fibre, vitamine e molti altri nutrienti buoni per la nostra salute. Il farro \è una pianta erbacea, il suo nome scientifico \è Triticum Dicoccum, ed appartiene alla famiglia delle graminacee. Si pu\ò trovare in commercio in 2 tipologie: il farro decorticato, che \è integrale ed ha bisogno di qualche ora in ammollo prima di essere sottoposto ad una lunga cottura. Il farro perlato che \è privato quasi completamente del rivestimento esterno in modo da evitare l\’ammollo, accorciando cos\ì i tempi di cottura. L\’aspetto della pianta \è molto simile a quella del grano e la sua coltivazione risale ad oltre 5.000 anni fa. Questo tipo di grano \è coltivato ormai in tutto il mondo ed uno dei suoi punti di forza \è il guscio esterno molto duro. Questo rappresenta infatti una valida protezione per il cereale che viene cos\ì preservato dall\’attacco dei parassiti, dalle sostanze chimiche e malattie varie. Perdita di Peso Grazie all\’alto contenuto di proteine e fibre, \è in grado di dare una sensazione di saziet\à subito dopo il suo consumo. \È per questo che apporta benefici alle persone che hanno problemi di linea. Diabete Ha un indice glicemico pi\ù basso rispetto al grano trattato che conosciamo e consumiamo regolarmente. Il fatto che il farro sia anche ricco di fibre, vitamina E e magnesio, apporta benefici per la secrezione del glucosio e dona a questo cereale la propriet\à di ridurre il rischio di diabete di tipo 2. Anallergico Contiene una maggior percentuale di proteine rispetto al grano e queste proteine sono oltretutto pi\ù digeribili ma non solo. Il farro contiene diverse sostanze anallergiche e molte persone che non possono tollerare il grano a causa di problemi allergici, possono tranquillamente sostituirlo con il farro. Questo cereale non pu\ò per\ò essere consumato da coloro che soffrono di celiachia perch\é contiene glutine. Riduce il Colesterolo Contiene una buona percentuale di niacina e di lignani, sostanze che hanno la propriet\à di prevenire molte malattie cardiovascolari. Grazie ai fitoestrogeni, il farro si rivela utile per abbassare i livelli di colesterolo nel sangue ed aumentare l\’elasticit\à dei vasi sanguigni. \È stato dimostrato che mangiare farro regolarmente apporta benefici in caso di aterosclerosi dato che ne rallenta la progressione. Ormoni Sessuali Sempre la niacina svolge un ruolo chiave nella produzione di ormoni sessuali. Il buon funzionamento del sistema endocrino \è molto importante per la nostra salute. \È quindi saggio aggiungere il farro alla per assicurarsi le propriet\à benefiche della niacina sul nostro corpo. Benefici Cardiovascolari Gli alti livelli di ferro e rame aiutano significativamente la circolazione sanguigna. Il ferro ed il rame infatti, sono essenziali per la creazione dei globuli rossi. Quando la circolazione migliora, migliora l\’intera ossigenazione del corpo. Aumenta l\’energia, accelera il metabolismo e la capacit\à di recupero in caso di malanni. Mal di Testa Questo cereale contiene riboflavina che \è una sostanza in grado di ridurre gli attacchi di emicrania. Se soffrite di mal di testa cronici, avrete dei benefici consumando il farro. Calcoli Biliari Uno studio pubblicato sull\’American Journal of Gastroenterology ha dimostrato che i cibi con un alto contenuto di fibre insolubili come il farro hanno la propriet\à di prevenire i calcoli biliari. Questo accade perch\é la fibra insolubile riduce la secrezione degli acidi biliari che, in quantit\à eccessive, contribuiscono alla formazione dei calcoli. Digestivo La fibra contenuta nel farro aiuta ad accelerare il passaggio del cibo attraverso il tratto digestivo. Apporta quindi benefici in caso di costipazione, gonfiore, crampi, diarrea, e in presenza di problemi gastrointestinali pi\ù seri come l\’ ulcera. Benefici alle Ossa Il farro contiene una gamma impressionante di minerali essenziali che apportano benefici alle ossa. Zinco, magnesio, rame, fosforo ed selenio contribuiscono allo sviluppo del tessuto osseo. Grazie alle propriet\à di questi minerali, consumare regolarmente il farro aiuta a prevenire l\’osteoporosi ed altre malattie legate all\’et\à che indeboliscono o degradano le ossa. Altre Propriet\à Grazie all\’alta solubilit\à in acqua, il farro consente al nostro organismo di assorbire pi\ù facilmente le sostanze nutritive in esso contenute. Contiene dei carboidrati con la particolare propriet\à di favorire la coagulazione del sangue e di stimolare allo stesso tempo il sistema immunitario. La Coltivazione del Farro La pianta pu\ò raggiungere i 130 cm, presenta una grande spiga contenente chicchi ovali. Cresce senza particolari difficolt\à su terreni poveri di sostanze nutritive ad un\’altezza che va dai 200 ai 1000 metri sul livello del mare. Il farro si semina nel periodo autunnale e si raccoglie in estate con le stesse macchine utilizzate per la raccolta del grano. La pianta \è robusta e non necessita quindi ne di fertilizzanti ne di diserbanti, anche l\’impiego di concimi \è superfluo. Farro e Calorie Nonostante abbia ottime propriet\à nutrizionali il farro \è il cereale con il minor apporto calorico in assoluto: ogni 100 grammi di parte edibile si hanno 335 calorie rese. Farro e Curiosit\à Il farro ha avuto un notevole successo fin dai tempi antichi. Questo perch\é \è una pianta che cresce bene in terreni poveri di sostanze nutrienti ed allo stesso tempo \è molto resistente al freddo. Con la scoperta di altri cereali la sua coltivazione venne poi quasi abbandonata. La resa non era molto elevata e anche la raccolta era resa molto difficoltosa dal fatto che i chicchi, man mano che maturavano, tendevano a cadere al suolo. ATTENZIONE: il farro contiene glutine e pertanto non ne \è indicata l\’assunzione dalle persone interessate dal morbo celiaco. Il farro costituiva l\’alimento base nella dieta dei soldati romani, famosi per la loro forza e resistenza. Si trova menzione del farro addirittura nella Bibbia, nel libro di Ezechiele, a testimonianza delle sue antiche origini che paiono risalire alla Palestina, da dove poi si \è diffuso in Egitto. Il farro \è stato ritrovato perfino in alcune tombe egizie. Il farro contiene un aminoacido essenziale denominato metionina che \è assente in tutti gli altri tipi di cereali. Forse non Sapevi Che Con la farina di farro \è possibile ottenere un ottimo pane dal sapore simile a quello del classico pane bianco ma molto pi\ù aromatico. Il farro si conserva bene se tenuto al riparo dall\’umidit\à, possibilmente in un contenitore chiuso. In passato veniva utilizzato come merce di scambio ed era usato nel rito matrimoniale romano. Qui la sposa offriva al marito del pane fatto con la farina di farro, che veniva in seguito consumato insieme. Dato che la sua lavorazione \è pi\ù difficile rispetto al grano, il prezzo del farro \è leggermente superiore.

 


Pranzo veloce, farro con verdure al forno e hummus. Tutto molto buono. Consiglio per una pausa pranzo veloce. Ci ritornerò!

Spicchiricchi - Bologna
Il ristorante più sano in cui abbia mangiato a Bologna. Nel vero senso della parola. Ingredienti sempre freschissimi e saporti. Estratti migliori della città. Torte salate, riso, farro, cous cous, tutto buono. Consigliatissimo! Non sono vegano e non sono vegetariano quindi lo consiglio a tutti.

Spicchiricchi - Bologna
Piccolo locale con pochi posti a sedere, ideale per mangiare velocemente. Non c'è moltissima scelta ma il poco che c'è è di discreta qualità a prezzi tutto sommato interessanti

Spicchiricchi - Bologna
Questo delizioso locale (un po' casa e un po' osteria) è il posto giusto per chi vuole mangiare sano, mangiare bene e spendere il giusto! Bella l'idea, buoni i prodotti elaborati con passione e semplicità, il risultato? Perfetto. Consigliato per tutti, da zero a cento anni!

Spicchiricchi - Bologna
Il piccolo locale SPicchiricchi potete scovarlo in una via parallela alla rumorosa via Indipendenza,locale semplice con qualche posto a sedere, calda l'accoglienza! ottime le torte salate cosi come la paste di base e gli ingredienti rigorosamente di stagione. Non aspettatevi un ricco menu, ma tutto dipende dall'ortolano del giorno! Prezzi nella media e per essere un biologico non ti spenna... Altro 

Spicchiricchi - Bologna
Situato in una via parallela alla rumorosa via Indipendenza, mantiene la caratteristica della via che lo ospita... Via non particolarmente attraente ma con tesori nascosti...palazzi d'epoca ben occultati. Spicchiricchi non eccelle nell' artedamento, semplice e monacale... L'accoglienza semplice e poco espansiva... Ma le torte dolci e salate sono ottime nella loro semplicità! Ottima la paste di base è gli ingredienti... Altro 

Spicchiricchi - Bologna
Qualità eccellente, accoglienza cordiale attenta cura della cucina, pulizia compresa; giusto per non perder tempo e mangiar "bene", oltre che sano, gustoso, variato, adatto anche ai bambini; ambiente quieto, frequentazione educata ma non altezzosa, bella luce, ottime le bevande fredde o calde, a base di ingredienti freschi, stagionali. Il costo è giusto, basso per Bologna centro, la correttezza esemplare, rara... Altro 

Spicchiricchi - Bologna
Piccolo locale da asporto di prodotti vegetariani (e vegani) rigorosamente biologici. Non so se è possibile anche mangiare in loco, ma sicuramente l'aspetto abbastanza trasandato e poco luminoso dell'ambiente non invoglia alla sosta. Per quello che riguarda la qualità del cibo (che poi è quello che conta) ho provato una torta salata (abbastanza insignificante), una delicata vellutata con crostini e... Altro 

Spicchiricchi - Bologna

Spicchiricchi

Bologna

Via Galliera 22/B, 40121 Bologna, Italia





 


Home