Spicchiricchi

Bologna

Via Galliera 22/B, 40121 Bologna, Italia


 




Spicchiricchi menu: email: chiusura: tripadvisor: orari:
Offerta Spicchiricchi 24 maggio: - gazpacho, crema di pomodoro crudo con crostini di pane (veg) - farro o miglio verdure al forno o sugo di ceci (veg) - farinata di ceci con verdure e torta salata (veg) - spiedini di polpette con insalata fai da te (veg) - rustica di frutta (veg) - fragole con o senza yogurt a scelta saluti Gabriele Materia prima del giorno: basilico che trovate nel gazpacho La pianta del basilico, nome scientifico Ocimum basilicum, \è una pianta erbacea con propriet\à aromatiche. \È a carattere annuale ed appartiene alla famiglia delle Lamiaceae. La pianta, per crescere, predilige il clima mediterraneo, con temperature che oscillano dai 21\° ai 26\° e non sopporta temperature inferiori ai 10\°. Fiorisce nel periodo estivo. Grazie al suo aroma intenso e piacevole il basilico viene molto utilizzato in cucina, soprattutto in Italia. Per mantenere intatte le sue propriet\à aromatiche ed organolettiche il basilico va utilizzato fresco ed aggiunto ai piatti all\’ultimo momento. La cottura riduce di molto il suo aroma mentre l\’essiccazione lo elimina del tutto. Propriet\à e Benefici del Basilico Il basilico \è un\’ottima pianta aromatica in grado di dare pi\ù gusto ad una grande variet\à di piatti della cucina mediterranea. Grazie alle sue propriet\à, rappresenta un valido aiuto naturale per la cura di diverse patologie. Apparato Intestinale Viene anche impiegato come sostanza stimolante dell\’apparato intestinale, in quanto, le sue propriet\à facilitano la digestione e favoriscono l\’appetito, non solo. Rafforza il sistema nervoso, allevia gli stati d\’ansia e di nervosismo, \è utile nei casi di insonnia ed utilizzabile anche in caso di asma, bronchiti e tosse. Apparato Cardiocircolatorio \È una buona fonte di magnesio, un minerale che rilassando la muscolatura ed i vasi sanguigni migliora il flusso sanguigno e diminuisce il rischio di irregolarit\à del battito cardiaco. Il magnesio ed il beta-carotene apportano benefici alle arterie ed ai vasi sanguigni contribuendo cos\ì a mantenere in salute il nostro apparato cardiocircolatorio. Antinfiammatorio Sempre da questo studio \è emerso che l\’assunzione di basilico crudo serve a contrastare e combattere diversi tipi di infiammazione come raffreddori e malattie della pelle. Questa particolare propriet\à della pianta sembra sia da ricondursi alla sostanza che conferisce il caratteristico aroma al basilico, l\’eugenolo. Il basilico ha propriet\à antinfiammatorie per cui, se ingerito, pu\ò apportare benefici all\’intestino in caso di infiammazioni, di presenza di gas e di dolori localizzati. Artrite Secondo uno studio condotto in India, il basilico si \è rivelato un\’arma efficace nell\’alleviare i dolori derivanti dall\’artrite, che come sappiamo \è una fastidiosissima patologia che colpisce le articolazioni. \È stato dimostrato che l\’assunzione di succo di basilico concentrato in pastiglie, pu\ò ridurre notevolmente le dimensioni delle articolazioni ingrossate e doloranti a causa dell\’artrite. Punture di Insetti In caso di punture di insetti pu\ò rappresentare un buon rimedio di emergenza (in mancanza d\’altro). Si mastica qualche foglia fresca e poi si applica nella zona interessata dal morso. In questo modo il basilico lenisce il dolore ed aiuta ad estrarre il veleno. Antibatterico Ha anche propriet\à antibatteriche ed \è questo un motivo in pi\ù per includerlo nella nostra dieta a tutto beneficio del nostro intestino. Studi in laboratorio ne hanno dimostrato l\’efficacia. Alcune sostanze contenute nel suo olio essenziale, come ad esempio il limonene, il linalolo, l\’eugenolo, l\’estragolo, il cineolo, il sabinene ed il mircene, hanno propriet\à in grado di contrastare la crescita di numerosi tipi di batteri. Le propriet\à antibatteriche dell\’olio essenziale sono utili anche per curare le infezioni all\’orecchio. Mal di Testa Il suo impiego \è utile anche per far passare il mal di testa. A tale scopo si mettono un paio di cucchiai di basilico essiccato in una pentola di acqua bollente e poi ci si avvicina con il viso con un asciugamano in testa e se ne respirano i vapori. L\’asciugamano va fatto scendere tutto attorno alla testa e deve lambire i bordi della pentola in modo da incanalare il vapore verso le vie respiratorie. Antiossidanti Le sue foglie contengono una serie di fitonutrienti ed antiossidanti la cui attivit\à sembra essere utili per contrastare l\’attivit\à dei radicali liberi. I principale costituenti ad attivit\à antiossidante sono le vitamine A, C ed E, la zeaxantina, la luteina ed il beta-carotene. Ossa La vitamina K \è essenziale per garantire la coagulazione del sangue in caso di necessit\à. Ha un ruolo fondamentale nel rafforzamento e nella mineralizzazione delle ossa. Galattogeno La sua assunzione aumenta la produzione di latte materno durante l\’allattamento. In caso di nausea un buon rimedio \è costituito da un t\è preparato con foglie secche di basilico. Cosa volere di pi\ù da questa pianta? Infuso Contro l\’Ansia Per contrastare gli stati d\’ansia ma anche di stress, mettere in infusione per 10 minuti un cucchiaio di basilico in 4 dl. di acqua bollente. Trascorso tale tempo filtrare e berne una tazza dopo pranzo. Curiosit\à Il basilico cresce in molte regioni di tutto il mondo ma la sua origine si fa risalire all\’India, all\’Asia ed all\’Africa. Il nome latino del basilico Basilikon significa letteralmente erba regale proprio a significare la grande importanza che questa erba aromatica rivestiva gi\à nell\’antichit\à. Si ritiene che anche i crociati dovevano essere gi\à a conoscenza delle propriet\à terapeutiche del basilico, infatti, a quanto pare, erano soliti riempire le stive delle loro navi di questa piantina per scacciare gli insetti e curare le infezioni. Per fruire delle sue propriet\à tonificanti sulla pelle versate una ventina di gocce di olio essenziale nell\’acqua del bagno prima di immergervi. Gi\à nell\’antichit\à vi erano testimonianze delle varie propriet\à che il basilico si supponeva avesse. Plinio il vecchio ne assicurava l\’efficacia contro le crisi epilettiche, San Bernardo lo considerava un ottimo mezzo per allontanare le ossessioni e le idee fisse. Il basilico migliore, quello con pi\ù propriet\à aromatiche, \è quello raccolto nel periodo appena prima della fioritura. Sempre nell\’antichit\à, per determinare se un luogo era pi\ù o meno salubre per la salute, si era soliti osservare come si comportava la crescita del basilico in quel luogo. Pu\ò essere conservato essiccato ma in questo modo perde gran parte delle sue propriet\à aromatiche. Meglio forse conservarlo surgelato per mantenere meglio il suo caratteristico aroma.
Spicchiricchi tripadvisor: menu: aperto: telefono: numero:
Offerta Spicchiricchi 23 maggio: - crema di verdure speziate (veg) - farro o cous cous verdure al forno o zucchine e pomodori freschi (veg) - farinata di ceci con verdure o torta salata (veg) - polpettine di verdura con insalata (veg) - salsa di piselli con crostini e insalata (veg) - mousse ricotta e fragole - crumble di frutta (veg) saluti Gabriele Materia prima del giorno: il peperoncino che trovate nella vellutata e nel sugo zucchine e pomodori (sempre in modica quantit\à......) Il nome scientifico del peperoncino, alimento ricco di propriet\à per la salute umana, \è Capsicum. Il peperoncino rosso appartiene alla famiglia delle Solanaceae ed \è originario delle Americhe. Attualmente la sua coltivazione \è ormai diffusa in ogni parte del mondo. Come molti altri alimenti salutari, il peperoncino era conosciuto per le sue propriet\à ed i suoi benefici fin dall\’antichit\à. Dal ritrovamento di reperti archeologici sappiamo con certezza che fin dal 5000 a.C. circa, la popolazione messicana conosceva il peperoncino ed era dedita alla sua coltivazione. Fu importato in Europa da Cristoforo Colombo, nel suo secondo viaggio, risalente al 1493. Le Principali Specie di Peperoncino Le variet\à di peperoncino sono molto numerose, qui di seguito elenchiamo le 4 specie pi\ù conosciute ed impiegate per uso alimentare: Capsicum annuum: la sua coltivazione \è la pi\ù diffusa, comprende il peperoncino usato in Italia, quello di Cayenna, che in assoluto \è la variet\à pi\ù piccante, quello messicano chiamato Jalapeno e i peperoni. Capsicum baccatum: di piccantezza media, la sua zona di coltivazione \è prevalentemente quella della Bolivia e del Per\ù. Capsicum chinense: questa variet\à comprende peperoncini tra i pi\ù piccanti al mondo, gli Habanero, con una forma arrotondata ed un colore rosso arancione. \È originario del Sud America. Capsicum frutescens: anche questa specie \è molto piccante, la variet\à pi\ù famosa \è chiamata tabasco. Grazie all\’abbondanza di succo che caratterizza questa qualit\à si produce la nota salsa che prende il nome dal peperoncino stesso, tabasco. Antitumorale Contiene un composto alcaloide, chiamato capsaicina, al quale sono state attribuite propriet\à antitumorali, antibatteriche ed analgesiche. Oltre che per motivi gastronomici, i benefici che apporta alla salute rappresentano un motivo in pi\ù per consumarlo. Alcuni ricercatori giapponesi ed americani hanno scoperto che il peperoncino rosso potrebbe avere un ruolo importante nella prevenzione del tumore alla prostata. Da esperimenti condotti su cavie da laboratorio \è emerso che i topi che assumevano capsaicina, che \è il principio attivo del peperoncino rosso, sviluppavano masse tumorali ridotte dell\’80\% circa rispetto ai topi che non ne mangiavano. A conferma di questa notizia lo studio \è stato pubblicato nel 2006 su Cancer Research. Ricordiamo tuttavia che l\’organismo degli animali \è molto diverso dal nostro ed anche le sue reazioni non sono le stesse. Tumore allo Stomaco Il suo uso regolare, grazie alle sue propriet\à antiossidanti, sembra inibire lo sviluppo di manifestazioni cancerose anche e livello dello stomaco. Naturalmente il tutto deve ancora essere confermato da ulteriori studi e verifiche sull\’uomo, per avere prove scientifiche sufficienti ad affermarlo con certezza. Benefici Cardiovascolari Il peperoncino rosso piccante ha dimostrato propriet\à utili a ridurre i trigliceridi ed i livelli di colesterolo nel sangue e nello stesso tempo i suoi effetti risultano efficaci per ridurre il rischio della formazione di coaguli nel sangue. Tutto questo va a vantaggio della salute del cuore e dell\’apparato cardiocircolatorio. Studi e statistiche hanno evidenziato come nei paesi in cui si fa un largo uso di questo vegetale vi \è un tasso molto basso di infarti, ictus e problemi cardiovascolari in genere. Radicali Liberi Utilizzare regolarmente, ma senza esagerare, un po\’ di peperoncino rosso piccante fresco per condire i nostri piatti, protegge l\’organismo dai danni dei radicali liberi. Questi composti sono la causa all\’origine di diverse malattie, tra cui l\’arteriosclerosi. Questa propriet\à \è stata dimostrata da uno studio di quattro settimane su soggetti a cui sono stati somministrati peperoncini freschi. I risultati hanno confermato che i pazienti hanno aumentato la resistenza all\’ossidazione dei grassi del loro organismo. Propriet\à Digestive Se somministrata per via orale, la capsaicina sollecita una secrezione maggiore di enzimi digestivi favorendo appunto il processo digestivo. Diabete Le propriet\à del peperoncino si rivelano interessanti anche nel caso di diabete di tipo 2. In uno studio australiano pubblicato sull\’ American Journal of Clinical Nutrition, i ricercatori hanno dimostrato che, dopo un pasto che comprende il peperoncino rosso, i pazienti diabetici hanno bisogno di una dose inferiore di insulina per abbassare la glicemia rispetto a quando consumano un pasto senza peperoncino. Ricco di Vitamina C Se consumato fresco \è una fonte ricchissima di vitamina C. Grazie all\’abbondante presenza di Vitamina C, il consumo regolare di peperoncino apporta benefici alla pelle e protegge il corpo dagli agenti infettivi, dai radicali liberi e da malattie come lo scorbuto. Benefici ai Capelli Anche i capelli traggono benefici dall\’uso del peperoncino rosso, infatti una migliore circolazione sanguigna avrebbe effetti positivi anche sulla vita dei bulbi piliferi. Trattamento del Dolore La capsaicina \è una sostanza riconosciuta per il trattamento del dolore derivante dall\’artrosi. Esistono diversi studi che descrivono i vantaggi ed i benefici nell\’utilizzo di questa sostanza nei confronti del dolore da artrosi. Uno studio in doppio cieco condotto su 200 pazienti con psoriasi, ad alcuni sono stati somministrati dei placebo mentre ad altri delle pomate con capsaicina. I pazienti che hanno ricevuto le pomate con estratto di peperoncino rosso hanno avuto dei miglioramenti tangibili. Espettorante La capsaicina non \è utile solo in caso di dolore, le sue propriet\à sono anche d\’aiuto nell\’eliminazione del muco dalle vie respiratorie. \È importante ricordare che, come per tutti gli alimenti, per trarre benefici dalle buone propriet\à del peperoncino, non \è necessario abusarne perch\é si rischia di tramutare un alimento salutare per la nostra salute in uno dannoso. Come Diminuire la Sensazione del Bruciore Generalmente quando si mangia qualcosa di particolarmente piccante e non si \è abituati, si ha come la sensazione che la bocca vada a fuoco e l\’istinto \è quello di bere acqua fresca. La sostanza del peperoncino che provoca bruciore, la capsaicina, non \è solubile in acqua e per questo, dopo aver bevuto, il bruciore resta. Ecco gli accorgimenti che si possono adottare per alleviare il bruciore del peperoncino: mangiare dello yogurt naturale o della mollica di pane, bere latte fresco, assumere olio o superalcolici (senza esagerare), tutti elementi in cui la sostanza piccante si scioglie e la sensazione di bruciore si attenua. L\’Unit\à di Misura per il Piccante Nel 1912 il chimico americano W. Scoville invent\ò un metodo per misurare il grado di piccantezza del peperoncino. La misurazione del grado di piccante viene espressa in SU (Scoville Units) che indicano il grado di diluizione in acqua necessario per rendere impercettibile la sensazione di piccante. In base ai risultati del test, ad ogni peperoncino \è stato attribuito, a grandi linee, un grado di piccantezza. Il valore pi\ù basso spetta al peperone o peperoncino dolce: 0-150 SU. Il pi\ù alto spetta invece al peperoncino Habanero Red Savina: 350.000 SU. Per fare un esempio 1 cc di Habanero dopo essere stato diluito in 300 litri d\’acqua d\à ancora la sensazione di piccante \… Curiosit\à I volatili, a differenza dei mammiferi, non sono sensibili all\’effetto piccante del peperoncino, questo perch\é la sua sostanza irritante, la capsaicina, agisce su uno speciale recettore nervoso che gli uccelli non possiedono. Per questo motivo il peperoncino risulta essere un alimento prediletto dagli uccelli, in quanto \è una ricca fonte di vitamina C e carotene, molto utili durante la muta del piumaggio. In cambio, i volatili contribuiscono alla diffusione dei semi, sia mentre consumano il peperoncino, sia tramite le feci. I infatti semi riescono a passare indenni attraverso l\’apparato digerente. Si pensa che questa particolarit\à abbia contribuito a rafforzare l\’idea della capsaicina come sostanza protettrice. Esistono centinaia di tipi di peperoncino che hanno forme, colori, dimensioni e livello di piccantezza diversi. Per scegliere un buon peperoncino fresco verificatene il colore intenso e lucido, la pelle deve essere ben tesa e gli steli rigidi e freschi. Per scegliere invece un buon peperoncino rosso essiccato attenetevi al colore, se si presenta scolorito probabilmente avr\à poco sapore. Conservate i peperoncini freschi in sacchetti di carta, nella parte bassa del frigorifero adatta alle verdure, se invece volete farli essiccare sar\à sufficiente appenderli al sole. Quello in polvere va invece conservato in barattoli in vetro chiusi ed al riparo dalla luce.
Spicchiricchi email: prezzi: telefono: menu: prezzi:
Offerta Spicchiricchi 22 maggio: - crema di verdure e legumi (veg) - riso int. o cous cous verdure al forno o condimento crudo (veg) - farinata di ceci con verdura o torta salata (veg) - hummus di piselli con crostini di pane e insalata fai da te (veg) - nidi di patate al forno con verdure e insalata fai da te (veg) - crumble di frutta (veg) Materia prima del giorno: l'insalata ottimo alimento estivo La pianta della lattuga, nome scientifico Lactuca sativa, appartiene alla famiglia delle Astaraceae. La pianta, che \è a carattere biennale, si divide in diverse specie, queste le pi\ù comuni e conosciute. La variet\à liscia, la lattuga romana, la iceberg, la gentile e la lattuga incappucciata, quest\’ultima molto utilizzata nella cucina partenopea. Il suo nome scientifico prende origine dal latino, probabilmente per il fatto che le sue radici, quando tagliate, secernono una linfa di colore bianco simile al latte (lac in latino). Perdita di Peso La lattuga \è un vegetale molto poco calorico, per questo motivo \è molto indicato per chi vuole perdere peso. Allo stesso tempo ha un buon contenuto di fitonutrienti utili alla salute ed in grado di prevenire alcune malattie. Abbassa il Colesterolo L\’abbondanza di beta-carotene, che \è un potente antiossidante, ha propriet\à utili per mantenere in salute la vista e la pelle. Inoltre, insieme alla vitamina C, il beta-carotene \è molto utile per tenere sotto controllo il tasso di colesterolo cattivo nel sangue. Antitumorale I flavonoidi invece aiutano a prevenire alcuni tipi di tumore come quello al polmone ed alla bocca. Radicali Liberi Gli studi sulla lattuga hanno dimostrato che questa verdure ha un buon contenuto di antiossidanti la cui principale propriet\à \è quella di contrastare l\’attivit\à dei radicali liberi che sappiamo essere molto pericolosi per la salute umana. Alzheimer La lattuga contiene un buona percentuale di vitamina K che ha un ruolo primario nel metabolismo osseo. Inoltre la vitamina K sembra avere propriet\à benefiche nei confronti dei malati di Alzheimer limitando il danno neuronale. Degenerazione Maculare Contiene zeaxantina, un importante carotenoide che ha propriet\à protettive nei confronti degli occhi. Si ritiene che questa sostanza offra una certa protezione nei confronti della malattia oculare tipica dell\’et\à avanzata. Cura gli Occhi Pu\ò essere utilizzata per la preparazione di un collirio contro la congiuntivite e gli occhi stanchi. A tal proposito si fanno bollire 60 grammi di foglie in mezzo litro d\’acqua per 6 minuti aggiungendo qualche goccia di olio d\’oliva. Una volta che la soluzione si \è raffreddata occorre fare gli impacchi agli occhi utilizzando una garza. Salute del Cuore Contiene una discreta quantit\à di minerali utili al buon funzionamento del nostro organismo. Il potassio regola la frequenza del battito cardiaco e controlla la pressione sanguigna, allo stesso tempo \è anche un componente importante delle cellule e dei fluidi corporei. Rame e ferro invece intervengono nella produzione dei globuli rossi. Propriet\à Digestive La presenza di fibre invece rappresenta un aiuto in pi\ù per il processo digestivo, se funziona bene la digestione funziona anche meglio il controllo del peso. Insonnia Le foglie hanno anche un blando effetto sedativo, per questo motivo la sua assunzione ha propriet\à utili in caso di insonnia. Per facilitare il sonno si pu\ò mangiare questa insalata condita con olio di oliva oppure, per potenziarne l\’effetto, si pu\ò preparare un decotto con foglie di lattuga. Bere un bicchiere di decotto alla mattina e uno alla sera prima di andare a letto. Il componente a cui si deve l\’effetto rilassante \è la lattucina. Propriet\à Diuretiche \È un ottimo diuretico, stimola l\’eliminazione di urina ed il suo utilizzo \è consigliato in caso di patologie come l\’obesit\à, dolore ai reni, ipertensione arteriosa, calcoli renali ed infiammazione della vescica. Carminativa Ha propriet\à carminative utili a prevenire la flatulenza, per beneficiare di questi effetti occorre bere un decotto di foglie, un bicchiere alla mattina ed uno alla sera. Lattuga Calorie A conferma del suo basso apporto calorico, ogni 100 grammi abbiamo solamente 15 calorie. Curiosit\à Sapevate che la lattuga appartiene alla stessa famiglia del cardo e delle margherite? \È proprio cos\ì invece, il cardo, le margherite e la lattuga appartengono tutti alla famiglia delle Astaraceae. Grazie alle sue propriet\à sedative era venerata gi\à ai tempi dei Greci e dei Romani. Pare che addirittura nel 6\° secolo a.C. fosse presente sulle tavole dei re persiani. L\’imperatore romano cesare Augusto era un gran sostenitore delle propriet\à di questa insalata in quanto era convinto che mangiandola era guarito da una malattia che lo affliggeva da diverso tempo. In Cina si ritiene che consumare questo tipo di insalata in occasioni speciali porti particolarmente fortuna. \È sempre meglio acquistare insalata biologica in quanto quella non biologica pu\ò contenere tossine e pesticidi, la lattuga \è infatti una pianta che piace molto anche agli insetti e ad altri piccoli organismi. La lattuga pu\ò anche essere usata come deodorante per il corpo, in particolar modo per piedi ed ascelle. Per questo scopo occorre estrarre il suo succo (pu\ò essere conservato in frigorifero) e passarlo sulle parti interessate dopo averle lavate con l\’acqua. La variet\à selvatica cresce in quasi tutto il mondo.
Spicchiricchi indirizzo: email: telefono: numero: chiusura:
Offerta Spicchiricchi 20 maggio: - farro o riso int. verdure al forno o sugo di lenticchie (veg) - farinata di ceci con verdura (veg) - polpette di verdura con insalata fai da te (veg) - schiacciata fragola e mela (no zucchero aggiunto, veg) - macedonia con ciliegie saluti Gabriele Buon week end a tutti
Spicchiricchi orari: prezzi: recensioni: menu: indirizzo:
Offerta Spicchiricchi 19 maggio: - crema verdure e spezie (veg) - farro o cous cous verdure al forno o saltate (veg) - farinata di verdure (veg, no glutine) - crostini di pane con maionese di piselli e insalata fai da te (veg) - polpette di verdura con insalata fai da te (veg) - mousse ricotta e fragole - rustica di frutta (veg) saluti Gabriele P.S. PER PROBLEMI TECNICI DI CONNESSIONE INTERNET SOLO PER OGGI 19.05 SI ACCETTANO SOLO ORDINAZIONI TELEFONICHE ALLO 051.273987 SCUSATE PER IL DISAGIO
Spicchiricchi prezzi: chiusura: orari: email: prezzi:
Offerta Spicchiricchi 18 maggio: - crema di verdura e ceci (veg) - bulgur o cous cous verdure al forno o sugo di piselli (veg) - farinata di ceci con verdura o pizza vegan (veg) - burger vegetali o tortini di verdura con insalata fai da te - hummus di piselli con crostini di pane e insalata fai da te (veg) - rustica di frutta (veg) - mousse ricotta e fragole - ghiaccioli alla fragola (veg) Saluti Gabriele Materia prima del giorno: i ceci, anche vegetariani e vegani hanno diritto alle proteine...... Ceci Propriet\à e Benefici I ceci sono i semi di una pianta appartenente alla famiglia delle Fabaceae il cui nome scientifico \è Cicer arientinum. Questo legume \è uno dei pi\ù antichi nella storia dell\’umanit\à ed attualmente rappresenta il terzo legume pi\ù consumato al mondo dopo i fagioli e la soia. La pianta del cece proviene dall\’oriente, probabilmente dalla Turchia, ed \è coltivata fin da tempi antichissimi in tutta la zona del bacino mediterraneo. Due sono le variet\à principali, una occidentale dalla forma pi\ù grande e dal colore beige\/giallognolo ed una orientale dal diametro pi\ù piccolo e dal colore tendente al rossastro. Abbassano il Colesterolo Una ricerca apparsa sulla rivista Annals of Nutrition and Metabolism descrive le propriet\à che i ceci hanno di abbassare i livelli di LDL o colesterolo cattivo nel sangue e di conseguenza il ruolo protettivo che i ceci svolgono nei confronti del cuore. Le motivazioni di questi effetti benefici dei ceci sono da ricondursi alla buona presenza in questi legumi di magnesio e di folato. Quest\’ultimo infatti sembra avere la propriet\à di abbassare i livelli di un aminoacido che, quando presente in quantit\à eccessiva nel sangue, aumenta la possibilit\à di infarto e di ictus. Il nome di questo aminoacido \è omocisteina. Un\’altra sostanza presente nei ceci che concorre a ridurre il colesterolo LDL \è la lecitina che, insieme agli acidi grassi polinsaturi, \è il principale antagonista del colesterolo cattivo. Circolazione Sanguigna L\’abbondanza di magnesio nei ceci invece, apporta benefici alla circolazione sanguigna. Migliora inoltre l\’apporto di sostanze nutritive all\’organismo. La sua carenza invece \è messa in relazione con un aumento di rischio di infarto. Pressione Sanguigna Il potassio, che \è una antagonista del sodio, da il suo contributo per il controllo della pressione arteriosa. Omega 3 Contengono anche acidi grassi insaturi, meglio conosciuti come Omega 3. Oltre a prevenire gli stati di depressione hanno la propriet\à di abbassare i trigliceridi. Sono soprattutto sono in grado di apportare benefici al ritmo cardiaco evitando cos\ì l\’insorgere di aritmie al cuore. Ricchi di Fibre Degna di nota la presenza di una buona quantit\à di fibre solubili. Queste hanno la propriet\à di regolare le funzioni del nostro intestino. Allo stesso tempo contribuiscono a mantenere equilibrati i livelli di glucosio nel sangue. Anche le fibre solubili concorrono nell\’eliminazione del colesterolo dal sangue. Queste fibre infatti migliorano la circolazione sanguigna assorbendo il colesterolo prima che questo venga assorbito dall\’intestino. In questo modo la fibra solubile forma un ammasso di gel che viene espulsa dall\’organismo tramite le feci e con questa anche il colesterolo. Proteggono il Fegato La presenza di colina invece apporta benefici al fegato dal punto di vista della prevenzione o del trattamento di alcune patologie come la cirrosi, l\’epatite o il tumore. Antiossidanti Contengono anche saponine, sostanze fitochimiche con propriet\à antiossidanti, recenti studi suggeriscono che le saponine presenti in questo legume siano in grado di ridurre il rischio di tumore al seno nelle donne. Carie Dentali Contengono anche molibdeno, un minerale con interessanti propriet\à. Pare sia utile nella prevenzione delle carie e nella cura dell\’impotenza maschile. Oltre a questo il molibdeno aiuta l\’organismo ad espellere i solfiti. Propriet\à Sazianti Grazie alla presenza di fibre e di carboidrati complessi che mantengono gli zuccheri ad un livello adeguato, questi legumi hanno propriet\à sazianti che possono tornare utili nelle diete dimagranti. Diabete Un\’altra propriet\à dei ceci, e dei legumi in generale, \è quella di mantenere stabile la percentuale di zuccheri nel sangue, infatti gli zuccheri dei ceci vengono assorbiti lentamente dall\’organismo. Buona Digeribilit\à Rispetto a tutti gli altri legumi sono quelli caratterizzati da una migliore digeribilit\à. Questa propriet\à \è dovuta al fatto che i ceci contengono meno oligosaccaridi e necessitano quindi di un\’insalivazione minore per essere digeriti. Per questo motivo provocano una minore flatulenza rispetto ai fagioli. Salute delle Ossa Ferro, calcio, zinco, magnesio e vitamina K presenti nei ceci contribuiscono alla formazione delle ossa ed alla loro salute. Un basso apporto di vitamina K \è stato associato ad un rischio pi\ù elevato di fratture ossee. Preparazione dei Ceci I ceci secchi richiedono un tempo di preparazione abbastanza lungo che va dalle 12 alle 18 ore per quanto riguarda il periodo di ammollo precottura. Per quest\’ultima invece \è preferibile un tegame di terracotta in cui i ceci dovranno cuocere per tre ore a fuoco basso. La cottura deve iniziare in acqua fredda portata ad ebollizione a fuoco lento e con coperchio. \È importante che siano ben cotti per non avere problemi a livello digestivo, ricordiamo inoltre che i ceci dopo l\’ammollo e la cottura raddoppiano praticamente di volume. Controindicazioni I ceci non hanno particolari controindicazioni, l\’unica cosa a cui bisogna prestare attenzione \è la loro cottura. Infatti se non vengono cotti a dovere, a causa della cellulosa in essi contenuti, risultano un po\’ difficili da digerire. Ricordiamo che una volta acquistati, prima ci cucinarli vanno messi in ammollo per almeno 12 ore in acqua tiepida, dopodich\é vanno cotti in una pentola a fuoco lento e con il coperchio. Curiosit\à Contengono pi\ù lecitina rispetto alla soia ed alle arachidi. Il nome deriva dal latino cicer arietinum e la seconda parola sta ad indicare la somiglianza che questi legumi hanno con la testa dell\’ariete. Pare che il cognome Cicerone discendesse da un antenato dello stesso che aveva una verruca sul naso che richiamava la forma del cece. Prima di acquistarli \è sempre meglio controllare la data di essiccazione. Oltre ad un periodo di ammollo pi\ù lungo i ceci vecchi perdono anche alcune loro propriet\à, inoltre \è sempre meglio consumare ceci che non siano pi\ù vecchi di un anno. La semina dei ceci avviene normalmente in primavera mentre la raccolta avviene durante l\’estate, nel periodo compreso tra giugno e settembre. Le variet\à sono molto numerose ma le due pi\ù conosciute e diffuse sono il cece Kabull ed il Desi. Una diceria popolare si avvale di questi legumi come esempio di qualcosa di scomodo, di penitenza. Molti di voi avranno udito qualche volta le frase \” in ginocchio sui ceci \“. Molti decenni fa infatti, i maestri elementari, erano soliti punire gli alunni pi\ù irrequieti mettendoli in ginocchio sui ceci. Una volta cucinati possono essere conservati in frigorifero per 4 o 5 giorni in un contenitore chiuso ermeticamente. Importante I ceci non contengono glutine e si rivelano quindi un alimento particolarmente indicato per tutte quelle persone che sono interessate dal morbo celiaco.
Spicchiricchi recensioni: numero: indirizzo: email: menu:
Sono arrivati i ghiaccioli.....
Spicchiricchi menu: numero: recensioni: chiusura: email:
Offerta Spicchiricchi 17 maggio: - crema di patate e carote (veg) - riso int. o bulgur verdure al forno o zucchine e pomodori freschi (veg) - farinata o torta salata (veg) - nidi di patate con insalata fai da te (veg) - hummus di ceci con crostini di pane e insalata (veg) - schiacciata di fragola e mela (veg, no glutine, no zucchero aggiunto) - fragole con o senza yogurt a scelta saluti Gabriele Materia prima del giorno: i pomodori, finalmente sono arrivati, oggi li trovate nel condimento crudo per il cereale e nell'insalata fai da te Pomodoro: Propriet\à e Benefici Il pomodoro, ortaggio dalle molteplici propriet\à, \è il frutto della Solanum lycopersicum. La pianta \è un\’ erbacea a carattere annuale che appartiene alla famiglia delle Solanacee, ordine Tubiflore. Il pomodoro \è originario del Sud America e viene ormai coltivato un po\’ dappertutto da lungo tempo. Lo si trova in vendita con numerose variet\à orticole. Dopo la patata \è l\’ortaggio pi\ù coltivato sul pianeta. Il pomodoro, grazie al suo largo consumo ed alle sue propriet\à, d\à il maggior contributo al raggiungimento della dose giornaliera consigliata di minerali e vitamine. Questo anche se vi sono molti altri ortaggi che contengono pi\ù minerali e vitamine. Antitumorale Una dieta ricca di pomodori pu\ò contribuire a ridurre il rischio di tumore al pancreas di ben il 31 \%. \È quanto sostiene una ricerca condotta all\’Universit\à di Montreal. Questa propriet\à del pomodoro, secondo gli studiosi, \è da ricondursi all\’attivit\à del licopene. Il licopene possiede propriet\à antiossidanti e da studi recenti si \è scoperto che \è in grado di rallentare la proliferazione di cellule tumorali. Consumare regolarmente pomodori, diminuirebbe drasticamente il rischio di cancro alle ovaie per la donna e alla prostata per l\’uomo. Questo \è quanto emerge da una ricerca condotta negli Stati Uniti. Riduce il Tasso di Mortalit\à Come sappiamo la dieta mediterranea fa largo uso dei pomodori e dei loro derivati. Le persone che da anni seguono la dieta mediterranea, hanno un tasso di mortalit\à pi\ù basso rispetto alla media. Questo almeno per quanto riguarda le malattie del cuore ed i tumori. A rivelarlo \è uno studio mirato condotto dai ricercatori della Scuola Medica dell\’Universit\à di Atene. Riduce il Colesterolo Grazie alla Vitamina B, al licopene ed al potassio, il pomodoro aiuta a ridurre il colesterolo a ad abbassare la pressione sanguigna. Questo significa che mangiare regolarmente pomodori riduce il rischio di attacchi cardiaci, ictus, arteriosclerosi ed altri problema legati al sistema cardiocircolatorio. Donne in Gravidanza Anche le neo mamme che includono il pomodoro nella loro dieta traggono benefici per i loro figli. Durante la gravidanza l\’acido folico si rivela utile contro le malformazioni neurali del neonato. Durante l\’allattamento il latte materno diventa pi\ù ricco di licopene rispetto a quello di chi non mangia pomodori. Depressione Sempre grazie all\’acido folico, i pomodori apportano benefici alle persone che soffrono di depressione. Radicali Liberi I pomodori contengono 3 sostanze con propriet\à antiossidanti molto potenti. Il Beta-carotene, la Vitamina E e la Vitamina C. Questi composti hanno propriet\à utili a tutto l\’organismo e sono in grado di rallentare l\’invecchiamento. Questi composti, insieme alla fibra alimentare, contrastano l\’attivit\à dei radicali liberi. Prevengono cos\ì l\’insorgere di alcuni tipi di tumore e delle malattie cardiovascolari. Il pomodoro contiene un altro composto antiossidante con propriet\à utili a contrastare i radicali liberi, il glutatione. Metalli Pesanti Un\’altra caratteristica del glutatione \è quella disintossicante. Il composto facilita l\’espulsione dei metalli pesanti dall\’organismo, in particolar modo \è molto efficace nell\’eliminazione del piombo. Ipertensione L\’abbondanza di potassio, un elettrolita vasodilatatore, rilassa le pareti dei vasi sanguigni permettendo un maggior afflusso di sangue. Si ottiene di conseguenza un abbassamento dei valori della pressione in caso di ipertensione. Protegge gli Occhi Il pomodoro contiene zeaxantina, una sostanza con propriet\à antiossidanti in grado di apportare benefici alla salute degli occhi, soprattutto nelle persone anziane. Pare infatti che questa sostanza abbia la capacit\à di filtrare i raggi ultravioletti nocivi e di prevenire la degenerazione maculare. Fanno Bene alle Ossa I pomodori contengono una buona percentuale di vitamina K e di calcio. Queste 2 sostanze sono importanti per il rafforzamento delle ossa e per la loro capacit\à di autoriparazione. Recenti studi hanno inoltre dimostrato che il licopene stimola la formazione ossea. \È quindi raccomandato a chi soffre di osteoporosi, alle donne in menopausa e per irrobustire le ossa. Altre Propriet\à Le risorse e le applicazioni del pomodoro sono veramente molte. Ad esempio nell\’industria della cosmesi la sua polpa viene utilizzata come ingrediente principale di maschere tonificanti e nutrienti per la pelle. Per ammorbidire la pelle \è utile frullare un pomodoro con un po\’ di olio di oliva ed applicarlo sulla pelle. Il composto che si rivela un toccasana anche in caso di bruciore dovuto alla troppa esposizione della pelle ai raggi del sole. Il pomodoro fresco \è molto ricco di potassio, ne contiene 237 mg ogni 100 grammi. Il potassio \è una componente molto importante per il buon funzionamento delle cellule del nostro organismo. \È presente nei fluidi corporei \è contribuisce al controllo della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna. Ottimo anche per le piccole scottature domestiche. Una fettina di pomodoro sulla parte ustionata \è un buon rimedio. Il contenuto di acido cumarico e acido clorogenico invece, sembrerebbe proteggere dalle sostanze cancerogene prodotte dal fumo di sigaretta. Eccellenti le sue propriet\à in termini di smacchiatore. Provate a strofinare la polpa di un pomodoro maturo su di una pentola con macchie dure a sciogliersi o su prodotti di ottone particolarmente sporchi e vedrete gli effetti. Calorie 100 grammi di parte edibile hanno una resa calorica pari a 20 calorie. Per riconoscere il pomodoro italiano di qualit\à ed acquistare quello giusto, bisogna assicurarsi della presenza dell\’apposita etichetta sull\’imballaggio. Questa deve obbligatoriamente riportare i dati del produttore e la zona d\’origine. Se venduto sfuso i dati dovrebbero essere riportati su una lavagnetta o un cartello bene in vista. Mangiare i pomodori insieme a grassi vegetali, come ad esempio l\’olio di oliva o l\’avocado, aumenterebbe da 2 a 15 volte l\’assorbimento dei carotenoidi contenuti nel pomodoro. Lo rivela uno studio condotto presso l\’Ohio State University, Per valutare ad occhio la freschezza del pomodoro \è sufficiente osservare la cosiddetta stellina. La stellina \è la parte di pianta che resta solitamente attaccata al pomodoro e che deve essere di un bel verde fresco e non avvizzita. La temperatura ottimale per la conservazione del pomodoro fresco e delle sue propriet\à \è di 10\° in frigorifero. Le variet\à di pomodori sono tante e anche le temperature di conservazione variano in base ad esse. I pomodori verdi vanno tenuti nella parte pi\ù calda del frigorifero, protetti con un sacchetto di carta, dato che per loro le temperature pi\ù basse sono deleterie. Quelli completamente rossi si possono conservare a 5\° per 5 giorni al massimo. Il massimo dei benefici si ottengono consumandolo crudo. Di recente si \è scoperto che un componente importante del pomodoro, il licopene, con la cottura non viene danneggiato. Pu\ò venir utilizzato appena saltato in padella con la pasta, della quale blocca la fermentazione dell\’amido, favorendone la digeribilit\à. Curiosit\à Gran parte dei carotenoidi sono presenti nella buccia. Quando mangiate un pomodoro, se potete, lavatelo bene e mangiate anche la buccia. La vitamina A, con le sue propriet\à, apporta benefici agli occhi, ai capelli, alle ossa ed ai denti. Il cromo invece, rappresenta un valido aiuto per mantenere sotto controllo i livelli di zucchero nel sangue, a tutto vantaggio per i diabetici. La passata di pomodoro nasce in Italia verso la fine del XIII secolo. Se quando mangiate i pomodori li abbinate al basilico, oltre ad ottenere una buona sinergia di gusti, avrete anche una maggior digeribilit\à.
Spicchiricchi chiusura: email: menu: prezzi: prezzi:
Offerta Spicchiricchi 16 maggio: - crema di verdure e spinaci (veg) - cous cous o farro verdure al forno o condimento fantasia 'primo condimento crudo della stagione' (veg) - farinata con verdure o torta salata (veg) - spiedini di verdura con insalata fai da te (veg) - hummus di piselli con crostini di pane e insalata a scelta (veg) - mousse ricotta e fragole - crumble di frutta (veg) saluti Gabriele Materia prima del giorno: la carota ho voluto riparlare della carota perch\è \è un vegetale meraviglioso che potete trovare in quasi tutto il men\ù, partiamo dalla crema, verdure al forno, condimento crudo di oggi, farinata, insalata, praticamente manca solo nei dolci e la trovato cotta e cruda....... La pianta della carota, appartenente alla famiglia delle Ombrellifere, viene coltivata soprattutto per le propriet\à della sua radice che ha un alto potere nutritivo e curativo. Dalla carota selvatica, pianta originaria del nostro continente, e comunissima nei prati e nei luoghi incolti, ne sono state ricavate numerose variet\à. Questo per modificarne le dimensioni la forma ed il colore della radice. Quest\’ultima \è chiamata anche fittone, che \è la parte utilizzata a scopi alimentari. Altro carattere su cui si \è intervenuti \è il tempo della maturazione. In base a questo si distinguono oggi variet\à di carote precoci, medie e tardive. Oggi le carote sono disponibili tutto l\’anno e ci\ò le rende ancora di pi\ù un ortaggio prezioso. Da questo abbondare di sostanze ed elementi possiamo gi\à intuire le benefiche propriet\à delle carote. Antitumorale La carota \è particolarmente ricca di caroteni e di vitamina A, 100 grammi di carote fresche contengono 8.280 mg di beta-carotene e 16.705 UI di vitamina A. Recenti studi sostengono che queste sostanze possono offrire protezione nei confronti di alcuni tipi di tumore: pelle, polmoni e cavit\à orale. La vitamina A inoltre aiuta il fegato a liberarsi delle tossine. Uno studio anglo-danese pubblicato sul Journal of Agricoltural and Food Chemistry consiglia \“Una carota al giorno per difendersi dai tumori\”. Le carote, infatti, risultano contenere un composto avente azione anti cancerogena, il falcarinolo. Questa sostanza sembra essere una sorta di pesticida naturale che la carota stessa per proteggere le sue radici da malattie fungine. Protegge le vie Respiratorie Il beta-carotene \è necessario per una sana crescita dei tessuti corporei e anche per la loro riparazione. Contribuisce alla protezione delle mucose presenti nei polmoni, nella bocca e nel naso, riducendo cos\ì il rischio di infezioni. Antiossidanti Il discreto contenuto di vitamina C da alla carote propriet\à antiossidanti che si rivelano utili nel rafforzamento del sistema immunitario e nel contrastare l\’attivit\à dei radicali liberi. Anche il beta-carotene ha comprovate propriet\à antiossidanti utili nella lotta ai radicali liberi. Colesterolo La carota contiene carotenoidi la cui attivit\à, insieme a quella delle fibre alimentari, contribuisce a ridurre i livelli di colesterolo cattivo LDL nel sangue. Questa propriet\à della carota si ripercuote positivamente sulla prevenzione di malattie come l\’arteriosclerosi, infarto ed ictus. Sedative, Diuretiche ed Anti Anemiche In minima quantit\à le carote contengono anche oli essenziali e composti azotati che conferiscono alle carote propriet\à blandamente sedative, diuretiche, rimineralizzanti ed anti anemiche. Protegge gli Occhi La carota, grazie alla vitamina A ed al beta-carotene, \è indicata per problemi agli occhi come la cataratta e altre malattie dell\’occhio, previene inoltre l\’invecchiamento e favorisce la visione crepuscolare. Protegge dall\’Ictus Uno studio condotto all\’Universit\à di Harvard ha rilevato che le persone che mangiavano pi\ù di sei carote a settimana avevano meno probabilit\à di sviluppare un ictus rispetto a chi ne mangiava solo una al mese o meno. Muscoli La vitamina E presente nelle carote contribuisce al buon funzionamento dell\’intero sistema muscolare. Ossa, Pelle e Capelli La carota contiene molti minerali ad ognuno di loro svolge importanti funzioni nel nostro organismo. Calcio, fosforo e magnesio sono essenziali per la salute delle nostra ossa, il fosforo mantiene in salute pelle, capelli e nervi mentre il magnesio agevola lo sviluppo mentale, la digestione dei grassi e la metabolizzazione degli altri minerali. Vermifuga La carota pu\ò rappresentare anche un valido rimedio peri vermi intestinali. Mezza tazza di carota grattugiata presa alla mattina a digiuno (evitare anche la colazione per almeno un\’ora) per cinque giorni consecutivi dovrebbe servire allo scopo. Scottature e Ferite Per uso esterno le carote possono essere usate anche per curare scottature, ferite ed altri problemi alla della pelle. Una maschera di bellezza preparata con polpa di carote invece pu\ò essere utile per ammorbidire la pelle del viso, eliminare le macchie cutanee i brufoli e le occhiaie. Altre Propriet\à Il succo di carota, se assunto quotidianamente, pu\ò migliorare la qualit\à del latte materno ed ha propriet\à antinfiammatorie. Ma la carota ha anche altre propriet\à, pu\ò aiutare a regolare la quantit\à di zucchero nel sangue e, grazie al contenuto di fibre, pu\ò portare benefici al colon contribuendo a mantenerlo in salute. La carota si rivela utile anche per la cura di altri disturbi come le malattie gengivali, insonnia, infiammazione ai reni, al fegato ed alla cistifellea, colite, ulcera e Morbo di Alzheimer. Le Carote in Tavola Ma qual \è il modo ideale per consumare la carota? Siamo soliti pensare che le verdure vanno consumate crude, pena la perdita dell\’efficacia di molte sostanze e dei loro benefici, tra cui le vitamine. Tutto questo \è esatto, soprattutto per quanto riguarda la vitamina C che con il calore si distrugge facilmente. Ma \è qua che le carote riservano qualche sorpresa. Infatti il beta-carotene sopporta il calore e una breve cottura non \è in grado di distruggerlo, anzi ne favorisce l\’assimilazione, in quanto, divenendo i tessuti vegetali pi\ù morbidi, vengono trattati pi\ù facilmente dal nostro apparato digerente. Quindi possiamo sostenere che, tramite una breve cottura, senza esagerare, otteniamo una pi\ù facile assimilazione del beta-carotene e dei suoi benefici. L\’assunzione alimentare ideale \è rappresentata dal succo di carota fresca, anche mescolato al latte per potenziarne le propriet\à depurative. Vanno anche bene le carote crude come spuntino o aggiunto ad un piatto di altri alimenti crudi, oppure le carote lesse in pochissima acqua e condite con olio d\’oliva extravergine ed erbe aromatiche. Assimilare il Beta-carotene Un metodo per assimilare ancora meglio il beta-carotene e i suoi benefici, consiste nel condire le carote con qualcosa di grasso, tipo olio o burro, il grasso aumenta la disponibilit\à del carotene e pu\ò far aumentare fino a tre volte la capacit\à del nostro organismo ad assimilarlo. Uno studio effettuato presso The Institute of Food Research nel 2009 ha dimostrato che consumare carote leggermente cotte fornisce una quantit\à di beta-carotene decisamente superiore alla carote crude. Per fare in modo che la carota non disperda le sue sostanze nutritive durante la cottura va cotta intera e tagliata dopo la cottura. Questo studio conferma la saggezza della medicina tradizionale cinese che da sempre consiglia ai suoi pazienti di consumare carote leggermente cotte. Carote e Curiosit\à Nel 1.600 in Inghilterra le donne mettevano nei cappelli foglie di carota al posto dei fiori e delle piume. Il nome del beta-carotene deriva proprio dalla carota che ne contiene buone quantit\à. Una vita sedentaria, lo stare molte ore seduti davanti al Pc o al televisore, l\’inquinamento, un\’alimentazione ricca di grassi, sono tutti fattori che contribuiscono ad aumentare il fabbisogno di vitamina A e beta-carotene da parte dell\’organismo. Fin dall\’antichit\à, la carota \è sempre stata considerata un rimedio naturale per la cura delle malattie della pelle. Infatti beta-carotene e vitamina A, di cui le carote sono ricchissime, sono considerate le vitamine essenziali della pelle. Molti problemi legati alla pelle, come la precoce insorgenza di rughe o l\’eccessivo acne, la pelle secca o la difficolt\à ad abbronzarsi possono facilmente dipendere da un insufficiente apporto di questa vitamina. Motivo questo per consumare qualche carota in pi\ù durante la settimana. Esistono diverse variet\à di carote con colori diversi: carota nera, viola, gialla, bianca. Queste carote esistono da anni, quelle classiche arancioni che tutti siamo abituati a vedere ed a consumare sono arrivate dopo, probabilmente in seguito a mutazioni di quelle gialle. Una ricerca effettuata presso Universit\à del Wisconsin Madison suggerisce che il pigmento di queste carote colorate pu\ò essere d\’aiuto nella prevenzione delle malattie cardiache e per ridurre i livelli di LDL o colesterolo cattivo. Negli Stati Uniti sono stati condotti studi sulle propriet\à dei diversi colori delle carote e sui loro benefici sulla salute umana. Carote Arancioni: contengono beta-carotene ed alfa-carotene che sono entrambi pigmenti arancioni. Sono caratterizzate da un alta percentuale di vitamina A che come visto prima hanno molte propriet\à utili alla nostra salute. Carote Gialle: contengono xantofille e lutene, pigmenti gialli simili al beta-carotene e molto utili alla salute degli occhi. Apportano benefici alle arterie prevenendo il loro indurimento. Studi sulla xantofilla dimostrano che la sua assunzione pu\ò ridurre sensibilmente il rischio della cataratta. Carote Rosse: il pigmento di questo tipo di carote \è il licopene, lo stesso presente nei pomodori e nell\’anguria. Il licopene ha dimostrato propriet\à anti tumorali, prostata in particolare, e preventive nei confronti delle malattie cardiache. Carote Viola: questa colorazione \è da imputarsi alla presenza di antociani, pigmenti con forti propriet\à antiossidanti che proteggono l\’organismo dall\’attivit\à dei radicali liberi. Gli antociani prevengono le malattie cardiache rallentando la coagulazione del sangue ed hanno propriet\à antinfiammatorie. Carote Nere: contengono antociani che come abbiamo visto sono potenti antiossidanti in grado di contrastare i radicali liberi, il colesterolo cattivo ed hanno propriet\à anti tumorali. Carote Bianche: sono privi di pigmento ma contengono dei composti bioattivi naturali. Le carote bianche sono utili per prevenire l\’accumulo di grasso nelle pareti delle arterie. Carota e Calorie 100 grammi di carota hanno un apporto calorico pari a 41 calorie. Nomi Regionali della Carota Campania Pasten\àca Romagna Car\òta Liguria Carotua Lombardia Car\òtula Marche Carota Puglia Pastanaca Sardegna Fortin\àja Toscana Carrota
Spicchiricchi orari: prezzi: menu: email: numero:
Offerta Spicchiricchi 15 maggio: - crema di verdura e piselli (veg) - riso int. o cous cous verdure al forno o condimento di asparagi (veg) - farinata con verdura o torta salata (veg) - polpettine di verdura con insalata fai da te (veg) - crumble di frutta (veg) - fragole con o senza yogurt a scelta saluti Gabriele La pianta delle fragole, il cui nome scientifico \è Fragaria vesca, appartiene alla grande famiglia delle Rosacee. Ha origini molto antiche. Il suo nome deriva da un termine latino che fa riferimento alla sua fragranza. Una rara propriet\à delle fragole \è quella di avere, a differenza degli altri frutti, i semi situati sulla superficie esterna e non interna. Contrariamente a quanto si crede, le fragole non sono dei veri e propri frutti. In realt\à non sono altro che una parte (ricettacolo) ingrossata dell\’infiorescenza. Attualmente le fragole che si trovano sul mercato sono molto grandi e succose. Il loro gusto per\ò non ha niente a che fare con quelle coltivate naturalmente nel proprio orto. Per non parlare del gusto pi\ù delicato delle pi\ù piccole, comunemente chiamate fragole di bosco. Queste ancora oggi crescono spontaneamente in vari boschi d\’Italia. Radicali Liberi Grazie alla presenza di sostanze antiossidanti le fragole aiutano a combattere i tanto temuti radicali liberi. Allo stesso tempo rallentano il naturale processo di invecchiamento delle cellule del nostro organismo. Benefici Cardiovascolari Molti dei fitonutrienti presenti nelle fragole non solo hanno propriet\à antiossidanti ma sono anche ottimi antinfiammatori. Gli studi hanno dimostrato che questi composti lavorano in modo sinergico per apportare benefici al sistema cardiovascolare. La loro attivit\à riduce l\’ossidazione dei grassi nelle membrane cellulari. Diminuisce inoltre la percentuale di colesterolo cattivo LDL nel sangue e riduce l\’attivit\à dell\’angiotensina. L\’angiotensina \è un ormone la cui iperattivit\à provoca la vasocostrizione. Questo vuol dire un aumento della pressione sanguigna con tutti i rischi che ne derivano. Fanno Bene alla Memoria Svolgono un\’azione rigeneratrice nei confronti delle cellule sanguigne. Questa propriet\à si deve all\’acido folico che apporta benefici anche alla memoria agendo sul cervello tramite il liquido spinale. Propriet\à Depurative Sono rinfrescanti, rimineralizzanti, diuretiche e soprattutto hanno propriet\à disintossicanti e depurative. Sono particolarmente efficaci se mangiate a stomaco vuoto. Disinfettanti Sono una buona fonte di acido citrico, un componente dalle propriet\à disinfettanti ed antisettiche comprovate. Questo composto \è in grado di prevenire le infezioni del tratto urinario. L\’acido citrico \è anche utile per la prevenzione di infezioni intestinali responsabili di diarrea, flatulenza e disturbi dell\’intestino. Migliorano l\’Umore Da non trascurare, a quanto pare, i benefici che le fragole avrebbero sul miglioramento dell\’umore. Grazie alla loro propriet\à di stimolare la produzione di serotonina e melanina nel nostro organismo. Diabete A differenza di molta altra frutta, le fragole possono essere assunte dai diabetici. Lo zucchero in esse contenute \è il fruttosio che allo stato naturale \è ben tollerato. Recenti studi hanno inoltre dimostrato che un regolare consumo di fragole \è associato con una diminuzione del rischio di sviluppare il diabete di tipo 2. Gli studi hanno evidenziato che i benefici da questo punto di vista si verificano a fronte di un\’assunzione di fragole per almeno 3 volte a settimana. Questa propriet\à delle fragole \è dovuta alla presenza di un particolare tipo di polifenoli chiamati ellagitannini. Benefici alla Pelle Contengono una buona percentuale di vitamina C che, oltre ad avere propriet\à antiossidanti, stimola la produzione di collagene. Il collagene \è una sostanza in grado di migliorare l\’elasticit\à della pelle e di contrastare quindi l\’insorgere delle rughe. Capelli ed Unghie La capacit\à protettiva delle fragole non riguarda solo la pelle ma si estende anche a capelli ed unghie. Il buon contenuto di rame non solo contribuisce a mantenere i capelli in salute ma serve anche a prevenire, nel limite del possibile, la calvizie. Il buon contenuto di manganese ritarda il colore grigio dei capelli. Il consumo di fragole mantiene in salute anche le vostre unghie migliorandone la robustezza ed evitandone cos\ì la rottura dovuta alla eccessiva fragilit\à. Aiutano la Digestione Le fragole sono ricche di fibre che aiutano l\’organismo nel processo digestivo. Sistema Immunitario La vitamina C ricopre un ruolo importante nei confronti del sistema immunitario. Tra le sue attivit\à c\’\è anche quella di stimolare la produzione di globuli bianchi. Questi rappresentano la prima linea di difesa dell\’organismo contro le tossine e gli attacchi degli agenti patogeni. Motivo questo per consumare qualche fragola in pi\ù durante la stagione in cui questi frutti maturano. Artrite e Gotta La degenerazione di tessuti e muscoli e l\’accumulo di sostanze tossiche nel corpo, come ad esempio l\’acido urico, sono tra le cause principali di artrite e gotta. Le fragole con il loro impressionante contenuto di antiossidanti e disintossicanti, possono contribuire ad eliminare questi rischi. C\’\è un detto in India che dice che una porzione di frutta tutti i giorno elimina la ruggine dalle articolazioni. Questo detto sembra calzante per le fragole che hanno potenti propriet\à antinfiammatorie. Tumori Vitamina C, vitamina E, antociani, quercetina e kaempferol sono solo alcuni dei tanti composti antiossidanti con propriet\à antitumorali presenti in questo frutto. Ovviamente nessun frutto fa miracoli di fronti a patologie gravi come i tumori. Una sana alimentazione per\ò pu\ò sicuramente aiutare a diminuire il rischio di sviluppare molte malattie. Pressione Sanguigna Hanno un buon contenuto di potassio e magnesio, 2 composti entrambi utili a ridurre la pressione sanguigna causata dal sale. Il potassio \è un vasodilatatore, riduce quindi l\’ipertensione e la rigidit\à delle arterie e dei vasi sanguigni. Uso Esterno delle Fragole La fragola, tagliata a met\à e strofinata sulla pelle produce i seguenti benefici: da sollievo in caso di scottature solari. Svolge un\’azione purificante e pu\ò anche essere impiegata come rimedio per l\’herpes. I benefici si estendono ai brufoli, alle macchie della pelle ed all\’herpes. Strofinate sui denti, li sbiancano e li proteggono allo stesso tempo. Questo grazie alle propriet\à dello xilitolo, una sostanza dolce che previene la formazione della placca e uccide i germi. Forse non Sapevi Che Fino alla met\à del 19\° secolo, a causa della loro alta deperibilit\à, le fragole erano un lusso di cui solo le persone veramente ricche potevano disporre. In seguito, con l\’avvento della ferrovia e di mezzi di trasporto pi\ù veloci, divennero un frutto pi\ù disponibile sul mercato. Anche il pigmento che da loro il colore rosso, l\’antocianina, ha propriet\à antiossidanti. Durante il periodo rinascimentale, Luigi XIV, avendo una forte ammirazione (e golosit\à) per questo frutto, le faceva coltivare nei famosi giardini di Versailles. Una volta acquistate, le fragole, possono essere conservate in frigorifero per un periodo non maggiore di 3 giorni. Come per tutte le cose \è sempre bene non esagerare. In soggetti predisposti provocano facilmente fastidiose reazioni allergiche nonch\é orticarie.
Spicchiricchi tripadvisor: aperto: numero: prezzi: indirizzo:
Offerta Spicchiricchi 12 maggio: - crema di verdure 'piccantina' (veg) - riso int. o bulgur verdure al forno o zucchine e pomodori (veg) - torta salata o farinata di ceci con verdure (veg) - medaglioni di verdura con insalata fai da te (veg) - hummus di piselli con crostini di pane e insalata fai da te (veg) - rustica di frutta (veg) - mousse ricotta e fragole saluti Gabriele Materia prima del giorno: peperoncino che trovate in modica quantit\à ma con la possibilit\à di aggiunte per gli amanti nella crema di verdure 'piccantine' Il nome scientifico del peperoncino, alimento ricco di propriet\à per la salute umana, \è Capsicum. Il peperoncino rosso appartiene alla famiglia delle Solanaceae ed \è originario delle Americhe. Attualmente la sua coltivazione \è ormai diffusa in ogni parte del mondo. Come molti altri alimenti salutari, il peperoncino era conosciuto per le sue propriet\à ed i suoi benefici fin dall\’antichit\à. Dal ritrovamento di reperti archeologici sappiamo con certezza che fin dal 5000 a.C. circa, la popolazione messicana conosceva il peperoncino ed era dedita alla sua coltivazione. Fu importato in Europa da Cristoforo Colombo, nel suo secondo viaggio, risalente al 1493. Le Principali Specie di Peperoncino Le variet\à di peperoncino sono molto numerose, qui di seguito elenchiamo le 4 specie pi\ù conosciute ed impiegate per uso alimentare: Capsicum annuum: la sua coltivazione \è la pi\ù diffusa, comprende il peperoncino usato in Italia, quello di Cayenna, che in assoluto \è la variet\à pi\ù piccante, quello messicano chiamato Jalapeno e i peperoni. Capsicum baccatum: di piccantezza media, la sua zona di coltivazione \è prevalentemente quella della Bolivia e del Per\ù. Capsicum chinense: questa variet\à comprende peperoncini tra i pi\ù piccanti al mondo, gli Habanero, con una forma arrotondata ed un colore rosso arancione. \È originario del Sud America. Capsicum frutescens: anche questa specie \è molto piccante, la variet\à pi\ù famosa \è chiamata tabasco. Grazie all\’abbondanza di succo che caratterizza questa qualit\à si produce la nota salsa che prende il nome dal peperoncino stesso, tabasco. Propriet\à e Benefici del Peperoncino Antitumorale Contiene un composto alcaloide, chiamato capsaicina, al quale sono state attribuite propriet\à antitumorali, antibatteriche ed analgesiche. Oltre che per motivi gastronomici, i benefici che apporta alla salute rappresentano un motivo in pi\ù per consumarlo. Alcuni ricercatori giapponesi ed americani hanno scoperto che il peperoncino rosso potrebbe avere un ruolo importante nella prevenzione del tumore alla prostata. Da esperimenti condotti su cavie da laboratorio \è emerso che i topi che assumevano capsaicina, che \è il principio attivo del peperoncino rosso, sviluppavano masse tumorali ridotte dell\’80\% circa rispetto ai topi che non ne mangiavano. A conferma di questa notizia lo studio \è stato pubblicato nel 2006 su Cancer Research. Ricordiamo tuttavia che l\’organismo degli animali \è molto diverso dal nostro ed anche le sue reazioni non sono le stesse. Tumore allo Stomaco Il suo uso regolare, grazie alle sue propriet\à antiossidanti, sembra inibire lo sviluppo di manifestazioni cancerose anche e livello dello stomaco. Naturalmente il tutto deve ancora essere confermato da ulteriori studi e verifiche sull\’uomo, per avere prove scientifiche sufficienti ad affermarlo con certezza. Benefici Cardiovascolari Il peperoncino rosso piccante ha dimostrato propriet\à utili a ridurre i trigliceridi ed i livelli di colesterolo nel sangue e nello stesso tempo i suoi effetti risultano efficaci per ridurre il rischio della formazione di coaguli nel sangue. Tutto questo va a vantaggio della salute del cuore e dell\’apparato cardiocircolatorio. Studi e statistiche hanno evidenziato come nei paesi in cui si fa un largo uso di questo vegetale vi \è un tasso molto basso di infarti, ictus e problemi cardiovascolari in genere. Radicali Liberi Utilizzare regolarmente, ma senza esagerare, un po\’ di peperoncino rosso piccante fresco per condire i nostri piatti, protegge l\’organismo dai danni dei radicali liberi. Questi composti sono la causa all\’origine di diverse malattie, tra cui l\’arteriosclerosi. Questa propriet\à \è stata dimostrata da uno studio di quattro settimane su soggetti a cui sono stati somministrati peperoncini freschi. I risultati hanno confermato che i pazienti hanno aumentato la resistenza all\’ossidazione dei grassi del loro organismo. Propriet\à Digestive Se somministrata per via orale, la capsaicina sollecita una secrezione maggiore di enzimi digestivi favorendo appunto il processo digestivo. Diabete Le propriet\à del peperoncino si rivelano interessanti anche nel caso di diabete di tipo 2. In uno studio australiano pubblicato sull\’ American Journal of Clinical Nutrition, i ricercatori hanno dimostrato che, dopo un pasto che comprende il peperoncino rosso, i pazienti diabetici hanno bisogno di una dose inferiore di insulina per abbassare la glicemia rispetto a quando consumano un pasto senza peperoncino. Ricco di Vitamina C Se consumato fresco \è una fonte ricchissima di vitamina C. Grazie all\’abbondante presenza di Vitamina C, il consumo regolare di peperoncino apporta benefici alla pelle e protegge il corpo dagli agenti infettivi, dai radicali liberi e da malattie come lo scorbuto. Benefici ai Capelli Anche i capelli traggono benefici dall\’uso del peperoncino rosso, infatti una migliore circolazione sanguigna avrebbe effetti positivi anche sulla vita dei bulbi piliferi. Trattamento del Dolore La capsaicina \è una sostanza riconosciuta per il trattamento del dolore derivante dall\’artrosi. Esistono diversi studi che descrivono i vantaggi ed i benefici nell\’utilizzo di questa sostanza nei confronti del dolore da artrosi. Uno studio in doppio cieco condotto su 200 pazienti con psoriasi, ad alcuni sono stati somministrati dei placebo mentre ad altri delle pomate con capsaicina. I pazienti che hanno ricevuto le pomate con estratto di peperoncino rosso hanno avuto dei miglioramenti tangibili. Espettorante La capsaicina non \è utile solo in caso di dolore, le sue propriet\à sono anche d\’aiuto nell\’eliminazione del muco dalle vie respiratorie. \È importante ricordare che, come per tutti gli alimenti, per trarre benefici dalle buone propriet\à del peperoncino, non \è necessario abusarne perch\é si rischia di tramutare un alimento salutare per la nostra salute in uno dannoso. Come Diminuire la Sensazione del Bruciore Generalmente quando si mangia qualcosa di particolarmente piccante e non si \è abituati, si ha come la sensazione che la bocca vada a fuoco e l\’istinto \è quello di bere acqua fresca. La sostanza del peperoncino che provoca bruciore, la capsaicina, non \è solubile in acqua e per questo, dopo aver bevuto, il bruciore resta. Ecco gli accorgimenti che si possono adottare per alleviare il bruciore del peperoncino: mangiare dello yogurt naturale o della mollica di pane, bere latte fresco, assumere olio o superalcolici (senza esagerare), tutti elementi in cui la sostanza piccante si scioglie e la sensazione di bruciore si attenua. L\’Unit\à di Misura per il Piccante Nel 1912 il chimico americano W. Scoville invent\ò un metodo per misurare il grado di piccantezza del peperoncino. La misurazione del grado di piccante viene espressa in SU (Scoville Units) che indicano il grado di diluizione in acqua necessario per rendere impercettibile la sensazione di piccante. In base ai risultati del test, ad ogni peperoncino \è stato attribuito, a grandi linee, un grado di piccantezza. Il valore pi\ù basso spetta al peperone o peperoncino dolce: 0-150 SU. Il pi\ù alto spetta invece al peperoncino Habanero Red Savina: 350.000 SU. Per fare un esempio 1 cc di Habanero dopo essere stato diluito in 300 litri d\’acqua d\à ancora la sensazione di piccante \… Curiosit\à I volatili, a differenza dei mammiferi, non sono sensibili all\’effetto piccante del peperoncino, questo perch\é la sua sostanza irritante, la capsaicina, agisce su uno speciale recettore nervoso che gli uccelli non possiedono. Per questo motivo il peperoncino risulta essere un alimento prediletto dagli uccelli, in quanto \è una ricca fonte di vitamina C e carotene, molto utili durante la muta del piumaggio. In cambio, i volatili contribuiscono alla diffusione dei semi, sia mentre consumano il peperoncino, sia tramite le feci. I infatti semi riescono a passare indenni attraverso l\’apparato digerente. Si pensa che questa particolarit\à abbia contribuito a rafforzare l\’idea della capsaicina come sostanza protettrice. Esistono centinaia di tipi di peperoncino che hanno forme, colori, dimensioni e livello di piccantezza diversi. Per scegliere un buon peperoncino fresco verificatene il colore intenso e lucido, la pelle deve essere ben tesa e gli steli rigidi e freschi. Per scegliere invece un buon peperoncino rosso essiccato attenetevi al colore, se si presenta scolorito probabilmente avr\à poco sapore. Conservate i peperoncini freschi in sacchetti di carta, nella parte bassa del frigorifero adatta alle verdure, se invece volete farli essiccare sar\à sufficiente appenderli al sole. Quello in polvere va invece conservato in barattoli in vetro chiusi ed al riparo dalla luce. Calorie 100 grammi di peperoncino rosso in polvere si ha una resa calorica pari a 282 calorie. Controindicazioni del Peperoncino Pu\ò irritare la pelle e gli occhi, lavatevi accuratamente le mani dopo averlo maneggiato. I maggiori produttori di questa spezia sono la Cina, la Turchia, la Spagna, il Messico e la Nigeria. L\’introduzione del peperoncino rosso in Africa e in Asia \è attribuita all\’esploratore Ferdinando Magellano. Nonostante le convinzioni popolari, il peperoncino rosso non causa ulcere, bruciori di stomaco o emorroidi. Tuttavia ill suo consumo frequente \è sconsigliato a chi soffre gi\à di questi disturbi. Allo stesso modo l\’uso del peperoncino pu\ò aggravare una condizione gi\à presente di reflusso gastro-esofageo. Sarebbe bene che i bambini, per la delicatezza del loro apparato digerente, limitassero il consumo di peperoncino rosso a piccolissime quantit\à, saltuariamente.
Spicchiricchi aperto: menu: numero: tripadvisor: telefono:
Offerta Spicchiricchi 11 maggio: - crema patate e carote (veg) - orzo o riso int. verdure al forno o sugo di asparagi (veg) - farinata con verdure o pizza vegan (veg) - burger vegan con insalata fai da te (veg) - tortini di verdura con insalata fai da te (veg) - schiacciata mela e fragole (veg, no glutine, no zucchero aggiunto) - mousse ricotta e fragole saluti Gabriele Materia prima del giorno: gli asparagi che trovate nel condimento per i cereali Gli asparagi sono piante erbacee perenni appartenenti alla famiglia delle Liliaceae. Originari dell\’Asia e ormai diffusi in tutta Europa, sono caratterizzati da radici che producono germogli squamosi il cui nome scientifico \è turioni. La raccolta degli asparagi avviene non appena i germogli spuntano dalla terra. Questo \è il momento in cui sono pi\ù teneri. Se si ritarda la raccolta perdono sapore e tenerezza. Il periodo di raccolta comincia a gennaio. Appartengono alla stessa famiglia dell\’aglio con la differenza che i primi sono ricchi di clorofilla che dona loro il tipico colore verde e propriet\à interessanti per il nostro organismo. Propriet\à e Benefici degli Asparagi Come quasi tutte le piante esistenti in natura, gli asparagi hanno propriet\à terapeutiche. Infatti vengono consigliati per la cura di patologie reumatiche e problemi urinari. Propriet\à Diuretiche Degne di considerazione le loro propriet\à diuretiche a causa del rapporto potassio\/azoto molto elevato e dell\’asparagina. Quest\’ultima \è responsabile del forte odore che si avverte nell\’urina dopo aver mangiato asparagi. Il metodo migliore per la loro assunzione, al fine di esaltarne le propriet\à diuretiche, \è rappresentato dal decotto. Cuore e Sistema Nervoso Dato il loro alto contenuto di potassio, rappresentano un alimento molto utile al cuore e ai muscoli in generale. Sono inoltre ipocalorici ed apportano una quantit\à equilibrata di vitamine e sali minerali all\’organismo. Tali composti sono pressoch\é indispensabili per il buon funzionamento del sistema nervoso e del cuore. Le radici degli asparagi vengono utilizzate per dare giovamento ai sofferenti di cuore. Eliminano l\’acqua che ristagna nei vari tessuti a causa della debolezza dell\’attivit\à cardiaca. Facilitano la Digestione Sono ricchi di fibre, la loro assunzione facilita il processo digestivo. Proteggono la Pelle Gli asparagi contengono antiossidanti come ad esempio il glutanione che \è noto per la sua capacit\à di proteggere la pelle dagli agenti atmosferici, dall\’inquinamento e dai raggi del sole. Ossa La vitamina K migliora la coagulazione del sangue in caso di ferite ed \è importante per la salute delle ossa. Zuccheri nel Sangue Le vitamine del gruppo B invece sono utili per regolare livelli di zuccheri nel sangue. Antitumorali L\’asparago contiene inulina, una sostanza non digeribile dall\’uomo che arriva quindi intatta nell\’intestino crasso. L\’inulina aiuta l\’organismo ad assorbire meglio i nutrienti ed a ridurre il rischio di tumore al colon. L\’insieme delle sostanze antiossidanti presenti in questo vegetale, rallenta il processo d\’invecchiamento. Gli antiossidanti contrastano l\’attivit\à dei radicali liberi svolgendo cos\ì un ruolo preventivo contro alcuni tipi di tumore. Propriet\à Antinfiammatorie Grazie al loro contenuto di saponine ed alla presenza di quercetina, rutina e kaempferol, gli asparagi hanno propriet\à antinfiammatorie. Il binomio di sostanze antiossidanti ed antinfiammatorie sono uno dei migliori riduttori di rischio per quanto riguarda le malattie croniche pi\ù comuni. Ad esempio le malattie cardiache ed il diabete di tipo 2. Asparagi Selvatici Gli asparagi selvatici, appartenenti alla famiglia delle Liliacee, crescono prevalentemente nei pascoli incolti e nei boschi di quercia. Di aspetto sottile e di colore verde, di questi asparagi si raccolgono i giovani turioni che crescono in primavera. Gli asparagi selvatici sono molto ricercati per il loro gusto particolarmente delicato, deliziosi lessati e conditi con olio, limone e sale. Vengono utilizzati anche come ingredienti di frittate, risotti, e zuppe. Curiosit\à Asparagi Esistono molte variet\à di asparagi e si distinguono in base al colore delle loro cime. Bianco, verde e violaceo. Una volta che vengono colti si possono conservare un giorno fuori dal frigorifero. Dai 4 ai 7 giorni in frigo. Per il frigorifero l\’ideale sarebbe avvolgerli in un canovaccio umido per prolungare ancora di qualche giorno la conservazione. Se volete essere sicuri di acquistare asparagi che siano freschi osservate sempre le loro cime. Se sono perfettamente chiuse e compatte gli asparagi sono freschi. Gli asparagi sono pi\ù ricchi di fibra rispetto agli altri ortaggi e possono quindi essere un alimento che pu\ò venirci in aiuto in caso di diete dimagranti. La loro assunzione aumenta in breve tempo il senso di saziet\à. L\’assunzione ideale dell\’asparago consiste nel grattugiare le punte dei germogli crude e consumarle con insalate varie. Ottime anche le propriet\à del suo succo estratto tramite centrifuga elettrica. Da qualche anno l\’asparago ha ottenuto il marchio Igp. L\’asparago divenne particolarmente popolare in Francia durante il regno di Luigi XIV, nel 18\° secolo. Attualmente la Cina ed il Per\ù sono i due maggiori produttori ed esportatori di asparagi al mondo. Precauzioni e Controindicazioni Le stesse positive propriet\à diuretiche possono avere effetti eccessivamente energetici. Possono essere irritanti per chi ha problemi derivanti da cistiti, calcoli, reumatismi articolari. La ricchezza di purine rende gli asparagi sconsigliabili a chi ha problemi di gotta. Ne \è sconsigliata l\’assunzione nel pranzo serale a chi presenta qualche difficolt\à a prendere sonno. \È consigliato introdurlo nell\’alimentazione di un bambino dopo i 3 anni di et\à. Calorie 1oo grammi di parte edibile forniscono un apporto calorico pari a 20 calorie. Museo degli Asparagi In Germania, nei pressi di Monaco di Baviera, vi \è una citt\à di nome Schrobenhausen, ove esiste il Museo europeo degli asparagi. Qui si pu\ò trovare tutto ci\ò che li riguarda. Dagli strumenti e gli utensili per la coltivazione agli oggetti per la cucina e la tavola, libri, quadri e molto altro ancora. Gli asparagi che si coltivano in questa zona sono di qualit\à bianca e dolce. Ogni primavera si celebra la sagra dell\’asparago, durante la quale \è possibile acquistare il virtuoso ortaggio coltivato dai contadini del luogo. Asparagi e Terreno Gli asparagi richiedono preferibilmente terreni sabbiosi e ben drenati con un apporto ottimale di acqua che non deve mai mancare. La concimazione deve contenere azoto e potassio.
Spicchiricchi telefono: aperto: tripadvisor: recensioni: email:
Offerta Spicchiricchi 10 maggio: - crema di verdure e spezie (veg) - riso int. o farro verdure al forno o rag\ù di ceci (veg) - torta salata o farinata con verdure (veg) - polpette di verdura con insalata fai da te (veg) - schiacciata di mela, fragole e uvetta (veg) - mousse ricotta e fragole saluti Gabriele Materia prima del giorno: cumino spezia particolare che trovate nella crema di verdure Il cumino \è una pianta erbacea a carattere annuale con particolari propriet\à aromatiche. Il suo nome scientifico \è Cuminum cyminu ed appartiene alla famiglia delle Apiaceae. Si sviluppa in altezza non oltre i 30 cm e presenta dei fiori bianchi, a volta tendenti al rosa. Il frutto \è un achenio e contiene quindi un solo seme. \È proprio dai semi del cumino che \è costituita la famosa spezia. Da ritrovamenti avvenuti in diversi siti archeologici, sembra che il cumino e le sue propriet\à fossero gi\à note alle popolazioni che abitavano la terra gi\à 2.000 anni prima della venuta di Cristo. Digestivo La principale propriet\à riconosciuta a questa spezia \è quella di apportare benefici al processo digestivo. A tal scopo bere una tisana preparata con semi di cumino e finocchio, dopo pranzo, ha propriet\à digestive. Questa virt\ù \è da attribuire principalmente a due sostanze: la prima \è la cuminaldeide che attiva le ghiandole salivari della bocca facilitando la digestione primaria del cibo. La seconda \è il timolo che stimola la produzione di succhi gastrici e bile per la digestione completa del cibo. Carminativo La spezia \è anche carminativa, ovvero facilita l\’eliminazione dei gas che si formano nell\’intestino ed allevia i dolori che da questi possono derivare. Infatti, grazie a questa caratteristica il cumino viene inserito nella dieta di chi ha problemi di aerofagia. Diabete Secondo studi eseguiti su animali, pare che la spezia abbia propriet\à preventive nei confronti del diabete riducendo la probabilit\à di ipoglicemia. Emorroidi Grazie al buon contenuto di fibre ed alle propriet\à fungicide ed antibatteriche, il cumino sembra apportare benefici in termine di prevenzione per quanto riguarda le emorroidi. Una delle cause di questa patologia \è infatti la costipazione e le ferite del tratto anale che possono anche essere una conseguenza della costipazione. Lassativo Agisce come un naturale lassativo, velocizza la digestione e guarisce le ferite prevenendo le infezioni. Disinfettante Gli oli essenziali presenti in questa spezia agiscono come disinfettanti. Aiutano a contrastare le infezioni virali che possono provocare il raffreddore Alitosi I semi del cumino, se masticati, hanno una duplice propriet\à. Contrastano l\’alitosi ed aumentano l\’appetito. Anemia Contiene una buona quantit\à di ferro e di vitamina C che svolgono un ruolo importante nel rafforzamento del sistema immunitario. La vitamina C inoltre ha propriet\à antiossidanti in grado di portare benefici a tutto l\’organismo. Il ferro invece, che \è presente nella quantit\à di 66 mg ogni 100 grammi (pi\ù di 5 volte il fabbisogno giornaliero di ferro per un adulto) \è il principale componente dell\’emoglobina nei globuli rossi. \È quest\’ultima a traferire ossigeno e ossido di ferro alle cellule del corpo la cui carenza provoca l\’anemia. Per questo motivo il cumino \è un alimento molto indicato per le persone che soffrono di anemia. Pelle Anche la pelle trae benefici dall\’assunzione di cumino. Infatti la vitamina E ha propriet\à antiossidanti e rallenta il processo di invecchiamento delle nostre cellule mantenendo la pelle giovane pi\ù a lungo. La vitamina E che \è presente in buona quantit\à, insieme agli oli essenziali che hanno propriet\à antibatteriche e fungicide, impedisce le infezioni dei microbi e dei funghi a danno della pelle. Problemi Respiratori Gli oli essenziali e la caffeina hanno propriet\à espettoranti. Sciolgono quindi il catarro ed il muco presenti nelle vie respiratorie apportando benefici in caso di asma e bronchiti. Raffreddore Gli oli essenziali del cumino hanno un\’azione disinfettante ed aiutano a contrastare le infezioni virali che causano il raffreddore. Curiosit\à Grazie alle propriet\à aromatiche viene impiegato per aromatizzare alcuni tipi di formaggio. Il suo profumo caratteristico \è dovuto principalmente ad un componente dell\’olio essenziale che prende il nome di cuminaldeide. Questa sostanza, una volta ingerita, attiva le ghiandole salivari della bocca facilitando la digestione primaria del cibo. In antichit\à, nei paesi arabi, veniva impiegato per preparare quello che si credeva essere un potente afrodisiaco. Sempre in tempi antichi si riteneva che il cumino avesse la capacit\à di non far allontanare da casa gli animali domestici. Caratteristica questa che fu poi estesa anche agli esseri umani, in particolare veniva utilizzato tra coniugi per scongiurare l\’allontanamento di uno dei due. L\’olio estratto dal cumino pare abbia propriet\à benefiche nei confronti della pelle e per questo motivo viene utilizzato per la pratica dei massaggi. Esistono altre tipologie di cumino oltre a questa (Cuminum cyminum) e con cui si fa spesso confusione. Ad esempio vi \è il cumino dei prati, il cui nome scientifico \è Carum carvi, che ha un gusto meno piccante ed un profumo meno intenso. Anche se non vi \è nulla di certo, sono in molti a ritenere che il suo nome derivi da una citt\à iraniana di nome Kerman. Questa citt\à una volta era la principale produttrice di questa spezia. Forse non sapevate che Nella Bibbia viene pi\ù volte citato, non solo per la preparazione del pane ma anche del suo utilizzo come moneta. Nell\’antico Egitto il cumino, oltre che per usi culinari, veniva impiegato durante il processo di mummificazione dei faraoni. Anche se in Italia \è una spezia poco utilizzata si consiglia di provarla con formaggi e carni arrostite. Non si registrano controindicazioni per questa spezia e non sono nemmeno noti casi di allergia.
Spicchiricchi telefono: orari: chiusura: email: menu:
Offerta Spicchiricchi 9 maggio: - crema di verdura e legumi (veg) - farro o cous cous int, verdure al forno o sugo zucchine e pomodori (veg) - farinata di ceci con verdura o pizza vegan - spinaci marinati con insalata fai da te (veg) - nidi di patate con verdura e insalata (veg) - mousse ricotta e fragole - crumble di frutta (veg) saluti Gabriele Materia prima del giorno: mozzarella di riso che trovate nella pizza vegan Le propriet\à del formaggio di riso Da un punto di vista nutritivo, come per il latte di riso, presenta una composizione proteica inferiore rispetto a quella del formaggio di soia o vaccino. Anche il contenuto degli zuccheri risulta limitato rispetto ai formaggi di origine animale ma la quota di fibre risulta essere di gran lunga superiore. Il formaggio di riso si sposa bene con pane integrale meglio se ricavato da pasta madre, verdure come pomodori, peperoni, insalate, cavoli e tutti gli ortaggi della famiglia delle Brassicacee. Mozzarella e stracchino di riso invece sono ottimi per preparare e farcire lasagne, pizze e ripieni. Nell\’ambito di una dieta settimanale, pu\ò essere tranquillamente inserito, in alternativa ai formaggi vaccini e ad altre fonti proteiche in generale, almeno 2 o 4 volte la settimana, ideale quindi per chi soffre di intolleranze ed allergie ai latticini o per chi ha abbracciato la filosofia alimentare vegana.
Spicchiricchi recensioni: aperto: email: numero: telefono:
Offerta Spicchiricchi 8 maggio: - crema di zucchine e carote (veg) - riso int. o cous cous verdure al forno o sugo tricolore (veg) - farinata o torta salata (veg) - hummus di piselli con crostini di pane e insalata fai da te (veg) - zucchine marinate con insalata fai da te (veg) - crumble di frutta (veg) saluti Gabriele Materia prima del giorno: olive che trovate nel sugo tricolore Le olive sono il frutto delle pianta dell\’ulivo, il suo nome scientifico \è Olea europea ed appartiene alla famiglia delle Oleaceae. L\’ulivo \è una pianta sempreverde caratterizzata da una buona longevit\à. In condizioni ottimali la pianta pu\ò raggiungere i 1.000 anni di vita. La variet\à spontanea ed inselvatichita invece, che prende il nome di olivastro, pu\ò raggiungere anche i 4.000 anni di vita. Ne sono un esempio alcuni esemplari di questo albero presenti in Sardegna. Le olive hanno buone propriet\à organolettiche e, oltre a venire consumate direttamente, vengono impiegate per la produzione dell\’olio che \è poi il loro utilizzo principale. Contengono polifenoli, i quali le rendono molto amare. Per questo motivo prima di poter essere utilizzate in modo diretto per l\’alimentazione devono essere sottoposte ad un processo di eliminazione dei principi amari. Tale processo prende il nome di deamarizzazione. Antiossidanti Uno dei benefici pi\ù importanti di questi frutti \è dovuto alle loro propriet\à antiossidanti ed anti infiammatorie. Queste rallentano l\’invecchiamento e lo stress ossidativo delle cellule del nostro organismo, con tutti i benefici che ne conseguono per la nostra salute. Le olive infatti contengono fitonutrienti e vitamina E che, come sappiamo, hanno propriet\à antiossidanti. Prevenzione Tumori Le propriet\à antinfiammatorie e antiossidanti delle olive le rendono un metodo naturale per la prevenzione di questa grave malattia. Infatti l\’infiammazione e lo stress ossidativo protratti nel tempo, possono essere fattori determinanti per lo sviluppo dei tumori. Con il regolare apporto di composti antiossidante forniti da questi frutti il nostro organismo ha a disposizione pi\ù mezzi per difendersi da questo male. Radicali Liberi I fitonutrienti inoltre contrastano l\’attivit\à dei radicali liberi e riducono il rischio di sviluppare il cancro ma non solo. Anche il sistema cardiovascolare ne trae benefici diminuendo cos\ì il rischio di malattie legate al cuore. Pressione Sanguigna Recenti studi hanno dimostrato come i grassi monoinsaturi presenti nelle olive e nell\’olio hanno diverse propriet\à. Per prima cosa hanno la capacit\à di abbassare la pressione sanguigna. In secondo luogo, grazie anche alla presenza di fibra alimentare, abbassano i livelli di colesterolo cattivo LDL. Inoltre aumentano il livello di colesterolo buono HDL nel sangue, diminuendo cos\ì il rischio di sviluppare l\’aterosclerosi ed altre patologie legate al cuore. Circolazione Sanguigna Le olive hanno un buon contenuto di ferro e rame, due composti essenziale per la produzione di globuli rossi. La carenza di questi due minerali pu\ò avere come conseguenza l\’anemia con manifestazioni di debolezza, mal di testa e disturbi intestinali. Mangiare regolarmente olive aiuta quindi a mantenere una buona circolazione sanguigna in tutto il corpo. Allergie Il consumo di olive apporta benefici anche in caso di allergie. Le loro propriet\à anti infiammatorie hanno effetti antistaminici a livello cellulare bloccando i recettori dell\’istamina. Vista Anche gli occhi, in particolar modo la visione al crepuscolo, grazie alla presenza di vitamina A, traggono benefici dall\’assunzione di questi frutti. Benefici alle Ossa \È stato dimostrato che le persone che seguono la dieta mediterranea sono pi\ù protette nei confronti della perdita di densit\à ossea e dell\’osteoporosi. Recentemente sono stati scoperti due composti, l\’idrossitirosolo e l\’oleuropeina, che sono stati collegati ad un maggior deposito di calcio nelle ossa e ad una maggiore crescita delle stesse. Alla luce di questa notizia \è bene che chi ha anche piccoli problemi legati alle ossa inserisca nella sua dieta le olive o l\’olio che ne viene prodotto. Antibatteriche L\’oleuropeina ha anche propriet\à antibatteriche. La sua presenza nell\’organismo aiuta il sistema immunitario a difendersi dalle infezioni batteriche. Propriet\à Digestive Sono una buona fonte di fibra che, se presente nelle giuste dosi, migliora il movimento intestinale ed apporta benefici al processo digestivo. Fanno Bene alla Pelle Le olive, quelle nere in particolare, sono ricche di composti antiossidanti ed acidi grassi che hanno propriet\à idratanti nei confronti della pelle. La vitamina E poi, che ha dimostrato di proteggere la pelle dai raggi UVA, fornisce un aiuto contro il suo invecchiamento precoce. Si pu\ò approfittare di questi benefici applicando un po\’ di olio di oliva sulla pelle per 15 minuti prima di fare la doccia o il bagno. Gli altri paesi in cui la produzione di olive raggiunge una certa rilevanza sono la Spagna, la Grecia, la Tunisia, la Francia, il Portogallo, la Turchia ed Israele. I fiori dell\’olivo vengono utilizzati in floriterapia per combattere stati di spossatezza sia fisica che mentale. La differenza tra olive verdi e quelle nere \è data solamente dal grado di maturazione. In origine infatti le olive sono tutte verdi e raggiungono il colore nero una volta che raggiungono la completa maturazione, in genere in inverno. Tuttavia esiste qualche variet\à di oliva che rimane verde anche a maturazione completa. Le olive destinate alla preparazione dell\’olio vengono raccolte un po\’ prima della completa maturazione. Di solito nel momento in cui hanno una percentuale di olio pari al 30 \%. Hanno un basso indice glicemico (15). Questo significa che rilasciano lentamente il loro apporto energetico evitando cos\ì di innescare pericolosi picchi di insulina. Le olive hanno propriet\à benefiche anche nei confronti del sistema immunitario e del sistema respiratorio. Quelle italiane, insieme alle israeliane, sono considerate tra le migliori al mondo. Forse non Sapevi Che La pianta dell\’olivo comincia a produrre frutti nel quarto anno di et\à. Malgrado ci\ò, affinch\é la produzione raggiunga i suoi massimi livelli, devono passare altri 6 anni. I fiori dell\’ulivo sono ermafroditi, ossia posseggono sia gli organi riproduttivi maschili che femminili. Il paese maggior produttore di olive \è la Spagna.
Spicchiricchi numero: menu: tripadvisor: prezzi: recensioni:
In previsione dell'estate arriva la prima novit\à di Spicchiricchi: GHIACCIOLI FAI DA TE I nostri ghiaccioli sono fatti solo di frutta e verdura SENZA ZUCCHERO AGGIUNTO, SENZA ACQUA, SENZA COLORANTI, SENZA CONSERVANTI. Solo frutta e verdura, ma la cosa particolare \è che con un semplice messaggio o una telefonata potete decidere voi come farlo. Noi lo prepariamo e dopo tre ore dall'ordine potete venire a rinfrescarvi con quello che preferite. Buon ghiacciolo a tutti Gabriele
Spicchiricchi tripadvisor: recensioni: telefono: numero: chiusura:
Offerta Spicchiricchi 5 maggio: - crema di carote al curry (veg, no glutine) - farro o riso integrale verdure al forno o zucchine e pomodori (veg) - spaghetti di zucchine (veg, no glutine) - farinata di ceci con verdura o torta salata (veg) - spiedini di polpette con verdura fai da te (veg) - schiacciata di frutta e uvetta (veg, no glutine, no zucchero aggiunto) saluti Gabriele Materia prima del giorno: zucchine che trovate nel sugo per il cereale e come snack. Gli spaghetti di zucchine sono fatti con pomodori freschi e olive saltati in padella e con le zucchine julienne passate anch'esse in padella per pochissimi minuti, gustose e leggere come tutti i piatti di Spicchiricchi. La pianta delle zucchine, nome scientifico Cucurbita Pepo, \è un\’erbacea rampicante appartenente alla famiglia delle Cucurbitaceae, la stessa a cui appartengono i meloni. I suoi frutti sono generalmente di colore verde, nelle sue diverse tonalit\à. Le zucchine sono originarie del continente americano ed attualmente vengono coltivate un po\’ in tutto il mondo. Le variet\à di zucchine sono molto numerose e, in molto casi, prendono il nome dal luogo in cui vengono coltivate. Le pi\ù conosciute sono la nana verde di Milano, la zucchina bolognese, la tonda di Firenze e la grigia genovese. Come altri ortaggi provenienti da paesi particolarmente caldi, le zucchine prediligono climi temperati e soffrono particolarmente gli sbalzi di temperatura. Il loro periodo di raccolta coincide con la primavera anche se attualmente, grazie alle serre e all\’importazione, sono presenti sul mercato tutto l\’anno. Curiosit\à Per valutare la freschezza di una zucchina questa deve presentarsi dura al tatto e dall\’aspetto lucido. In caso avessero ancora il fiore, il loro aspetto pu\ò rivelarsi un\’ ottima spia di freschezza o meno. Molto spesso le zucchine, con i loro fiori, richiamano grandi quantit\à di api. Queste gradiscono molto il tipo di polline e ne favoriscono cos\ì l\’impollinazione. Grazie al loro sapore abbastanza neutro, le zucchine sono un ingrediente molto versatile, adatto per contorni di ogni genere. Sebbene le zucchine siano presenti sul mercato tutto l\’anno, conviene assaporarle nel periodo in cui sono disponibili in natura, durante la primavera. In questo periodo infatti, non solo sono pi\ù convenienti da un punto di vista economico, ma sono anche pi\ù integre da un punto di vista nutrizionale. Oltre alle variet\à tradizionali di zucchine esistono anche quelle atipiche. Queste esulano un po\’ da quelle che sono le forme ed i colori delle zucchine tradizionali. Tra queste c\’\è la zucchina centenaria, a forma di pera, che pu\ò avere anche un colore biancastro. Poi c\’\è la zucchina crooknet con forma strana e colore giallastro.
Spicchiricchi prezzi: indirizzo: aperto: telefono: prezzi:
Offerta Spicchiricchi 4 maggio: - crema di verdura e legumi (veg) - farro o cous cous verdure al forno o sugo di ceci (veg) - farinata con verdura o torta salata (veg) - burger veg con insalata fai da te (veg) - hummus di piselli con crostini di pane e insalata fai da te (veg) - rustica di frutta (veg) - mousse ricotta e fragole saluti Gabriele Materia prima dei giorno: i ceci I ceci sono i semi di una pianta appartenente alla famiglia delle Fabaceae il cui nome scientifico \è Cicer arientinum. Questo legume \è uno dei pi\ù antichi nella storia dell\’umanit\à ed attualmente rappresenta il terzo legume pi\ù consumato al mondo dopo i fagioli e la soia. La pianta del cece proviene dall\’oriente, probabilmente dalla Turchia, ed \è coltivata fin da tempi antichissimi in tutta la zona del bacino mediterraneo. Due sono le variet\à principali, una occidentale dalla forma pi\ù grande e dal colore beige\/giallognolo ed una orientale dal diametro pi\ù piccolo e dal colore tendente al rossastro. Abbassano il Colesterolo Una ricerca apparsa sulla rivista Annals of Nutrition and Metabolism descrive le propriet\à che i ceci hanno di abbassare i livelli di LDL o colesterolo cattivo nel sangue e di conseguenza il ruolo protettivo che i ceci svolgono nei confronti del cuore. Le motivazioni di questi effetti benefici dei ceci sono da ricondursi alla buona presenza in questi legumi di magnesio e di folato. Quest\’ultimo infatti sembra avere la propriet\à di abbassare i livelli di un aminoacido che, quando presente in quantit\à eccessiva nel sangue, aumenta la possibilit\à di infarto e di ictus. Il nome di questo aminoacido \è omocisteina. Un\’altra sostanza presente nei ceci che concorre a ridurre il colesterolo LDL \è la lecitina che, insieme agli acidi grassi polinsaturi, \è il principale antagonista del colesterolo cattivo. Circolazione Sanguigna L\’abbondanza di magnesio nei ceci invece, apporta benefici alla circolazione sanguigna. Migliora inoltre l\’apporto di sostanze nutritive all\’organismo. La sua carenza invece \è messa in relazione con un aumento di rischio di infarto. Pressione Sanguigna Il potassio, che \è una antagonista del sodio, da il suo contributo per il controllo della pressione arteriosa. Omega 3 Contengono anche acidi grassi insaturi, meglio conosciuti come Omega 3. Oltre a prevenire gli stati di depressione hanno la propriet\à di abbassare i trigliceridi. Sono soprattutto sono in grado di apportare benefici al ritmo cardiaco evitando cos\ì l\’insorgere di aritmie al cuore. Ricchi di Fibre Degna di nota la presenza di una buona quantit\à di fibre solubili. Queste hanno la propriet\à di regolare le funzioni del nostro intestino. Allo stesso tempo contribuiscono a mantenere equilibrati i livelli di glucosio nel sangue. Anche le fibre solubili concorrono nell\’eliminazione del colesterolo dal sangue. Queste fibre infatti migliorano la circolazione sanguigna assorbendo il colesterolo prima che questo venga assorbito dall\’intestino. In questo modo la fibra solubile forma un ammasso di gel che viene espulsa dall\’organismo tramite le feci e con questa anche il colesterolo. Proteggono il Fegato La presenza di colina invece apporta benefici al fegato dal punto di vista della prevenzione o del trattamento di alcune patologie come la cirrosi, l\’epatite o il tumore. Antiossidanti Contengono anche saponine, sostanze fitochimiche con propriet\à antiossidanti, recenti studi suggeriscono che le saponine presenti in questo legume siano in grado di ridurre il rischio di tumore al seno nelle donne. Carie Dentali Contengono anche molibdeno, un minerale con interessanti propriet\à. Pare sia utile nella prevenzione delle carie e nella cura dell\’impotenza maschile. Oltre a questo il molibdeno aiuta l\’organismo ad espellere i solfiti. Propriet\à Sazianti Grazie alla presenza di fibre e di carboidrati complessi che mantengono gli zuccheri ad un livello adeguato, questi legumi hanno propriet\à sazianti che possono tornare utili nelle diete dimagranti. Diabete Un\’altra propriet\à dei ceci, e dei legumi in generale, \è quella di mantenere stabile la percentuale di zuccheri nel sangue, infatti gli zuccheri dei ceci vengono assorbiti lentamente dall\’organismo. Buona Digeribilit\à Rispetto a tutti gli altri legumi sono quelli caratterizzati da una migliore digeribilit\à. Questa propriet\à \è dovuta al fatto che i ceci contengono meno oligosaccaridi e necessitano quindi di un\’insalivazione minore per essere digeriti. Per questo motivo provocano una minore flatulenza rispetto ai fagioli. Salute delle Ossa Ferro, calcio, zinco, magnesio e vitamina K presenti nei ceci contribuiscono alla formazione delle ossa ed alla loro salute. Un basso apporto di vitamina K \è stato associato ad un rischio pi\ù elevato di fratture ossee. Curiosit\à Contengono pi\ù lecitina rispetto alla soia ed alle arachidi. Il nome deriva dal latino cicer arietinum e la seconda parola sta ad indicare la somiglianza che questi legumi hanno con la testa dell\’ariete. Pare che il cognome Cicerone discendesse da un antenato dello stesso che aveva una verruca sul naso che richiamava la forma del cece. Prima di acquistarli \è sempre meglio controllare la data di essiccazione. Oltre ad un periodo di ammollo pi\ù lungo i ceci vecchi perdono anche alcune loro propriet\à, inoltre \è sempre meglio consumare ceci che non siano pi\ù vecchi di un anno. La semina dei ceci avviene normalmente in primavera mentre la raccolta avviene durante l\’estate, nel periodo compreso tra giugno e settembre. Le variet\à sono molto numerose ma le due pi\ù conosciute e diffuse sono il cece Kabull ed il Desi. Una diceria popolare si avvale di questi legumi come esempio di qualcosa di scomodo, di penitenza. Molti di voi avranno udito qualche volta le frase \” in ginocchio sui ceci \“. Molti decenni fa infatti, i maestri elementari, erano soliti punire gli alunni pi\ù irrequieti mettendoli in ginocchio sui ceci. Una volta cucinati possono essere conservati in frigorifero per 4 o 5 giorni in un contenitore chiuso ermeticamente. Importante I ceci non contengono glutine e si rivelano quindi un alimento particolarmente indicato per tutte quelle persone che sono interessate dal morbo celiaco.
Spicchiricchi tripadvisor: indirizzo: aperto: email: recensioni:
Offerta Spicchiricchi 3 maggio: - crema di spinaci (veg) - riso int. o cous cous verdure al forno o zuccchine e pomodori freschi (veg) - farinata con verdure o torta salata cipolla e mela (veg) - nidi di patate al forno con verdura serviti su letto di insalata (veg) - spinaci marinati con insalata fai da te (veg) - mousse ricotta e fragole saluti Gabriele Materia prima del giorno: spinaci che trovate nella vellutata e marinati con l'insalata mista Gli spinaci sono una pianta erbacea con interessanti propriet\à terapeutiche e nutritive. Il nome scientifico della pianta \è Spinacia oleracea ed appartiene alla famiglia delle Chenopodiaceae. Pu\ò raggiungere l\’altezza di 70 cm circa, con grosse foglie verde scuro. Le origini delle spinaci non sono chiare. Alcuni pensano che provengano dal Nepal, dove pare siano stati coltivati per la prima volta. Altri invece sostengono che abbiano avuto origine in Persia, l\’attuale Iran. Di certo, gi\à nel \‘500, a Firenze le suore benedettine le coltivavano nei loro orti. Le variet\à pi\ù comuni sono rappresentate da il Gigante d\’inverno il Re dell\’estate, il Merlo nero e il Matador. Benefici agli Occhi Occupano una posizione rilevante nella classifica degli alimenti con propriet\à utili alla salute. Una scoperta molto recente attesta che gli spinaci apportano benefici alla vista. La luteina, presente in buona quantit\à nelle foglie, ha la capacit\à di penetrare nel sangue e di depositarsi negli occhi, in particolare nella retina. Qui svolge un\’ azione preventiva nei confronti di alcune patologie legate agli occhi. Tra queste la degenerazione maculare, una patologia tipica dell\’et\à avanzata. Anche il beta-carotene ha propriet\à benefiche nei confronti degli occhi. Il suo giusto apporto impedisce le ulcere agli occhi, il prurito, il gonfiore e l\’irritazione. Cataratta Luteina e zeaxantina sono due composti con potenti propriet\à antiossidanti. Proteggono gli occhi dai danni dei raggi UVA che possono provocare la cataratta. Propriet\à Antinfiammatorie Gli spinaci hanno dimostrato di ridurre le infiammazioni, in particolare quelle che interessano l\’apparato digerente. Lassative I molti minerali presenti hanno propriet\à lassative, svuotano il colon dalle tossine e proteggono il rivestimento dello stomaco. Per questo sono utili nella prevenzione delle ulcere. Fanno Bene al Cuore Gli spinaci apportano benefici ai vasi sanguigni ed al cuore. Sono particolarmente utili per prevenire problemi cardiocircolatori tra i quali l\’aterosclerosi e la pressione alta. Sistema Immunitario L\’alto contenuto di acido folico, insieme alla vitamina C, apporta benefici al sistema immunitario rendendolo pi\ù forte. Inoltre aiuta l\’organismo nella produzione di globuli rossi. Gravidanza L\’acido folico svolge un ruolo importante nella gravidanza in quanto previene le malformazioni al tubo neurale nei nascituri. Ipertensione Queste verdure sono una buona fonte di potassio e contengono poco sodio, un abbinamento che si rivela utile nei casi di ipertensione. Il potassio ed i folati rilassano le pareti dei vasi sanguigni, permettendo un maggior afflusso di sangue ed una conseguente riduzione della pressione sanguigna. Fanno Bene alle Ossa Contengono una buona quantit\à di vitamina K che, insieme al calcio, apporta benefici alla salute delle ossa. Fanno Bene alla Pelle Un\’altra propriet\à poco nota di questa pianta \è la loro capacit\à di apportare benefici alla pelle secca e pruriginosa. Le vitamine ed i minerali presenti in abbondanza in questa verdura apportano sollievo e buoni risultati in poco tempo. Ulcera Gastrica Si \è da poco scoperto che alcune sostanze presenti negli spinaci sono in grado di proteggere le mucose dello stomaco. Riducono cos\ì il rischio di sviluppare l\’ulcera gastrica. Il contenuto di ferro, da sempre associato nella cultura popolare agli spinaci, \è certamente buono ma non cos\ì alto come si credeva un tempo. In 100 grammi di verdura troviamo circa 3,5 mg di ferro vegetale. Il problema \è che oltre al ferro, gli spinaci contengono alti livelli di acido ossalico. Questo composto riduce drasticamente la capacit\à del nostro corpo di assorbire il calcio ed il ferro. Un metodo veloce per ovviare a questo inconveniente \è quello di abbinarli a dei cibi con un alto potenziale di vitamina C. Ad esempio condendo gli spinaci con abbondante succo di limone. Oltre al ferro contengono buone quantit\à di acido folico e composti antiossidanti che apportano benefici in caso di anemia. Per questo gli spinaci restano comunque un alimento consigliato agli anemici ed alle donne in stato di gravidanza. Calorie Per quanto riguarda le calorie 100 gr di spinaci forniscono 23 calorie. Controindicazioni degli Spinaci L\’acido ossalico presente in queste verdure favorisce la formazione dei calcoli renali. Per questo motivo un consumo eccessivo \è fortemente sconsigliato a tutti coloro che sono interessati da patologie che riguardano i reni o sono soggetti a calcoli renali. Per ridurre l\’acido ossalico presente in questo ortaggio \è sufficiente e consigliabile bollirli per uno o due minuti ed evitare di bere l\’acqua di cottura. Tra l\’altro attraverso la cottura potrete godere delle propriet\à e dei benefici degli spinaci in modo molto maggiore che mangiandoli crudi. Infatti il nostro corpo non \è in grado di assorbire tutte le propriet\à nutritive di questa verdura quando \è cruda. Curiosit\à L\’associazione di idee Braccio di Ferro e spinaci \è una delle operazioni di marketing meglio riuscite. La creazione di tale personaggio fu infatti commissionata da produttori americani di spinaci in scatola, al fine di incrementarne i consumi, soprattutto tra i bambini. Braccio di ferro ebbe poi un tale successo che la produzione di cartoon continu\ò indipendentemente dal discorso pubblicitario. \È bene fare attenzione alla loro freschezza, quando sono un po\’ vecchie contengono i nitriti, che hanno effetti nocivi sulla nostra salute. Per questo all\’acquisto \è bene verificarne il colore che deve essere di un bel verde uniforme, senza parti giallognole e con gambi duri e forti. Le barbabietole, le bietole e la quinoa appartengono alla stessa famiglia degli spinaci, quella delle Chenopodiaceae. Gli spinaci erano le verdure preferite di Caterina de \‘Medici. Gli Stati Uniti ed i Paesi Bassi sono oggi i principali produttori al mondo di questo ortaggio.
Spicchiricchi indirizzo: numero: aperto: menu: telefono:
Offerta Spicchiricchi 2 maggio: - crema di zucchine e menta (veg) - riso int. o farro verdure al forno o rag\ù vegetale (veg) - farinata con verdure o torta salata (veg) - hummus di piselli con crostini di pane e insalata fai da te (veg) - crumble di frutta (veg) saluti Gabriele Materia prima del giorno: la menta che trovate nella crema di verdura La menta \è una pianta erbacea perenne con propriet\à stimolanti appartenente alla famiglia delle Labiate, genere Mentha. Molte sono le variet\à esistenti, le pi\ù diffuse sono la menta piperita, la romana, la mentuccia e la acquatica. A seconda della specie, l\’altezza di questa pianta pu\ò variare da pochi centimetri sino al metro. I suoi fiori sono di un colore rosa intenso mentre le sue foglie sono di colore verde scuro. La menta \è una pianta che non ha esigenze particolari ed \è allo stesso tempo molto resiste bene anche alle rigide temperature invernali. \È una pianta che si sviluppa in modo massiccio, per questo motivo pu\ò risultare infestante ed alcune volte ha bisogno di essere ridimensionata. La menta cresce solitamente in zone pianeggianti ma la si pu\ò trovare fino a 700 metri di altezza in zone riparate dal vento e abbastanza esposte alla luce del sole. Disturbi Gastrointestinali Bench\é le specie di menta siano molte, le propriet\à medicinali sono le stesse per tutte. Questo si deve alla presenza del mentolo che ha propriet\à stimolanti per lo stomaco e lenitive nei confronti dei disturbi gastrointestinali. Propriet\à Digestive Aiuta lo stomaco nei casi di infiammazione e di indigestione. Per i problemi allo stomaco si consiglia una tazza di t\è alla menta. L\’aroma della menta stimola le ghiandole salivari che producono gli enzimi digestivi facilitando cos\ì la digestione. Mal di Testa e Nausea L\’aroma forte e fresco della pianta \è un rimedio veloce ed efficace per far passare la nausea ed il mal di testa. Analgesica Il mentolo ha anche una buona azione analgesica ma va usato con attenzione. In dosi eccessive possono avere spiacevoli effetti collaterali sul sistema nervoso. Benefici per l\’Asma Un uso regolare della menta si rileva molto efficace per le persone che soffrono di asma, questo grazie alle propriet\à decongestionanti di questa pianta. Attenzione per\ò a non esagerare perch\é la menta, in dosi eccessive, pu\ò irritare naso e gola. Stimolante \È un vero e proprio stimolante naturale, ottimo per coloro che si sentono depressi, ansiosi o semplicemente scarichi. Per godere dei suoi effetti stimolanti pu\ò essere ingerita, inalata con il vapore oppure applicata sotto forma di unguento. Un metodo molto semplice per ritrovare velocemente le energie consiste nell\’applicare qualche goccia di olio essenziale di menta sul cuscino prima di andare a dormire. Allergie L\’estratto di foglie si rivela molto utile per combattere le allergie e la rinite perch\é \è in grado di inibire il rilascio di istamine. Mal di Mare Le propriet\à sedative di questa essenza rendono la menta un ottimo aiuto per chi soffre il mal d\’auto o mal di mare bloccando il vomito in pochissimo tempo. Infuso Si pu\ò usare un infuso preparato con 30 gr di foglie fresche ed un litro d\’acqua per i seguenti disturbi: problemi di digestione, diarrea, insonnia, stato di debolezza generale. Alito Cattivo La menta risulta molto utile anche in caso di alito cattivo. 5 gr di foglie fresche in 100 ml di acqua si utilizzano per fare gargarismi depurativi. La menta ha propriet\à germicide quindi inibisce la crescita dei batteri all\’interno della bocca. \È sufficiente strofinare delle foglie fresche sui denti e le gengive per mantenerli in salute. In alternativa, pi\ù semplicemente, si possono masticare regolarmente foglie fresche di menta. Punture di Insetto In caso di puntura di insetti, quali api, vespe, zanzare e calabroni, le foglie fresche saranno in grado di apportare sollievo. Piacevole la sensazione di freschezza che allever\à il prurito. Utili le sue propriet\à antinfiammatorie che ridurranno il gonfiore dovuto alla puntura. Ustioni Le ustioni possono essere lenite applicandovi sopra delle foglie pestate di menta fresca. Funzione Cognitiva Uno studio ha evidenziato gli effetti benefici della menta sulla mente. Nello studio si \è scoperto che le persone che utilizzano molto spesso gomme da masticare alla menta hanno una memoria ed una prontezza mentale superiore rispetto a chi non la utilizza. Pare quindi che la menta aiuti a migliorare notevolmente l\’attivit\à del cervello. Fa Bene alla Pelle L\’olio essenziale ha propriet\à antipruriginose ed antisettiche mentre il succo di menta \è un buon detergente per la pelle. La pianta pu\ò quindi essere utilizzata per curare brufoli ed acne. Carminativa Il suo contenuto di carvacrolo, mentolo e timolo aiutano l\’organismo ad espellere il gas in eccesso dall\’intestino prevenendo la flatulenza. A tal scopo si prepara un\’infusione con un cucchiaino di menta essiccata in un tazza di acqua calda, da bersi due bicchieri al giorno. Febbrifuga Grazie al mentolo, un infuso di foglie stimola ed aumenta la sudorazione con effetti benefici sulla febbre e sulla decongestione delle vie respiratorie. Curiosit\à In cosmesi, grazie alle sue propriet\à rinfrescanti, la menta viene utilizza per la preparazione di shampoo e detergenti intimi. Si possono impiegare piccole quantit\à di olio essenziale per massaggiare delicatamente le tempie in caso di mal di testa. La medicina cinese, fin dai tempi pi\ù antichi, utilizzava le menta per il trattamento della tosse e del raffreddore, nonch\é come tonico e digestivo. Molto spesso, in gravidanza e sotto il controllo medico, viene suggerito l\’impiego della menta per il trattamento della nausea e dell\’emicrania. Le foglie hanno effetti astringenti e purificanti. Per questo motivo vengono utilizzate nella preparazione di maschere di bellezza e per alleviare i sintomi dell\’acne. L\’uso della menta si estende anche nella preparazione di cocktail. Un esempio \è rappresentato dal mojito, dove, pestata insieme allo zucchero, si accompagna a ghiaccio e rum.
Spicchiricchi email: chiusura: aperto: orari: numero:
Offerta 28 aprile: - crema di verdura e legumi (veg) - farro o orzo verdure al forno o spinaci al limone (veg) - torta salata o farinata con verdura (veg) - carpaccio di zucchine con insalata fai da te (veg) - spiedini di polpette con insalata fai da te (veg) - torta di mele - mousse ricotta e fragole saluti Gabriele Materia prima del giorno: lenticchie che trovate nella vellutata e negli spiedini di polpette Le lenticchie rappresentano uno dei pi\ù antichi legumi della storia.Grazie alle loro propriet\à nutritive, venivano coltivate gi\à nel 7.000 a.C. in Asia. La sua pianta appartiene alla famiglia delle Papilionacee e pu\ò raggiungere l\’altezza di 40 cm. Questo legume non pu\ò essere consumato crudo in quanto contiene sostanze non digeribili che vengono eliminate per\ò dall cottura. Le lenticchie hanno dimensioni, colori e sapori diversi a seconda della variet\à a cui appartengono e che possiamo dividere in 2 grandi gruppi. Le lenticchie a seme piccolo e quelle a seme grande. In Italia sono molto conosciute le variet\à di Altamura a seme grande e quella di Castelluccio a seme piccolo. Variet\à questa molto apprezzata in quanto particolarmente saporita. La pianta trae le sue origini in Mesopotamia in tempi antichissimi tanto che nella Bibbia, precisamente nella Genesi, vengono citate in riferimento a Giacobbe ed Esa\ù. Nel museo del Louvre sono esposte antichissime lenticchie provenienti dalle tombe dei faraoni egizi. Propriet\à e Benefici delle Lenticchie Idonee Per i Celiaci Al giorno d\’oggi questo tipo di legume \è consigliato dai dietologi. Oltre a contenere una buona percentuale di fosforo e potassio, \è molto digeribile e non contiene ne grassi ne colesterolo. Inoltre non contengono glutine e sono quindi da considerarsi un ottimo alimento per i celiaci. Antitumorali Le lenticchie sono considerate tra i legumi contenenti maggiori propriet\à antiossidanti. Insieme all\’alto contenuto di isoflavoni rappresentano un ottimo alleato nella prevenzione di alcune forme di tumore. Sostituiscono Carne e Pesce Come tutti i legumi le lenticchie sono ricche di proteine vegetali. Per questo motivo rappresentano una valida alternativa agli alimenti di origine animale che contengono invece colesterolo. Possono quindi essere consumate come secondo piatto in sostituzione della carne o del pesce. Abbassano il Colesterolo Il buon contenuto di fibre alimentari contribuisce a regolarizzare l\’attivit\à dell\’intestino e a tenere sotto controllo il tasso di colesterolo nel sangue. Grazie al fatto che contengono pochissimi grassi insaturi permettono di prevenire alcune patologie cardiovascolari. Zucchero nel Sangue L\’assunzione di lenticchie rallenta l\’assorbimento dei carboidrati da parte dell\’organismo venendo cos\ì in aiuto a chi soffre di diabete. Lo zucchero proveniente dalla digestione viene assorbito dall\’organismo molto lentamente cos\ì da evitare picchi di glicemia. Sistema Nervoso L\’equivalente di una tazza di lenticchie cotte fornisce quasi l\’intero fabbisogno di acido folico (vitamina B9) per una persona adulta. Questa vitamina \è utile per il buon funzionamento del sistema nervoso, nella produzione di energia ed \è necessaria per la sintesi del DNA. Anemia Sono anche ricche di ferro, un minerale utilizzato dal corpo per la produzione di globuli rossi. Una carenza di ferro pu\ò portare a sviluppare l\’anemia o anche problemi neurologici come il deficit dell\’attenzione. Senso di Saziet\à Vi sono alimenti che causano improvvisi picchi di zuccheri nel sangue costringendo l\’organismo a bruciare grandi quantit\à di zucchero in poco tempo. Le lenticchie invece possono mantenere i livelli di zucchero stabili per lungo tempo e di conseguenza anche il senso di saziet\à. Digestione Gli studi hanno dimostrato che la fibra insolubile non solo \è utile per la prevenzione della stitichezza. Favorisce anche il processo digestivo e previene la sindrome dell\’intestino irritabile. Malattie Cardiache Uno studio pubblicato su Archives of Internal Medicine ci suggerisce che una dieta ricca di fibra aiuta a prevenire le malattie cardiache. Lo studio ha preso in considerazione 10.000 persone per un periodo di 19 anni. I risultati hanno confermato che le persone che assumevano pi\ù fibra attraverso l\’alimentazione riducevano del 12 \% il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari. Non \è per\ò solo la fibra ad apportare benefici alla salute del cuore. Le lenticchie contengono anche buone quantit\à di folati e di magnesio che sono importanti per mantenere in salute le pareti dell arterie. Muscolatura I nostri organi ed i muscoli in particolare, necessitano di un costante rifornimento di proteine per funzionare correttamente. Le lenticchie sono un alimento ideale per il nostro organismo in quanto contengono molti dei costituenti di cui il nostro organismo ha bisogno per funzionare bene. In particolar modo le lenticchie contengono tutti gli aminoacidi essenziali. Arteriosclerosi Uno studio condotto dal Department of Cereal and Foods Sciences nel nord Dakota, ha dimostrato come gli antiossidanti presenti nelle lenticchie diminuiscono sensibilmente il rischio di sviluppare l\’arteriosclerosi. Donne in Gravidanza Sono ricche di acido folico la cui presenza nella giusta quantit\à previene i difetti della nascita. Uno studio condotto al Rowett Research Institute di Aberdeen, in Inghilterra, ha dimostrato come molto spesso una carenza di acido folico ha spesso come conseguenza un difetto al tubo neurale. Il nome deriva dalla parola latina lenticula che \è il diminutivo di lente. La parola prende spunto dalla forma caratteristica di questo legume. Le lenticchie, per tradizione, rappresentano un simbolo di fortuna e di ricchezza tipico delle feste natalizie e soprattutto del cenone di capodanno. Mangiarne un piatto dopo il brindisi all\’anno nuovo ha un significato di augurio in termine di ricchezza e prosperit\à. In alcuni luoghi la tradizione e la credenza popolare sostengono che le lenticchie andrebbero consumate senza olio per evitare che i soldi scivolino via. Attualmente le lenticchie vengono coltivate un po\’ in tutto il mondo, in Asia, in Africa, in America settentrionale ed in Turchia, ma quelle di maggior qualit\à risultano essere prodotte nel nostro paese che \è l\’Italia. Forse non Sapevi Che Le regioni maggior produttrici sono la Puglia, l\’Abruzzo, il Lazio e la Campania. Questo legume si trova principalmente in vendita sotto due forme: le lenticchie cotte, pronte per essere consumate e solitamente conservate in barattoli metallici o di vetro. Le lenticchie secche necessitano di essere cotte prima di essere consumate senza per\ò aver bisogno di essere messe in ammollo prima. Quando si intende acquistare lenticchie cotte \è meglio assicurarsi che il prodotto non contenga conservanti e coloranti. Per quelle secche \è bene verificare che non vi sia, all\’interno della confezione, la presenza di organismi parassiti. Alcuni semi di lenticchie vecchi di 8.000 anni sono stati ritrovato in siti archeologici in Medio Oriente.
Spicchiricchi menu: prezzi: recensioni: email: numero:
Finalmente la tecnologia \è ripartita..... Offerta 27 aprile: - crema verdura e spinaci (veg) - riso int. o cous cous verdure al forno o sugo di lenticchie (veg) - torta salata o farinata con verdure (veg) - hummus di piselli con crostini di pane e insalata fai da te (veg) - mousse ricotta e fragole - torta di mele saluti Gabriele
Spicchiricchi menu: email: prezzi: telefono: indirizzo:
Spicchiricchi 26 aprile: - crema di zucchine e carote (veg) - farro e riso int. verdure al forno o zucchine e pomodori (veg) - farinata con verdure e torta salata (veg) - polpette di verdura con insalata fai da te (veg) - mousse di ricotta e fragole (veg) Saluti Gabriele Materia prima del giorno: pomodori Il pomodoro, ortaggio dalle molteplici propriet\à, \è il frutto della Solanum lycopersicum. La pianta \è un\’ erbacea a carattere annuale che appartiene alla famiglia delle Solanacee, ordine Tubiflore. Il pomodoro \è originario del Sud America e viene ormai coltivato un po\’ dappertutto da lungo tempo. Lo si trova in vendita con numerose variet\à orticole. Dopo la patata \è l\’ortaggio pi\ù coltivato sul pianeta. Il pomodoro, grazie al suo largo consumo ed alle sue propriet\à, d\à il maggior contributo al raggiungimento della dose giornaliera consigliata di minerali e vitamine. Questo anche se vi sono molti altri ortaggi che contengono pi\ù minerali e vitamine. Antitumorale Una dieta ricca di pomodori pu\ò contribuire a ridurre il rischio di tumore al pancreas di ben il 31 \%. \È quanto sostiene una ricerca condotta all\’Universit\à di Montreal. Questa propriet\à del pomodoro, secondo gli studiosi, \è da ricondursi all\’attivit\à del licopene. Il licopene possiede propriet\à antiossidanti e da studi recenti si \è scoperto che \è in grado di rallentare la proliferazione di cellule tumorali. Consumare regolarmente pomodori, diminuirebbe drasticamente il rischio di cancro alle ovaie per la donna e alla prostata per l\’uomo. Questo \è quanto emerge da una ricerca condotta negli Stati Uniti. Riduce il Tasso di Mortalit\à Come sappiamo la dieta mediterranea fa largo uso dei pomodori e dei loro derivati. Le persone che da anni seguono la dieta mediterranea, hanno un tasso di mortalit\à pi\ù basso rispetto alla media. Questo almeno per quanto riguarda le malattie del cuore ed i tumori. A rivelarlo \è uno studio mirato condotto dai ricercatori della Scuola Medica dell\’Universit\à di Atene. Riduce il Colesterolo Grazie alla Vitamina B, al licopene ed al potassio, il pomodoro aiuta a ridurre il colesterolo a ad abbassare la pressione sanguigna. Questo significa che mangiare regolarmente pomodori riduce il rischio di attacchi cardiaci, ictus, arteriosclerosi ed altri problema legati al sistema cardiocircolatorio. Donne in Gravidanza Anche le neo mamme che includono il pomodoro nella loro dieta traggono benefici per i loro figli. Durante la gravidanza l\’acido folico si rivela utile contro le malformazioni neurali del neonato. Durante l\’allattamento il latte materno diventa pi\ù ricco di licopene rispetto a quello di chi non mangia pomodori. Depressione Sempre grazie all\’acido folico, i pomodori apportano benefici alle persone che soffrono di depressione. Radicali Liberi I pomodori contengono 3 sostanze con propriet\à antiossidanti molto potenti. Il Beta-carotene, la Vitamina E e la Vitamina C. Questi composti hanno propriet\à utili a tutto l\’organismo e sono in grado di rallentare l\’invecchiamento. Questi composti, insieme alla fibra alimentare, contrastano l\’attivit\à dei radicali liberi. Prevengono cos\ì l\’insorgere di alcuni tipi di tumore e delle malattie cardiovascolari. Il pomodoro contiene un altro composto antiossidante con propriet\à utili a contrastare i radicali liberi, il glutatione. Metalli Pesanti Un\’altra caratteristica del glutatione \è quella disintossicante. Il composto facilita l\’espulsione dei metalli pesanti dall\’organismo, in particolar modo \è molto efficace nell\’eliminazione del piombo. Ipertensione L\’abbondanza di potassio, un elettrolita vasodilatatore, rilassa le pareti dei vasi sanguigni permettendo un maggior afflusso di sangue. Si ottiene di conseguenza un abbassamento dei valori della pressione in caso di ipertensione. Protegge gli Occhi Il pomodoro contiene zeaxantina, una sostanza con propriet\à antiossidanti in grado di apportare benefici alla salute degli occhi, soprattutto nelle persone anziane. Pare infatti che questa sostanza abbia la capacit\à di filtrare i raggi ultravioletti nocivi e di prevenire la degenerazione maculare. Fanno Bene alle Ossa I pomodori contengono una buona percentuale di vitamina K e di calcio. Queste 2 sostanze sono importanti per il rafforzamento delle ossa e per la loro capacit\à di autoriparazione. Recenti studi hanno inoltre dimostrato che il licopene stimola la formazione ossea. \È quindi raccomandato a chi soffre di osteoporosi, alle donne in menopausa e per irrobustire le ossa. Curiosit\à Gran parte dei carotenoidi sono presenti nella buccia. Quando mangiate un pomodoro, se potete, lavatelo bene e mangiate anche la buccia. La vitamina A, con le sue propriet\à, apporta benefici agli occhi, ai capelli, alle ossa ed ai denti. Il cromo invece, rappresenta un valido aiuto per mantenere sotto controllo i livelli di zucchero nel sangue, a tutto vantaggio per i diabetici. La passata di pomodoro nasce in Italia verso la fine del XIII secolo. Se quando mangiate i pomodori li abbinate al basilico, oltre ad ottenere una buona sinergia di gusti, avrete anche una maggior digeribilit\à.
Spicchiricchi prezzi: aperto: tripadvisor: chiusura: email:
Offerta Spicchiricchi 24 aprile: - crema di zucchine (veg) - riso int. o cous cous verdure al forno (veg) - farinata di ceci con verdura e torta salata (veg) - hummus di piselli con crostini di pane e insalata fai da te (veg) - polpette di verdura con insalata fai da te (veg) - crumble di frutta (veg) saluti Gabriele Materia prima del giorno: il timo che trovate nella crema di zucchine Quella del timo \è una pianta perenne appartenente al genere Thymus che comprende pi\ù di 300 specie di piante. La famiglia \è quella delle Labiateae, la stessa della menta. La pianta cresce in tutta l\’Europa, \è molto ramificata e la sua fioritura avviene tra maggio ed ottobre. Fin dai tempi pi\ù antichi il timo \è stato considerato in possesso di propriet\à terapeutiche. L\‘olio essenziale di timo era uno degli ingredienti che gli antichi egizi impiegavano per il processo di imbalsamazione. Evidentemente erano ben consapevoli delle buone propriet\à antibatteriche che fanno del timo un conservante naturale. La variet\à pi\ù utilizzata nel nostro paese \è rappresentata dal timo comune o Thymus Vulgaris. La possiamo trovare allo stato spontaneo o coltivato. Insieme al timo cedrato o Thymus Serpillum \è quello maggiormente utilizzato grazie alle sue propriet\à curative. Le parti utilizzate per fini terapeutici sono i fiori e le foglie, sia fresche che secche. Antibatterico Grazie all\’azione del timolo, ha propriet\à antibatteriche ed antisettiche che sono di gran lunga superiori rispetto ai comuni disinfettanti. Proprio grazie alle sue incredibili propriet\à antibatteriche, secondo uno studio condotto dai ricercatori del Regno Unito, la tintura madre di timo \è pi\ù efficace contro l\’acne di qualsiasi prodotto comunemente usato per questo scopo, compreso il perossido di benzoile. I ricercatori dell\’Universit\à di Torino hanno scoperto che l\’olio essenziale di timo, apporta benefici in caso di Candida albicans, un fungo che provoca fastidiose infezioni orali e vaginali. Digestivo Assumere timo significa anche stimolare l\’appetito ed aiutare il processo digestivo. Poche foglie in una tazza di acqua bollente fanno bene all\’intestino ed alle vie urinarie. Radicali liberi Svolge anche un\’azione protettiva nei confronti dei danni provocati dai radicali liberi. Questa propriet\à \è da ricondursi all\’olio essenziale ed ai flavonoidi. Questi composti contrastano gli effetti nocivi dei radicali liberi, che ricordiamo sono un sottoprodotto del metabolismo umano. La sua assunzione \è quindi utile a mantenere il corpo in salute. Tonico \È anche un buon tonico per l\’organismo, rafforza il sistema immunitario ed il sistema nervoso principale. Migliora l\’Umore In uno studio del 2013 \è stato evidenziato come il suo intenso aroma sia in grado di influenzare l\’attivit\à dei neuroni. La sua assunzione incrementa quindi sentimenti di benessere e di buon umore. Per questo motivo il timo \è consigliato in caso di stress psichico e fisico. Espettorante Il timo ha propriet\à espettoranti e balsamiche in grado di apportare benefici alle affezioni delle vie respiratorie. Facilita cos\ì l\’espulsione delle secrezioni bronchiali. L\’infuso ottenuto con le sue sommit\à ha infatti propriet\à curative nei confronti della tosse, l\’unico inconveniente \è il suo gusto piuttosto amaro. Abbassa la Pressione ed il Colesterolo L\’estratto di timo selvatico \è in grado di abbassare la pressione sanguigna ed il colesterolo. Questa sua capacit\à \è stata scoperta dai ricercatori dell\’Universit\à di Belgrado, in Serbia. Le sperimentazioni per\ò sono state condotte sui topi e non sugli esseri umani. Si attendono sviluppi. Se queste propriet\à venissero confermate da esperimenti sugli esseri umani, un modo semplice per godere di questi benefici sarebbe quello di sostituire il sale che usiamo per condire i nostri piatti con il timo. Capelli grassi Questa preziosa pianta apporta dei benefici nei confronti dei capelli grassi. A tal fine \è sufficiente aggiungere qualche goccia di olio essenziale durante lo shampoo per ristabilire il normale livello di sebo nel cuoio capelluto. Acne I preparati a base di questo vegetale sono di gran lunga i pi\ù efficaci per il trattamento dell\’acne rispetto ad altre erbe. La scoperta \è stata fatta da ricercatori inglesi della Leeds Metropolitan University. Cicatrizzante Il suo olio essenziale ha effetti benefici sulla pelle. \È in grado di ridurre notevolmente le cicatrici ed i segni lasciati dall\’acne, dalla varicella e da altre affezioni della pelle. Antireumatico I reumatismi, la gotta e l\’artrite sono causati da un eccesso di tossine nel sangue, come ad esempio acido urico, e da una cattiva circolazione sanguigna. L\’olio essenziale di timo pu\ò contribuire a risolvere questi problemi. Questo perch\é grazie alle sue propriet\à diuretiche facilita l\’espulsione delle tossine dall\’organismo. Come stimolante invece migliora la circolazione sanguigna ed \è d\’aiuto in patologie come l\’artrite ed altre ad essa collegate. Olio Essenziale di Timo L\’olio essenziale di timo, utilizzato per scopi terapeutici, si estrae principalmente dal Thymus Vulgaris. Le parti utilizzate per creare questo olio sono le sommit\à fiorite della pianta allo stato fresco. Queste vengono distillate con la tecnica chiamata corrente di vapore. Il primo olio ottenuto dalla distillazione, a causa della sua alta concentrazione, \è molto potente e di colore rosso. Prima di poter essere messo in commercio deve quindi subire una seconda distillazione che lo rende pi\ù tollerabile e di colore bianco. Controindicazioni Non va consumato durante la gravidanza, l\’allattamento e nei bambini di et\à inferiore ai 10 anni. Assunto in dosi elevate provoca il vomito e la respirazione diventa difficoltosa. Curiosit\à Gli antichi romani si avvalevano delle sue propriet\à antisettiche per la conservazione degli alimenti. Lo usavano anche per la loro aromatizzazione e per purificare l\’aria negli ambienti chiusi. Nel medioevo si usava mettere un rametto di timo sotto al cuscino non solo per facilitare il sonno, ma anche per tenere lontano gli incubi. La parola Thymus deriva dal greco Thim\òs che significa coraggio. A questo proposito ricordiamo che i soldati romani erano soliti lavarsi con acqua di timo proprio per ottenere coraggio e forza fisica. Grazie alle sue propriet\à antisettiche ed antimicotiche \è un ingrediente che viene spesso inserito nella composizione dei collutori e dei deodoranti naturali. Francia, Spagna e Marocco sono attualmente i maggiori produttori di olio di timo. Fare gargarismi con acqua di timo si rivela molto utile per combattere faringiti e tonsilliti. Per uso esterno viene anche utilizzato come deodorante e come calmante. Viene utilizzato anche in cosmesi per la produzione di saponi e creme per la pulizia della pelle e del cuoio capelluto. Per il suo profumo intenso e persistente, il timo viene usato spesso nei deodoranti naturali ed \è un elemento classico dei pot-pourri. Pare che strofinarsi un rametto di timo sulla pelle aiuti ad evitare le punture di zanzara.
Spicchiricchi numero: tripadvisor: indirizzo: recensioni: aperto:
Offerta 21 aprile: - crema di carote (veg) - cous cous o riso int. verdure al forno o sugo di piselli (veg) - farinata di ceci con verdura o torta salata (veg) - polpettine di verdura con insalata fai da te (veg) - schiacciata mela fragole e uvetta (veg, no glutine no zucchero aggiunto) - mousse ricotta e fragole Saluti Gabriele Materia prima del giorno: farina di riso che trovate nella schiacciata mela fragole e uvetta La farina di riso \è una delle migliori farine per il consumo da parte dei celiaci ma essendo senza glutine \è facilmente digeribile anche per chi non soffre di intolleranza. Scopriamo che cos\’\è e per cosa si usa. Una delle farine pi\ù ricercate si ottiene molto semplicemente dalla macinazione di un cereale che \è il riso. Purtroppo, per quanto sia una buona farina dal punto di vista nutrizionale e per quanto sia un buon prodotto per alcuni tipi di utilizzo, ha un problema piuttosto grande che \è la scarsissima attitudine alla lievitazione, causata dalla bassa percentuale proteica; ricordiamo infatti che se il grano, o l\’orzo, si possono impastare e questi lievitano \è proprio grazie al glutine. Il riso, non avendolo e non avendo nemmeno proteine simili, cos\ì come il mais o il grano saraceno, non \è adatto alla lievitazione e questo ne limita fortemente gli utilizzi. In ogni caso, la farina di riso ha delle caratteristiche positive ed ha anche delle propriet\à interessanti: andiamo a scoprirle. La farina di riso: propriet\à e utilizzi Per quanto riguarda la farina di riso, per prima cosa vanno valutate le sue propriet\à. C\’\è da dire che la differenza tra farina di riso e riso brillato non \è poi cos\ì tanta, dal punto di vista nutrizionale, perch\é alla fine quando il riso brillato si spezza (ci sono macchine che fanno in modo che nelle confezioni del riso finiscano solo i chicchi interi, buttando lo \“spezzato\” che poi diventer\à farina) viene macinato e abbiamo la farina. Essenzialmente, riso e farina di riso hanno propriet\à nutrizionali molto simili. Ricchissimo di amido, il riso differisce da altri cereali per il suo contenuto, e possiamo vederlo nello schema seguente: L\’acqua \è sempre in misura molto bassa, esattamente come negli altri cereali. Questo \è dovuto al fatto che il riso, per essere conservato, deve essere essiccato proprio al fine di evitare la crescita microbica, ed \è per questo che l\’acqua \è bassa anche nella farina. Le proteine generalmente nei cereali vanno intorno al 12-14\%, quindi quasi il doppio rispetto al 6-7\% presenti nel riso. Questo significa che il riso, appunto, ha scarsa attitudine alla lievitazione, anche se la differenza in termini di salute \è davvero minima perch\é il riso, come gli altri cereali, \è tutto meno che un alimento proteico. Il valore biologico delle proteine, per\ò, \è maggiore rispetto al frumento. Il glutine, come abbiamo detto, non \è presente. I carboidrati sono principalmente amido, anche perch\é la fibra a causa di tutte le lavorazioni va in pratica a scomparire completamente. L\’amido \è presente in misura molto maggiore rispetto ad altri cereali, e questo rende la farina di riso una delle farine con il potere calorico pi\ù elevato, tra le altre. I grassi sono davvero pochissimi, e costituiscono solo l\’embrione della futura pianta, e cos\ì i sali minerali che sono davvero pochi. Essendo il riso un chicco molto lavorato, le parti che conterrebbero questi elementi sarebbero quelle esterne e vanno a scomparire con le varie lavorazioni, motivo per cui alla fine ne ritroviamo pochissimi nella farina. Insomma, non si consuma certo la farina di riso per la presenza di questi elementi. Se le caratteristiche nutrizionali del riso non sarebbero cos\ì male, gli utilizzi della farina di riso, purtroppo, non sono cos\ì tanti. Uno dei pi\ù conosciuti \è sicuramente la pasta di riso, che \è pasta creata proprio a partire dalla farina di riso. Il processo \è abbastanza semplice, perch\é non implica la lievitazione, ma il problema \è che \è molto ricca di amido e questo la rende particolarmente collosa con l\’amido che si libera durante la cottura, cos\ì che ad oggi viene utilizzata solamente nell\’alimentazione celiaca . I tentativi di renderla pi\ù simile alla pasta di frumento sono stati fatti, ma per adesso non ci sono risultati positivi. Se il riso \è di difficile lievitazione, la farina di riso viene a volte aggiunta negli altri impasti per conferire specifiche caratteristiche, mescolata quindi ad altre farine (che non risolve il problema celiachia, per\ò); si pu\ò inoltre utilizzare per fare alcuni tipi di dolci che non richiedono lievitazione oppure per fare i biscotti, infatti i biscotti al riso esistono.

 


Pranzo veloce, farro con verdure al forno e hummus. Tutto molto buono. Consiglio per una pausa pranzo veloce. Ci ritornerò!

Spicchiricchi - Bologna
Il ristorante più sano in cui abbia mangiato a Bologna. Nel vero senso della parola. Ingredienti sempre freschissimi e saporti. Estratti migliori della città. Torte salate, riso, farro, cous cous, tutto buono. Consigliatissimo! Non sono vegano e non sono vegetariano quindi lo consiglio a tutti.

Spicchiricchi - Bologna
Piccolo locale con pochi posti a sedere, ideale per mangiare velocemente. Non c'è moltissima scelta ma il poco che c'è è di discreta qualità a prezzi tutto sommato interessanti

Spicchiricchi - Bologna
Questo delizioso locale (un po' casa e un po' osteria) è il posto giusto per chi vuole mangiare sano, mangiare bene e spendere il giusto! Bella l'idea, buoni i prodotti elaborati con passione e semplicità, il risultato? Perfetto. Consigliato per tutti, da zero a cento anni!

Spicchiricchi - Bologna
Il piccolo locale SPicchiricchi potete scovarlo in una via parallela alla rumorosa via Indipendenza,locale semplice con qualche posto a sedere, calda l'accoglienza! ottime le torte salate cosi come la paste di base e gli ingredienti rigorosamente di stagione. Non aspettatevi un ricco menu, ma tutto dipende dall'ortolano del giorno! Prezzi nella media e per essere un biologico non ti spenna... Altro 

Spicchiricchi - Bologna
Situato in una via parallela alla rumorosa via Indipendenza, mantiene la caratteristica della via che lo ospita... Via non particolarmente attraente ma con tesori nascosti...palazzi d'epoca ben occultati. Spicchiricchi non eccelle nell' artedamento, semplice e monacale... L'accoglienza semplice e poco espansiva... Ma le torte dolci e salate sono ottime nella loro semplicità! Ottima la paste di base è gli ingredienti... Altro 

Spicchiricchi - Bologna
Qualità eccellente, accoglienza cordiale attenta cura della cucina, pulizia compresa; giusto per non perder tempo e mangiar "bene", oltre che sano, gustoso, variato, adatto anche ai bambini; ambiente quieto, frequentazione educata ma non altezzosa, bella luce, ottime le bevande fredde o calde, a base di ingredienti freschi, stagionali. Il costo è giusto, basso per Bologna centro, la correttezza esemplare, rara... Altro 

Spicchiricchi - Bologna
Piccolo locale da asporto di prodotti vegetariani (e vegani) rigorosamente biologici. Non so se è possibile anche mangiare in loco, ma sicuramente l'aspetto abbastanza trasandato e poco luminoso dell'ambiente non invoglia alla sosta. Per quello che riguarda la qualità del cibo (che poi è quello che conta) ho provato una torta salata (abbastanza insignificante), una delicata vellutata con crostini e... Altro 

Spicchiricchi - Bologna

Spicchiricchi

Bologna

Via Galliera 22/B, 40121 Bologna, Italia





 


Home