Spicchiricchi

Bologna

Via Galliera 22/B, 40121 Bologna, Italia


 




Spicchiricchi prezzi: telefono: numero: chiusura: aperto:
Domani Sabato 23 febbraio Spicchiricchi vi aspetta dalle 13 alle 16. Offerta: - riso int., farro o cous cous verdure al forno (veg) - piatto completo (veg) - farinata di ceci con verdure (veg) - spianata di farro con salsine (veg) - polpette con verdure cotte o crude (veg) - rustica di frutta (veg)
Spicchiricchi telefono: menu: recensioni: numero: tripadvisor:
Offerta Spicchiricchi 23 febbraio: - crema verdure e spezie (veg) - piatto completo (veg) - panino Spicchiricchi (veg) - farro o riso int. verd. al forno o rag\ù vegetale (veg) - farinata di ceci con verdure (veg) - spianata di farro con salsa di zucca (veg) - polpette con verdure cotte o crude (veg) - rustica di frutta (veg) - mousse ricotta e arancia saluti Gabriele Materia prima del giorno: bergamotto che trovate negli estratti di frutta e verdura a richiesta Il bergamotto \è un agrume grande quasi come un'arancia, la cui pianta \è nota anche scientificamente come Citrus bergamia, appartenente alla famiglia delle Rutaceae. Oltre che in campo cosmetico e per la produzione di t\é e tisane, il bergamotto si usa anche per la preparazione del famoso olio essenziale, che tiene lontani problemi di pelle e malattie cardiovascolari. Descrizione del bergamotto Il bergamotto \è un agrume che nasce dalla pianta Citrus bergamia. Questa \è un albero sempreverde, alto tra i tre e i quattro metri, con fiori bianchi molto profumati e foglie lucide e carnose. Il frutto del bergamotto \è di colore giallo intenso, dalla forma rotonda leggermente schiacciata ai poli. Coltivato prevalentemente nella fascia costiera, \è molto diffuso in Calabria. La sua orgine geografica non \è certa, cos\ì come gli agrumi dai quali, per ibridazioni, \è stato generato. Tuttavia, l'origine del nome \è turca: beg armudi, che significa \“pero del signore\”. Propriet\à e benefici del bergamotto Il costituente principale del Bergamotto \è l'olio essenziale, ricco in terpeni e bergapteni. Succo di bergamotto: propriet\à Vi sono ormai parecchi studi scientifici che confermano quanto la tradizione aveva gi\à intuito: il bergamotto ha parecchie propriet\à benefiche e contiene molte sostanze dai comprovati effetti salutari sull\’organismo umano. Ecco i principali. Anticolesterolo. Nel 2009 il Journal of Natural Products ha pubblicato una ricerca scientifica che dimostra come i flavonoidi contenuti nel bergamotto abbiano un\’azione molto simile a quella delle statine di sintesi, ovvero bloccare gli enzimi della sintesi del colesterolo. Altri studi effettuati su pazienti con colesterolo alto dimostrano come l\’utilizzo di succo di bergamotto contribuisca anche a ridurre i livelli di LDL, colesterolo \“cattivo\”, e ad alzare i livelli di HDL, colesterolo \“buono\”. Ipoglicemizzante. La Naringenina, polifenolo contenuto nel succo di bergamotto, oltre all\’attivit\à \“anticolesterolo\” appena vista, aumenta l\’assimilazione di glucosio nei muscoli e nel fegato, pertanto contribuisce a diminuire i livelli di glucosio nel sangue e a migliorare l\’attivit\à dell\’insulina. Anti radicali liberi. Le propriet\à antiossidanti del succo di bergamotto si devono ai flavonoidi in esso contenuti, che aumentano l\’attivit\à degli enzimi con azione antiossidante, limitano la produzione di radicali liberi sulle pareti dei vasi sanguigni e contrastano i meccanismi infiammatori. Vitaminizzante. Dato l\’elevato contenuto in vitamina C, B1, B2, chemigliorano l\’assorbimento del ferro, il succo di bergamotto \è utile nel supporto alle terapie per le anemie. Stimolante per l\’appetito, anti parassiti intestinali. Queste propriet\à sono da attribuire alle elevate concentrazioni di acido citrico.
Spicchiricchi tripadvisor: email: telefono: orari: recensioni:
Offerta Spicchiricchi 22 febbraio: - crema di carote (veg) - piatto completo (veg) - riso int. o cous cous verdure al forno o cavolfiore e arancia (veg) - farinata di ceci con verdure (veg) - spianata di farro con salsa di verdura (veg) - tortini con verdure cotte o crude a scelta (veg) - panino Spicchiricchi (veg) - mousse ricotta e arancia saluti Gabriele Materia prima del giorno: le carote che trovate in tutti i piatti cotti di oggi e anche nell'insalata fai da te a richiesta Le carote sono ricche di propriet\à benefiche per la salute. Antiossidanti, amiche della pelle e della vista offrono numerosi altri benefici. Il nome scientifico della carota \è Daucus carota ed \è una pianta erbacea originaria delle zone temperate europee. Le carote appartengono alla famiglia delle Ombrellifere, cos\ì chiamate perch\é formano delle infiorescenze a forma di ombrello. A questa famiglia appartengono anche i finocchi, il prezzemolo, il sedano, il cumino e l\’aneto. Quando pensiamo alle carote ci viene in mente la pi\ù comune variet\à di colore arancione ma in realt\à ne esistono di diversi colori, ad esempio bianco, viola, rosso e giallo. Le prime carote coltivate nell\’antico Egitto ed in Iran, Afghanistan e Pakistan erano carote viola. Solo in seguito, nel 1700 in Olanda, furono selezionate le carote arancioni. Attualmente la variet\à di carota viola \è stata recuperata ed \è ritenuta molto pregiata per le sue caratteristiche nutrizionali, anche migliori rispetto a quelle della pi\ù comune carota arancione. Nonostante le carote si trovino sui banchi dei nostri mercati durante tutto l\’anno, la primavera \è la stagione pi\ù adatta per la semina e l\’estate quella migliore per la raccolta (che avviene di solito dopo 2 o 3 mesi dalla semina). Le carote raccolte in estate hanno anche un colore pi\ù brillante per via delle temperature pi\ù miti in cui sono cresciute. Diamo ora uno sguardo ai principali nutrienti presenti e approfondiamo quali sono le propriet\à delle carote. Carote: propriet\à e benefici I numerosi nutrienti presenti, conferiscono alle carote propriet\à particolarmente utili al benessere della vista, del cuore, della pelle e dell\’apparato digerente. Le carote sono inoltre note per il loro alto contenuto in beta carotene, un pigmento vegetale che non a caso prende il suo nome proprio da questo ortaggio, da cui \è stato isolato per la prima volta. Il beta carotene \è un composto antiossidante che contrasta la produzione dei radicali liberi, responsabili dell\’invecchiamento cellulare. Inoltre nell\’organismo esso viene convertito in vitamina A, indispensabile per molte funzioni biologiche quali, ad esempio, la visione, il differenziamento cellulare durante lo sviluppo embrionale, la funzionalit\à ovarica e testicolare, lo sviluppo delle ossa. Vediamo ora pi\ù in dettaglio quali sono le propriet\à delle carote e i benefici che apportano alla nostra salute: - Salutari per l\’apparato cardiovascolare: i numerosi composti antiossidanti presenti nelle carote (non solo il beta carotene ma anche i carotenoidi, gli acidi idrossicinnamici, le antocianidine), proteggono le arterie dai danni ossidativi grazie al loro effetto sinergico. Studi scientifici hanno infatti dimostrato che questi benefici delle carote derivano dalla presenza contemporanea dei vari antiossidanti piuttosto che dal singolo composto. - Ricche di vitamine e sali minerali: oltre che di beta carotene e di antiossidanti, le carote sono anche una fonte eccellente di vitamina K, vitamina B6, biotina, vitamina C, ma anche di sali minerali come potassio, rame e manganese. - Dietetiche: povere di calorie (41 kcal per 100 g), le carote si prestano ad essere consumate anche da chi segue un regime dietetico ipocalorico, poich\é, grazie anche all\’elevato contenuto di fibre (2,8 g in 100 g), determinano un senso di saziet\à che spesso ci allontana dal consumo di ulteriori alimenti. - Benefici per l\’apparato digerente: \è proprio il contenuto di fibre, insieme alla presenza dei composti antiossidanti, che fa s\ì che le carote abbiano un ruolo protettivo sulla mucosa del tratto digerente e preventivo nell\’insorgenza del cancro al colon. - - Alleate della vista: la vitamina A aiuta a proteggere la cornea ed alcuni studi hanno dimostrato che potrebbe avere un ruolo nella prevenzione della degenerazione maculare, una importante patologia che colpisce la retina. - Amiche della pelle: non dimentichiamo poi i benefici che le carote hanno sull\’abbronzatura; grazie al loro contenuto in alfa e beta carotene, non solo favoriscono l\’abbronzatura, ma hanno effetto fotoprotettivo sulla pelle.
Spicchiricchi orari: prezzi: indirizzo: tripadvisor: email:
Offerta Spicchiricchi 21 febbraio: - crema di spinaci (veg) - piatto completo (veg) - riso int. o farro verdure al forno o, a richiesta, sugo di borlotti (veg) - farinata di ceci con verdure o torta salata cipolla e mela (veg) - stecco di verdura o polpette con verdure cotte o crude a scelta (veg) - zucca marinata con verdure cotte o crude a scelta (veg) - crema di frutta (veg) - schiacciata di frutta e uvetta (veg, no zucchero aggiunto) saluti Gabriele Materia prima del giorno: limone che trovate nella crema di spinaci I limoni sono alimenti ricchi di vitamina C, alleati del sistema immunitario e utili per la salute della pelle e per favorire la digestione. Propriet\à e benefici dei limoni Come sappiamo, i limoni sono una preziosa fonte di vitamina C, la principessa delle vitamine, che sull'organismo umano ha un effetto indiscutibilmente benefico. Per difendersi dagli attacchi di influenza e raffreddore \è particolarmente indicata, perch\é abbassa i livelli di istamina, composto organico che fa arrossare gli occhi e colare il naso. Ha inoltre un forte effetto antiossidante e aiuta l'organismo anche nella produzione di collagene, ovvero la sostanza che tiene unite tra loro le cellule e che partecipa alla guarigione da ferite o tagli. Il limone, per la ricchezza di antiossidanti in essi contenuti, \è uno degli alimenti anticolesterolo per eccellenza, utile anche come anti-cancro. I limoni contengono anche altre sostanze, come limonina e limonene, che limitano i danni cellulari da cui pu\ò derivare la formazione di tumori. L'acido citrico e i citrati (sali) in esso contenuti sono dei naturali regolatori di acidit\à. Il gruppo delle vitamine B \è importante per l'equilibrio nervoso, per la nutrizione e per l'equilibrio della pelle. I limoni hanno propriet\à antisettiche, toniche, fluidificanti, emostatiche, carminative, vermifughe, alcalinizzanti.
Spicchiricchi chiusura: telefono: menu: prezzi: tripadvisor:
Offerta Spicchiricchi 20 febbraio: - crema di verdura e legumi (veg) - piatto completo (veg) - farro o cous cous verdure al forno o sugo di fagioli (veg) - farinata di ceci o spianata di farro con salsine (veg) - zucca marinata con verdure cotte o crude a scelta (veg) - polpette cotte o crude con verdura a scelta (veg) - schiacciata di frutta e uvetta (veg, no zucchero aggiunto) saluti Gabriele Materia prima del giorno: i fagioli che trovate nella vellutata insieme alla verdura e alle lenticchie e nel sugo per condire i cereali oltre che nell'insalata fai da te a richiesta. I fagioli sono i frutti di una pianta della famiglia delle leguminose, Phaseolus vulgaris L., originaria dell'America centrale. Sono conosciute numerose variet\à coltivate e tutte contengono fasina, una proteina velenosa che viene distrutta in fase di cottura. Calorie e valori nutrizionali dei fagioli I fagioli hanno ottimi valori nutrizionali, sono ricchi di carboidrati e con un buon apporto proteico. I fagioli hanno un contenuto ridotto di grassi, inferiore anche alla soia, mentre l\’elemento costituente della buccia \è la fibra che ha un ruolo determinante nella regolarit\à delle funzioni intestinali. Rilevante \è anche la quantit\à di vitamine del gruppo B. Il valore nutritivo dei fagioli \è molto alto, ed \è costituito per la maggior parte da carboidrati, che si combinano perfettamente con i cereali, a completamento di un quadro proteico dall\’elevato valore biologico, pari a quello fornito dalle carni o dalle uova, e privo di colesterolo. Le loro propriet\à I fagioli sono molto nutrienti e, ricchi di vitamine A, B, C, ed E, contengono inoltre sali minerali e oligominerali, come potassio, ferro, calcio, zinco e fosforo. Essendo legumi, i fagioli sono ricchi di lecitina, un fosfolipide che favorisce l'emulsione dei grassi, evitandone l'accumulo nel sangue e riducendo di conseguenza il livello di colesterolo. Tutti i tipi di fagioli contengono molta fibra, ma alcune variet\à ne hanno in particolare abbondanza: i fagioli neri, per esempio, contengono 6 grammi di fibra ogni porzione di mezza tazza, i fagioli comuni e i fagioli di Lima si aggirano sui 7 grammi, e con i fagioli dall'occhio si arriva a 8 grammi. I fagioli in scatola fanno bene quanto quelli secchi, ma hanno un alto tenore di sodio, per cui \è bene scolarli e sciacquarli prima di consumarli. La fibra \è molto preziosa per il metabolismo e aiuta a raggiungere facilmente la sensazione di saziet\à. I fagioli sono composti dal 60\% di amidi e zuccheri, mentre i fagiolini sono costituiti dal 90\% di acqua, pertanto il loro contenuto proteico \è nettamente inferiore a quello dei fagioli, tuttavia contengono una maggior quantit\à di sali minerali e di vitamina A. Occorre fare molta attenzione nella preparazione dei fagioli prima della cottura. \È consigliabile, infatti, tenerli in ammollo almeno 6-8 ore in acqua fredda, per poi cuocerli in un\’acqua diversa. Questa semplice operazione consente il rilascio in acqua di alcune sostanze antinutrizionali normalmente contenute in tutti i tipi di fagioli, dette glucosidi cianogenetici (che liberano cio\è acido cianidrico), responsabili di quel lieve fastidio intestinale che pu\ò presentarsi in qualunque soggetto anche sano in seguito all\’assunzione. Curiosit\à sui fagioli Temere sgradevoli e imbarazzanti esalazioni gassose, non \è un buon motivo per privarsi dei vantaggi nutrizionali dei fagioli. Provate a insaporirli con un pizzico di satureja (o santoreggia, \è un'erba aromatica molto usata in cucina, appartiene alla stessa famiglia della menta) o un cucchiaino di zenzero macinato: si tratta di spezie che aiutano a limitare la flatulenza indotta dai fagioli.
Spicchiricchi numero: aperto: prezzi: prezzi: telefono:
Ecco gli snack di oggi 19 febbraio
Spicchiricchi menu: chiusura: aperto: telefono: email:
Offerta Spicchiricchi 19 febbraio: - crema di zucca e zenzero (veg) - piatto completo (veg) - riso int. o cous cous verdure al forno o verdure croccanti (veg) - farinata di ceci o spianata di farro con verdure (veg) - polpette con verdura cotta o cruda a scelta (veg) - zucca marinata con verdure cotte o crude a scelta (veg) - mousse ricotta e arancia Saluti Gabriele Materia prima del giorno: la zucca quasi alla fine della sua stagione........ Gli ottimi valori nutrizionali associati alle numerose propriet\à benefiche per il corpo e la sua salute, rendono la zucca un ortaggio eccellente, da mettere nel carrello della spesa almeno un paio di volte la settimana. Scopriamola meglio. La zucca appartiene alla famiglia delle Cucurbitaceae e la sua diffusione in Europa si deve ai coloni spagnoli, che qui la importarono, dal XVI secolo in poi. In Italia viene coltivata soprattutto in alcune regioni settentrionali, ma \è ampiamente consumata ovunque, rappresentando l\’ingrediente base di diverse e gustose ricette. Nonostante in natura ne esistano diverse tipologie e forme, essa mantiene sempre le stesse propriet\à nutrizionali e i medesimi benefici per l\’organismo. Malgrado il sapore pieno e molto dolce, ad esempio, la zucca \è un alimento valido nelle diete ipocaloriche e in quelle dei pazienti diabetici, grazie al bassissimo contenuto sia glucidico che lipidico, compensato da elevate percentuali di fibre, vitamine e Sali minerali: 100 grammi di zucca, infatti, apportano soltanto 26 kcal circa, e questo \è possibile per via dell\’elevato contenuto d\’acqua, di cui \è costituita per circa il 90\%. La zucca \è fonte di fibre, minerali (tra cui spiccano calcio, fosforo, potassio, zinco, selenio e magnesio) e vitamine, in particolare del betacarotene, precursore della Vitamina A, noto per le sue eccellenti doti antiossidanti, della Vitamina B (B1, B2, B3, B5 e B6) e della Vitamina C. I benefici e le propriet\à della zucca - Previene le patologie cardiovascolari Il betacarotene \è un importante antiossidante che aiuta a contrastare l\’insorgenza dei radicali liberi e, quindi, l\’invecchiamento cellulare. Inoltre, la zucca \è ricca di grassi buoni come l\’Omega-3, un alleato ideale per la riduzione di colesterolo e trigliceridi ematici e per l\’abbassamento della pressione sanguigna, diminuendo cos\ì il rischio di formazione di placche aterosclerotiche che, ostruendo le arterie, facilitano l\’insorgenza di ictus e infarti. - Zucca contro la stitichezza L\’alto contenuto di fibre, unito alla percentuale tanto elevata d\’acqua, conferiscono alla zucca propriet\à benefiche a carico dell\’intestino: in particolare favorisce il corretto funzionamento del transito intestinale poich\é modifica la consistenza delle feci e riequilibra la flora intestinale. Tale caratteristica si rivela utile anche in caso di colite e in presenza di emorroidi. Le fibre, inoltre, aiutano a mantenere pi\ù a lungo nel tempo il senso della saziet\à e contribuiscono a ridurre l\’assorbimento degli zuccheri nel sangue: un ottimo consiglio per chi \è attento alla linea e per chi soffre di diabete. - Allontana l\’insonnia e l\’ansia Il magnesio \è un miorilassante naturale e, come tale, facilita la distensione dei muscoli. La vita di tutti i giorni comporta ad accumulare stress e fatica fisica: il tutto si traduce in stanchezza, contrattura muscolare e stato di ansia o agitazione. La presenza di magnesio nella zucca, quindi, aiuta il rilassamento muscolare, apportando benefici fisici e umorali. Inoltre, la zucca contiene triptofano, un amminoacido coinvolto nella produzione della serotonina, il cosiddetto ormone del buonumore, utile a combattere l\’insonnia, la fame nervosa e la depressione. - La zucca contro la ritenzione idrica L\’acqua e il potassio presenti nella zucca favoriscono la diuresi e contrastano la ritenzione dei liquidi, disturbo dovuto spesso ad uno stile di vita poco corretto o poco sano: dieta squilibrata e ricca di sodio, vita sedentaria, scarsa idratazione ne sono i maggiori responsabili. Il consumo di zucca, quindi, facilita l\’organismo a liberarsi dai liquidi trattenuti (oltre che da tossine) e a sgonfiarsi. - Protegge le vie urinarie e allontana i vermi intestinali La cucurbitina, un raro e prezioso amminoacido presente soprattutto nei semi di zucca, ha spiccate propriet\à vermifughe e antiparassitarie e si \è rivelata essere molto utile a combattere i disturbi delle vie urinarie, in particolare prostatiti e cistiti. - Nutre e protegge pelle, capelli e unghie Le vitamine e gli antiossidanti rendono la polpa della zucca un\’ ottima alleata di bellezza, specie nella preparazione di maschere e creme fai da te, emollienti per il corpo e fortificanti per capelli ed unghie fragili e che tendono a spezzarsi.
Spicchiricchi menu: tripadvisor: aperto: prezzi: telefono:
Offerta Spicchiricchi 16 febbraio: - crema di verdure e legumi (veg) - piatto completo (veg) - orzo o cous cous verdure al forno o rag\ù di lenticchie (veg) - farinata di ceci con verdure (veg) - polpette di vegetali con verdure cotte o crude a scelta (veg) - hummus di piselli con crostini di pane e verdure cotte o crude a scelta (veg) - crumble di frutta (veg) - mousse ricotta e arancia saluti Gabriele Materia prima del giorno: le lenticchie che trovate nella crema di verdura e nel rag\ù Le lenticchie (Ervum lens) appartengono alla famiglia delle Leguminose. Il termine lenticchia deriva dalla forma \“a lente\” di questi legumi. Propriet\à delle lenticchie Le lenticchie sono note per il loro elevato potere nutritivo. Sono una buona fonte di proteine e di carboidrati complessi; sono inoltre molto ricche di ferro, fosforo e vitamine del gruppo B. Grazie all\’elevata quota di fibre e alla scarsa quota di grassi (di tipo insaturo) sono valide alleate nella lotta e nella prevenzione dell\’ateriosclerosi. Sono, inoltre, utili in caso di stitichezza. Hanno buone propriet\à antiossidanti; contegono infatti flavonoidi e niacina. Grazie al contenuto di tiamina, aiutano la concentrazione e la memoria. Le lenticchie non contengono glutine e sono quindi adatte nella celiachia. Variet\à di lenticchie Esistono numerosissime variet\à di lenticchie, ma le pi\ù pregiate sono proprio quelle coltivate in alcune regioni d\’Italia. Le lenticchie di Norcia, piccole e molto delicate, hanno ottenuto la certificazione IGP. Sempre in Italia, sono famose per le loro caratteristiche, le lenticchie di Colfiorito, le lenticchie verdi di Altamura, le lenticchie di Ustica e le lenticchie di Villalba, quest\’ultime sono note per le loro dimensioni piuttosto grandi. In Medio Oriente \è invece molto diffusa la lenticchia rossa che si trova in commercio decorticata e richiede una cottura pi\ù breve. Dalle lenticchie verdi non decorticate si ottiene anche la farina di lenticchie, ricca di proteine e carboidrati, dall'azione diuretica e galattologa. Curiosit\à sulle lenticchie L\’usanza di mangiare lenticchie la notte di Capodanno per augurarsi prosperit\à deriva da una tradizione dell\’antica Roma, quella di regalare, all\’inizio dell\’anno, una scarsella piena di lenticchie, con l\’augurio che queste si trasformassero in denaro. La scarsella era infatti una piccola borsa di cuoio che si allacciava alla cintura e si usava per portare il denaro.
Spicchiricchi indirizzo: tripadvisor: aperto: menu: prezzi:
Offerta Spicchiricchi 15 febbraio: - crema di patate e carote (veg) - piatto completo (veg) - riso int. o orzo verdure al forno o cavolfiore e arancia (veg) - farinata di ceci con verdure o torta salata (veg) - burger vegan o polpette con verdure cotte o crude a scelta (veg) - mousse ricotta e arancia saluti Gabriele Materia prima del giorno: le arance che trovate nella mousse e anche negli estratti a richiesta Le arance, frutto del Citrus sinensis, sono utili per il sistema immunitario, contengono pectina e sono antiossidanti contro i radicali liberi. Propriet\à e benefici delle arance Ricchissime di vitamina C, le arance aumentano la resistenza del corpo umano contro i vari agenti chimici, fisici e ambientali, soprattutto d'inverno. Aumentando le difese immunitarie contro virus e batteri, prevengono i disturbi cardiovascolari e svolgono un'azione antistress. Le arance rallentano forme degenerative tumorali, grazie alla forte azione antiossidante esercitata nei confronti dei radicali liberi. Infine, assicurano un controllo attivo contro i radicali acidi, che non sono altro che sostanze chimiche tossiche prodotte da un'errata alimentazione. Tenete presente poi che le arance conviene mangiarle a spicchi, perch\é met\à della pectina di un\’arancia si trova nell\’albedo, la parte bianca e spugnosa che riveste internamente la scorza. Meglio quindi non essere troppo meticolosi nello sbucciarle, perch\é mangiando un po\’ di pellicina bianca vi assicurerete la giusta dose di questa importante fibra. Curiosit\à sulle arance Il famoso film di Stanley Kubrick, A clockwork orange (1971), si intitola cos\ì in virt\ù di un modo di dire irlandese che coinvolge direttamente le arance. L\’espressione serve per descrivere una cosa assurda, come l\’idea, appunto, che un frutto possa avere un meccanismo interno. Anthony Burgess, l'autore del romanzo che ispir\ò il film di Kubrick, ud\ì la frase in un bar durante un suo soggiorno in Irlanda. Quel termine gli rimase impresso e decise di utilizzarlo per raccontare una storia che fosse anomala, strana quanto un\’arancia meccanica. Recentemente i ricercatori della Cornell University a Ithaca, nello Stato di New York, hanno nutrito animali colpiti da tumori del fegato allo stadio iniziale con un estratto di succo di arancia concentrato. L\’incidenza e la dimensione delle lesioni precancerose sono scese del 40\%.
Spicchiricchi prezzi: prezzi: orari: menu: telefono:
Offerta Spicchiricchi 14 febbraio: - crema di verdure speziate (veg) - piatto completo (veg) - farro, cous cous o riso int. verdure al forno o rag\ù vegetale (veg) - farinata di ceci (veg) - polpette crudiste con insalata fai da te (veg) - stecco di verdura o polpette vegetali con verdure cotte o crude (veg) - zucca marinata con verdure cotte o crude (veg) - mousse ricotta e arancia - schiacciata di frutta e uvetta (veg, no zucchero aggiunto) saluti Gabriele Materia prima del giorno: timo spezia particolare che trovate nella vellutata Il timo \è una pianta utile contro asma, raffreddore e mal di testa, usata anche come rimedio naturale per pelli stanche e capelli grassi Descrizione della pianta Il genere Thymus appartiene alla famiglia delle Labiateae e comprende circa 350 specie di piante tra le quali il timo comune (Thymus vulgaris) originario del Mediterraneo Occidentale. Il Thymus vulgaris \è molto diffuso sul territorio italiano, presente allo stato spontaneo o coltivato e, assieme al Thymus serpillum (noto come serpillo o timo cedrato), \è il pi\ù utilizzato per le sue propriet\à terapeutiche. Altre specie di piante del timo sono il Thymus Herba Barona (che ricorda molto l'aroma del cumino) e il Thymus citriodorus, dal caratteristico profumo di limone. Le foglie del timo sono piccole e allungate, di colore verde-grigio e ricoperte da una fitta peluria. Propriet\à e benefici del timo Le virt\ù del timo sono legate alla presenza di un particolare fenolo: il timolo, potente antisettico, antispasmodico e vermifugo. Le sue propriet\à antisettiche sono conosciute sin dall'antichit\à e nell'\”Herbario novo\”, un saggio rinascimentale sulle piante medicinali, il timo veniva consigliato, cotto nel vino, per combattere l'asma e le infezioni della vescica. Inoltre, fino al primo dopoguerra, la maggior parte dei disinfettanti pi\ù diffusi era a base di timo. Potente digestivo e carminativo, \è efficace contro le infezioni alle vie urinarie e le infiammazioni dell'apparato respiratorio ed \è un ottimo rimedio contro la tosse, asma, bronchite e raffreddore per le sue propriet\à balsamiche e fluidificanti. Le caratteristiche aromatiche del timo sembrerebbero utili per contrastare il mal di testa. A livello topico \è un buon disinfettante della pelle e stimola la circolazione sanguigna svolgendo un'energica azione defatigante sul viso. Il timo \è molto efficace anche nel trattamento dei capelli particolarmente grassi: aggiungere qualche goccia di olio essenziale di timo ad uno shampoo neutro pu\ò riportare alla normalit\à il livello di sebo sulla cute. Mentre decotti e infusi di timo sono usati per detergere piccole ferite e per disinfettare il cavo orale, una tisana di timo \è utile in caso di tosse o per favorire la digestione. Per preparare una tisana di timo baster\à lasciare in infusione 2 grammi di foglie di timo essiccate in 200 ml di acqua bollente per una decina di minuti.
Spicchiricchi tripadvisor: email: numero: prezzi: prezzi:
Offerta Spicchiricchi 13 febbraio: - crema di verdura e legumi (veg) - piatto completo (veg) - riso int. o cous cous verdure al forno o sugo di ceci (veg) - farinata di ceci con verdure o torta salata (veg) - stecco di verdura o polpette con insalata fai da te o verdure al forno a scelta (veg) - zucca marinata con verdure cotte o crude a scelta (veg) - rustica di frutta (veg) - mousse ricotta e arancia Saluti Gabriele Materia prima del giorno: la carota, compagna di viaggio che sta con noi tutto l'anno una delle poche deroghe alla stagionalit\à..... La carota (Daucus carota), della famiglia delle Ombrellifere, \è una pianta erbacea spontanea la cui origine probabilmente \è da attribuirsi alla parte centrale del continente asiatico (Afghanistan) e che venne coltivata in Europa per scopi curativi gi\à dai Greci, anche se testimonianze confermano il suo impiego anche in periodi precedenti a Cristo. Variet\à di carote Esistono moltissime variet\à di carote che si differenziano in primis per il colore: rossa, gialla, bianca, nera e arancione. Noi tratteremo in questo articolo di quelle pi\ù diffuse, quelle classiche arancioni che a loro volta si differenziano in base alla lunghezza della radice Le carote sono alimenti poco calorici e quasi senza grassi, molto ricche di sostanze utili al corpo e in particolar modo di: Fibre Alfacarotene Betacarotene (precursore della vitamina A) Nella carota sono presenti anche altri componenti molto importanti come: Sali minerali quali potassio, ferro, calcio, fosforo, sodio, rame e magnesio Vitamine come la C, D, E, B2 e B6 Glucidi quali levulosio, destrosio Tutti questi componenti rendono le carote degli alimenti insostituibili in una corretta alimentazione. Il betacarotene, insieme all\’alfa carotene e alla luteina sono i responsabili del colore arancio delle carote e maggiore \è l\’intensit\à di questo colore, maggiore \è la presenza di questi elementi. Propriet\à principali In breve le carote hanno diverse propriet\à: Galattogena (facilita la secrezione lattea nelle puerpere) Emmenagoga (stimola il flusso mestruale se scarso) Carminativa (stimola la produzione di succhi gastrici e aiuta la digestione) Epatica Diuretica Purificatrice (del sangue) Lenitiva (per l\’apparato digerente e intestinale) Idratante Riparatrice (dei tessuti cutanei e della vista) Antiossidante Approfondiamo bene adesso tutti i benefici che possiamo trovare mangiando quotidianamente carote. Un importante alleato in caso di gastrite, ulcera Le carote hanno un ruolo fondamentale nell\’equilibrio e nella protezione dello stomaco: la carota rinforza e impermeabilizza le pareti dello stomaco difendendolo dai microorganismi nocivi. L\’ideale per ottenere i risultati migliori \è assumere le carote sotto forma di centrifuga, oppure mangiare delle carote ben cotte in quanto riescono ad assorbire in modo migliore l\’eccesso di acidit\à presente nello stomaco favorendo la digestione e migliorando lo stato di infiammazione dovuto alla gastrite. In caso di ulcera, \è stato dimostrato che un\’alimentazione ricca di carote favorisce la rimarginazione delle ferite ulcerose. E anche per problemi intestinali e di fegato il succo di carota \è un grande equilibratore della flora intestinale e trova impiego nelle infezioni e tossinfezioni di questo organo, nelle convalescenze, dopo un\’assunzione prolungata di antibiotici o farmaci chimici. Inoltre \è un potente rimineralizzante. Per queste due propriet\à (eubiotico intestinale e mineralizzante) trova impiego in modo particolare nell\’azione di riequilibrio intestinale. Le carote contengono delle fibre particolari, che assorbono molta pi\ù acqua rispetto per esempio alla crusca: sono quindi indicate sia in caso di dissenteria (perch\é assorbono molta acqua) sia in caso di stitichezza (perch\é aumentano il volume delle feci). Tonifica fegato e reni Mangiare abitualmente carote aiuta il nostro corpo a tonificare il fegato e rigenerandone le cellule; spesso viene utilizzata la carota per indigestioni, coliche, congestione epatica, cirrosi; \è considerata buona dopo una fase acuta dell\’epatite, un violento attacco biliare o avvelenamento da droghe. La carota agisce sui sistemi di disintossicazione grazie alla sua abilit\à di stimolare la produzione di urina e l\’eliminazione di tossine e scorie con la tonificazione dei reni. Migliora i nostri occhi Tutte quelle persone che hanno problemi di vista, in particolare durante il crepuscolo o nella visione notturna, \è possibile che abbiano carenza di vitamina A: mangiando carote il disturbo \è stato dimostrato migliorare Inoltre uno studio condotto sulla popolazione finlandese compresa tra i 40 e gli 83 anni \è stato dimostrato che una carenza di vitamina A e di betacaroteni aumenta il rischio di cataratta. In sostanza le carote sono un toccasana per occhi e vista, capace di prevenire diversi problemi e disturbi grazie anche all\’alto contenuto di antiossidanti. Carote, pelle e bellezza Le carote sono un ottimo rimedio contro gli inestetismi della pelle: in caso di acne \è molto utile l\’assunzione in grandi dosi di vitamina A, che per\ò porta con s\é alcuni effetti collaterali che invece non si presentano mangiando carote; anche qui il consiglio \è di bere succo e centrifuga di carote. Ricordiamo che l\’assunzione di carote non produce maggiore abbronzatura in quanto il betacarotene si deposita solo a livello del derma e non arriva fino allo strato pi\ù esposto al sole, l\’epidermide; il betacarotene non \è un abbronzante come pu\ò esserlo invece la melanina. La vitamina A \è comunque da considerarsi come la vitamina della pelle: molto utile in caso di pelle secca, rughe, acne, dermatosi, assenza di lacrimazione..
Spicchiricchi recensioni: indirizzo: prezzi: chiusura: prezzi:
Offerta Spicchiricchi 12 febbraio: - crema di zucca e zenzero (veg) - farro o cous cous verdure al forno o verza e pere (veg) - farinata di ceci con verdure (veg) - polpette o zucca marinata con verdure cotte o crude a scelta (veg) - rustica di frutta (veg) saluti Gabriele Materia prima del giorno: le pere che trovate nel condimento con la verza e nella rustica di frutta Le pere derivano dalle piante del genere Pyrus, di cui la specie pi\ù diffusa \è la Pyrus communis. Ricche di calcio e boro, aiutano a ostacolare l'osteoporosi e abbassano il colesterolo. Propriet\à e benefici delle pere Ricche di calcio, le pere riducono il rischio di osteoporosi e ostacolano il processo di rarefazione del tessuto osseo dovuto alla graduale demineralizzazione. Contengono in grande quantit\à anche il boro, alleato del cervello, migliorano la prontezza di riflessi e la capacit\à di immagazzinare nozioni o conservare ricordi. Consumando 5 pere si copre il fabbisogno di questo indispensabile minerale. Le pere contengono anche molta fibra: bastano 2 pere per coprire il 32\% del fabbisogno giornaliero. La maggior parte si trova nella buccia ed \è per questo che mangiare il frutto senza sbucciarlo consente di trarne tutti i vantaggi, compreso l\’effetto anticolesterolemico. Questa particolare virt\ù si deve al tipo di fibra conosciuto con il nome di pectina, la stessa che viene aggiunta alle marmellate e alle gelatine per farle addensare. Essendo solubile, la pectina forma uno strato viscoso nell\’intestino che si lega al colesterolo favorendone l\’evacuazione insieme alle feci. Curiosit\à sulle pere Scambiereste per pazzo qualcuno che per descrivere le propriet\à delle pere partisse dalle virt\ù dei fagioli? Sbagliereste di grosso, perch\é pere e fagioli hanno in comune qualcosa di fondamentale: entrambi contengono un tipo di fibra alimentare molto efficace per abbassare il colesterolo: la lignina. Il Dr. Donald V. Schlimme, professore di nutrizione e scienza alimentare alla University of Maryland di College Park, avvisa: le pere in scatola hanno propriet\à nemmeno lontanamente paragonabili alle pere fresche. In primo luogo, sono sbucciate e dunque prive di fibra; in secondo luogo, molti dei nutrienti vanno perduti durante la lavorazione. Il guadagno \è solo in calorie: una porzione di pere sciroppate sviluppa il 25\% di calorie in pi\ù rispetto alla stessa quantit\à di frutta fresca. Come il nome stesso suggerisce, questa fibra non si scioglie nell\’intestino, ma assorbe una grande quantit\à d\’acqua, facendo s\ì che le feci transitino pi\ù rapidamente nell\’apparato digerente. Questo procedimento previene stipsi ed emorroidi e riduce il rischio di tumori al colon. Gao Xianzhang, contadino del villaggio di Hexia nel Nord della Cina, ha realizzato delle gabbiette di plastica per far crescere le pere dei suoi alberi. Ora le sue pere mature sono a forma di Buddha.
Spicchiricchi indirizzo: orari: menu: numero: recensioni:
Offerta Spicchiricchi 9 febbraio: - crema di patate e spinaci (veg) - piatto completo (veg) - riso int. o farro verdure al forno o verdure croccanti (veg) - farinata di ceci con verdure o torta salata (veg) - polpette con verdure cotte o crude a scelta (Veg) - zucca marinata con verdure cotte o crude a scelta (veg) - schiacciata di mela e uvetta (veg, no zucchero aggiunto) saluti Gabriele Materia prima del giorno: cavolo cappuccio rosso che trovate nelle verdure croccanti e nell'insalata mista a scelta Per cavolo rosso (o cavolo cappuccio rosso) si intende un alimento di origine vegetale, ottenuto da una pianta commestibile appartenente alla famiglia delle Brassicaceae. Strettamente imparentata con cavoli verza, cavolfiore, broccoli e cime di rapa (ma non solo), la pianta del cavolo rosso \è identificata dalla nomenclatura binomiale Brassica oleracea, cultivar capitata f. rubra. Il cavolo rosso \è anche noto come cavolo viola o crauto rosso o blu. Possiede delle foglie dal colore rosso scuro, tendente al violaceo. Tuttavia, grazie ad un pigmento appartenente alla famiglia delle antocianine (flavine), la pianta cambia colore in base al pH del terreno. Il cavolo cappuccio rosso \è diffuso in Nord Europa, nelle Americhe e in Cina. Richiede un terreno ben concimato, con un'umidit\à sufficiente alla sua vegetazione. E' una pianta stagionale che viene seminata in primavera e raccolta nel tardo autunno. Si tratta di una cultivar che resiste meglio al freddo rispetto a quello bianco e non ha bisogno di essere convertito in crauti per garantirne la disponibilit\à nel periodo invernale. Caratteristiche Nutrizionali Rispetto al cavolo verde, quello rosso ha un contenuto 10 volte superiore di pro vitamine A ed il doppio del ferro. Il cavolo rosso \è una verdura che rientra nel VI e VII gruppo degli alimenti, grazie al notevole apporto di retinolo equivalenti (pro vit A) e vitamina C (molto utili nel periodo invernale, momento in cui scarseggia la maggior parte degli ortaggi). Queste vitamine sono due potenti antiossidanti ed esercitano un buon effetto contro i radicali liberi prevenendo l'invecchiamento dei tessuti ed alcune forme di tumore. A supportare questo effetto antiossidante e anticancerogeno, contribuiscono anche i pigmenti fenolici (antocianine), che nel cavolo rosso appaiono numerosi e piuttosto concentrati. Dotati di un effetto positivo anche sul metabolismo, Curiosit\à Sui terreni acidi, le foglie del cavolo rosso crescono rosse o rosa o magenta, sui terreni neutri porpora, mentre in quelli alcalini diventano blu o gialle o verdastre. Questo spiega il fatto che la stessa pianta \è diffusa in diverse regioni ma con colori diversi. Per lo stesso motivo, il succo di cavolo rosso pu\ò essere utilizzato come indicatore casalingo di pH; in pratica, questo diventa rosso con l'aggiunta di componenti acide e verde o giallo in soluzione basica.
Spicchiricchi email: prezzi: orari: numero: tripadvisor:
Offerta Spicchiricchi 8 febbraio: - crema di verdure e cannellini (veg) - piatto completo (veg) - farro o cous cous verdure al forno o rag\ù di legumi (veg) - farinata di ceci con verdure (veg) - panzanella invernale (veg) - burger veg o polpette di verdura con insalata fai da te o verdure al forno a scelta (veg) - schiacciata di frutta e uvetta (veg, no zucchero aggiunto) saluti Gabriele Materia prima del giorno: cannellini messi prima in ammollo e poi bolliti da me....... Cosa sono i fagioli bianchi? Fagioli bianchi \è un altro modo per chiamare i cannellini; si tratta quindi di una variet\à botanica della grande specie dei fagioli (Phaseolus vulgaris). I cannellini non sono l'unico tipo di fagiolo chiaro coltivato dall'uomo; hanno la stessa tonalit\à anche quelli di Spagna e alcune tipologie di soia. Fagioli BianchiI fagioli bianchi sono semi amidacei che appartengono al IV gruppo fondamentale degli alimenti, essendo una sorgente nutrizionale di carboidrati complessi, fibre, sali minerali e vitamine specifici. I cannellini sono leguminose tipiche italiane ampiamente utilizzate nella cucina tradizionale, soprattutto della regione Toscana e del centro Italia in genere. Freschi, congelati, secchi e lessati o conservati in barattolo, rappresentano un ingrediente diffusissimo per i primi piatti e per i contorni. Dai semi essiccati \è possibile ricavare anche uno sfarinato alimentare, la farina di fagiolo bianco. Propriet\à Nutrizionali Caratteristiche nutrizionali dei fagioli bianchi Come anticipato, i fagioli bianchi sono prodotti di origine vegetale appartenenti al IV gruppo fondamentale degli alimenti. APPORTO ENERGETICO Hanno un apporto calorico variabile a seconda dello stato di conservazione. Freschi crudi o cucinati forniscono una concentrazione energetica di media entit\à. Generalmente, le calorie totali di questi fagioli sono inferiori ai cereali raffinati e pi\ù simili a quelle degli altri semi amidacei ricchi di fibre. Il contenuto energetico \è fornito principalmente dai carboidrati, seguiti dalle proteine e da una piccola quantit\à di lipidi. NELLA DIETA I fagioli cannellini si prestano alla maggior parte dei regimi alimentari. Non hanno controindicazioni per l'obesit\à e le patologie del metabolismo; al contrario, grazie ai modesti carico e indice glicemico (in parte grazie all'abbondanza di fibre), sono ideali nelle dieta contro il sovrappeso, il diabete mellito tipo 2 e l'ipertrigliceridemia. La presenza di lecitine, fitosteroli e altri polifenoli, insieme all'abbondanza di fibre, agiscono positivamente sul metabolismo lipidico, riducendo l'assorbimento intestinale di acidi grassi e di colesterolo, e migliorando il profilo della colesterolemia. Se ne sconsigliano grosse quantit\à nella dieta contro i calcoli renali da acido ossalico e contro la diarrea o in caso di malassorbimento. I fagioli bianchi prevengono e combattono efficacemente la stipsi. Non hanno controindicazioni nelle diete vegetariane, vegane e di tipo religioso (kosher, musulmana, induista ecc). Tuttavia, non essendo commestibili da crudi, devono essere evitati nella dieta crudista. La porzione media di fagioli bianchi secchi, usati come primo piatto, \è di 100 g (circa 280 kcal). Quella di fagioli bianchi freschi crudi, congelati o lessati in barattolo \è circa 3 volte superiore.
Spicchiricchi email: tripadvisor: menu: prezzi: orari:
Offerta Spicchiricchi 7 febbraio: - crema di verdure e spezie (veg) - piatto completo (veg) - riso int. o cous cous verdure al forno o condimento di cavolfiore e arancia (veg) - farinata di ceci alle verdure con verdure al forno o crude a scelta (veg) - hummus di cannellini con crostini di pane e verdure cotte o crude a scelta (veg) - stecco di verdura e polpette con verdure cotte o crude a scelta (veg) - crumble di frutta (veg) saluti Gabriele Materia prima del giorno: il cavolfiore che abbinato all'arancia da un condimento agrodolce molto interessante...... I cavolfiori (Caulis floris), appartengono alla famiglia delle Crucifere, hanno propriet\à antiossidanti e aiutano a contrastare il diabete e l'ipertensione. Descrizione dei cavolfiori I cavolfiori sono una verdura tipica della stagione fredda. \È opportuno approfittare delle sue caratteristiche nutritive e consumarla un paio di volte la settimana per tutto l\’inverno. Grazie al limitato contenuto calorico e all\’elevato potere saziante, i cavolfiori sono perfetti anche per chi segue una dieta dimagrante. I cavolfiori, si sa, durante la cottura emanano un odore non particolarmente gradevole; c\’\è, per\ò un modo di neutralizzarlo: mettere sul coperchio un pezzo di pane raffermo bagnato nell\’aceto. I cavolfiori crudi e non lavati si possono conservare in frigorifero fino a dieci giorni, ma una volta cotti si possono tenere al massimo 2 giorni; ricordare per\ò che pi\ù li si conserva, pi\ù il loro caratteristico odore aumenta. Essendo ortaggi delicati, e dunque facilmente deperibili, \è consigliabile consumarli freschissimi, anche per poter beneficiare pienamente delle loro propriet\à. Propriet\à e benefici dei cavolfiori I cavolfiori sono ricchi di minerali e vitamine, in particolare vitamina C. Sono, inoltre, alimenti antiossidanti e antinfiammatori. Sono indicati in caso di diabete in quanto contribuiscono, con la loro azione, al controllo della glicemia. Alcuni recenti studi scientifici attribuiscono loro propriet\à anticancro. Il centrifugato di cavolfiori \è un valido rimedio naturale contro il raffreddore. I cavolfiori, inoltre, aiutano a regolare il battito cardiaco e a tenere sotto controllo la pressione arteriosa; stimolano il funzionamento della tiroide e sono utili nell\’alimentazione di chi soffre di colite ulcerosa. Un vero toccasana! Calorie e valori nutrizionali dei cavolfiori 100 g di cavolfiore bollito contengono 40 kcal \/ 167 kj. Curiosit\à sui cavolfiori Non solo i bambini nascono sotto i cavoli, anche le bambole. Esiste, infatti, una serie di bambole: le Cabbage Patch Kids, che hanno appunto la caratteristica di spuntare fuori da grossi cavoli; sono una diversa dall\’altra, non ne esistono due uguali, proprio come i bambini. In Italia, in realt\à, queste bambole sono state una moda della seconda met\à degli anni Ottanta, e adesso non si trovano quasi pi\ù; la confezione conteneva anche il loro certificato di nascita con tanto di dati anagrafici. Negli Stati Uniti, invece, queste bambole sono ancora piuttosto diffuse e sono pubblicizzate tramite un simpatico sito web. Una ricetta con i cavolfiori Cavolfiori gratinati. \È una ricetta molto semplice, ideale come contorno, e poco calorica. Ingredienti: un cavolfiore, pan grattato, olio d\’oliva, sale, parmigiano. Procedimento: lavare e tagliare a pezzi il cavolfiore e metterlo a cuocere in acqua bollente salata per circa 20 minuti. Ungere di olio una pirofila e rivestire il fondo e i bordi con pan grattato. Versarvi il cavolfiore cotto, dopo averlo scolato bene. Spolverare con abbondante pan grattato e una manciata di parmigiano; aggiungere un cucchiaio di olio d\’oliva. Cuocere in forno a 180 gradi per 15 minuti circa. Per conferire a questo piatto un gusto pi\ù speziato, si pu\ò aggiungere una manciata di pepe nero.
Spicchiricchi menu: recensioni: tripadvisor: indirizzo: telefono:
PROMOZIONE \�\� CENA FAST & GOOD \�\� una cena veloce e salutare al prezzo di una pizza. Da ordinare entro le ore 16,00 al numero 051273987 e da ritirare entro le 19,30 in via Galliera, 22\/b - PIATTO UNICO 5\€ (cereale condito con verdure, vellutata o insalata con polpette di verdura) - PIATTO COMPLETO 8\€ (base di verdure cotte o crude a scelta, cereale condito con verdure, assaggio degli snack del giorno) - MENU' CENA 10\€ (piatto unico pi\ù snack pi\ù dolce)
Spicchiricchi telefono: recensioni: aperto: menu: tripadvisor:
Offerta Spicchiricchi 6 febbraio: - crema di zucca e zenzero (veg) - piatto completo (veg) - farro o cous cous verd. al forno o sugo di legumi (veg) - farinata di ceci con verdura (veg) - polpette con verdura cotta o cruda a scelta (veg) - zucca marinata con verdure cotte o crude a scelta (veg) - crumble di frutta (veg) saluti Gabriele Materia prima del giorno: farina di ceci che trovate nella farinata e nelle polpette La farina di ceci si ricava per macinazione dai ceci essiccati. Molto nutriente ed energetica, la farina di ceci \è utile per diminuire i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue. La farina di ceci si ricava dai ceci essiccati. I ceci sono i semi del Cicer arietinum, una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Leguminosae. Le piante del cece sono generalmente coltivate in tutte le regioni mediterranee, in Italia le troviamo in Umbria, nel Lazio, in Toscana e soprattutto in Liguria. Dopo la soja e il fagiolo, il cece \è la terza pianta leguminosa per produzione globale. La farina di ceci \è impiegata soprattutto per fare la tipica farinata, panissa o cecina. Ma non solo. La farina di ceci pu\ò essere utilizzata anche mescolata alla farina di grano duro e uova per preparare la pasta fresca, gnocchi o anche la pastella per impanare le verdure. La farina di ceci si ottiene dalla macinazione dei semi essiccati del cece. I ceci essiccati vengono macinati a cilindri oppure a pietra. I ceci essiccati sono legumi molto calorici, apportano infatti circa 316 Kcal per 100g. Per questo la farina \è un prodotto molto nutriente ed energetico. Contiene grassi e una discreta quantit\à di acidi grassi polinsaturi, proteine vegetali, fibre, vitamine del gruppo B ( B1, B2, B3, B5, B6) e dei gruppi C ed E. I ceci sono anche ricchi di saponine, utilissime per diminuire i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue, nonch\é di minerali, come il ferro, il calcio e il fosforo.
Spicchiricchi prezzi: numero: tripadvisor: aperto: telefono:
Offerta Spicchiricchi 5 febbraio: - crema di rapa rossa e verdure (veg) - piatto completo (veg) - riso int. o cous cous int. verd. al forno o verd. croccanti (veg) - farinata di ceci con verdure (veg) - polpette o hummus di ceci con verdure cotte o crude a scelta (veg) - mousse di ricotta e arancia Saluti Gabriele Materia prima del giorno: i ceci che trovate nell'hummus ma anche nell'insalata mista a richiesta I ceci sono dei legumi salutari dalla storia molto antica. Le prime specie selvatiche di ceci si sono originate probabilmente in Turchia mentre per quanto riguarda la coltivazione dei ceci le prime testimonianze riguardano l\’Et\à del Bronzo e la zona dell\’Iraq. Sappiamo che i ceci erano un alimento gi\à diffuso nel mondo antico tra Greci, Romani ed Egizi. Nella produzione mondiale di legumi i ceci si trovano al terzo posto, dopo la soia e i fagioli. Conosciamo i ceci soprattutto per il loro contenuto di proteine e per il loro sapore delicato che si sposa con molti piatti. Ceci, propriet\à e benefici I ceci sono un\’ottima fonte proteica tra le proteine di origine vegetale. Per quanto riguarda le proteine vegetali bisogna ricordare che \è necessario abbinare i legumi, come i ceci, ai cereali integrali, per fare in modo che il nostro organismo abbia a disposizione tutti gli amminoacidi essenziali che ha bisogno di ricavare dall\’esterno dato che i cereali sono carenti in metionina e cisteina e si compensano con i legumi che invece sono carenti in lisina, presente per\ò proprio nei cereali. I ceci non sono soltanto un alimento ricco di proteine, ma sono anche una fonte di sali minerali, in particolare di calcio, ferro, fosforo e potassio. Contengono anche vitamina A e vitamine del gruppo B. Il consumo di ceci \è consigliato soprattutto per mantenere le ossa in salute, per via della loro ricchezza di sali minerali, e per abbassare il colesterolo, dato che i ceci sono una fonte di fibre. Grazie al loro contenuto di potassio infine i ceci sono ritenuti benefici per preservare la salute del cuore e la buona circolazione del sangue.
Spicchiricchi indirizzo: prezzi: orari: recensioni: aperto:
Offerta Spicchiricchi 2 febbraio: - crema di verdure e legumi (veg) - piatto completo (veg) - riso int. o bulgur verdure al forno o rag\ù di verdura (veg) - farinata di ceci o torta salata (veg) - medaglioni con verdure cotte o crude (veg) - zucca marinata con verdure cotte o crude (veg) - schiacciata di mela kiwi e uvetta (veg, no zucchero aggiunto) saluti Gabriele Materia prima del giorno: la curcuma che trovate nella vellutata di verdure e legumi e nella maionese veg che pu\ò accompagnare i medaglioni di verdura La curcuma \è una spezia antiossidante dalle propriet\à depurative e antitumorali. La curcuma (Curcuma longa) \è una pianta che appartiene alla famiglia delle Zingiberaceae. Oltre ad essere un potente antiossidante e antinfiammatorio, svolge anche un'azione depurativa, coleretica e colagoga, utili per il fegato e la colecisti. Descrizione della pianta Il genere curcuma appartiene alla famiglia delle Zingiberaceae e comprendente 80 specie conosciute tra le quali, quella pi\ù utilizzata in alimentazione e in fitoterapia, \è la Curcuma longa. Infatti mentre il sapore \è molto volatile mentre, al contrario, il colore si mantiene inalterato nel tempo. Per questo motivo \è una sostanza che viene largamente impiegata nel ramo alimentare come colorante, (inci: E 100) di molti alimenti come il formaggio, yogurt, mostarda, brodi vari in scatola e altri ancora vengono spesso colorati con derivati della curcuma. Pianta erbacea perenne, che raggiunge un'altezza massima di circa 1m., nasce spontanea in Asia meridionale, dall'India alla Malesia, in regioni a clima tropicale, con temperature normalmente comprese tra 20 \°C e 35 \°C e con elevata piovosit\à. Allo stato coltivato la curcuma \è presente in moltissime aree tropicali o subtropicali, in particolare in Asia e in Africa. Le foglie sono grandi, lunghe da 20 a 45 cm, con picciolo allungato. I fiori sono raccolti in una vistosa pseudo-infiorescenza ricca di grandi brattee verdi in basso e bianche o violacee in alto. Le brattee verdi formano una serie di tasche, che ospitano grandi fiori gialli (con possibili sfumature arancioni). La radice \è un grosso rizoma cilindrico, ramificato, di colore giallo o arancione, fortemente aromatico, che costituisce la parte utilizzata (droga) della pianta. Propriet\à e benefici della curcuma Per le sue propriet\à benefiche e curative la curcuma \è tradizionalmente impiegata sia nella medicina ayurvedica, che nella medicina tradizionale cinese, in particolare \è utilizzato come integratore alimentare naturale per la capacit\à di contrastare i processi infiammatori all'interno dell'organismo. La pianta \è conosciuta da sempre per l'azione depurativa, coleretica (stimolante la produzione di bile da parte del fegato) e colagoga (che favorisce lo svuotamento della colecisti, aumentando l' afflusso di bile nel duodeno), \è un epatoprotettore, stimolante delle vie biliari, antiossidante, fluidificante del sangue. Il principio attivo pi\ù importante \è la curcumina, che recenti studi hanno dimostrato avere propriet\à antitumorali, perch\é capace di bloccare l'azione di un enzima ritenuto responsabile dello sviluppo di diversi tipi di cancro. Questo principio attivo conferisce alla curcuma anche un'azione antinfiammatoria e analgesica, e per questo motivo \è impiegata efficacemente nel trattamento di infiammazioni, dolori articolari, artrite e artrosi. Riconosciuta anche come potente antiossidante, la pianta \è in grado di contrastare l'azione dei radicali liberi, responsabili dei processi di invecchiamento e di danneggiare le membrane delle cellule che compongono il nostro organismo. A livello topico la curcuma svolge un'azione cicatrizzante. In India infatti viene applicato il rizoma sulla cute per curare ferite, scottature, punture d'insetti e malattie della pelle con risultati veramente soddisfacenti.
Spicchiricchi prezzi: indirizzo: numero: prezzi: chiusura:
Offerta Spicchiricchi 1 febbraio: - crema di carote al curry (veg) - piatto completo (veg) - riso int. o cous cous verdure al forno o verza e pere (veg) - farinata di ceci con verdure (veg) - burger veg o polpette con verdure cotte o crude a scelta (veg) - rustica di frutta (veg) Saluti Gabriele Materia prima del giorno: verza che trovate nel condimento per i cereali Il cavolo-verza contiene glucidi, lipidi, proteine ed \è molto ricco in vitamina A , vitamina C e K. Descrizione e variet\à del cavolo-verza Con il termine \“cavoli\” s\’indicano alcune specie della famiglia delle Cruciferae; per le loro diverse caratteristiche morfologiche si distinguono in: - Brassica oleracea botrytis, cavolo broccolo e cavolfiore; - Brassica oleracea capitata, cavolo cappuccio e cavolo-verza; - Brassica oleracea gemmifera, cavolo di Bruxelles; - Brassica oleracea gongyloides, cavolo-rapa; - Brassica napus, cavolo-navone; - Brassica pekinensis, cavolo-cinese. Nei cavoli \“da foglia\”, cappuccio e verza, la parte commestibile \è costituita da una rosetta di foglie che forma una palla dura e compatta. La coltivazione pi\ù diffusa \è quella autunno-invernale del Sud Italia ma anche Trentino, Veneto ed Emilia Romagna offrono una discreta produzione nel periodo primaverile - autunnale. Le variet\à sono numerosissime, fra le tardive ricordiamo il Violaceo di Verona, il cavolo-verza di Piacenza, il Monrch, fra le precoci il Princess e il Wirosa ibrido. Propriet\à e benefici del cavolo-verza Le propriet\à curative del cavolo-verza erano conosciute fin dalle antichit\à; i Greci addirittura lo consideravano sacro. Il cavolo verza contiene (come tutte le brassicacee: rafano, senape, colza, ecc) delle molecole solfatate che nei glucosinolati sono legate maggiormente al glucosio. Un enzima contenuto nella pianta \è in grado di decomporre i glucosinolati in glucosio e agluconi, tipo \"olio di senape\". Il meccanismo di decomposizione scatta quando la pianta \è ferita e viene liberata la linfa. Il cavolo-verza si difende in questo modo per far s\ì che i ruminanti non la mangino troppo poich\é questi ultimi sono sensibili all'acre gusto e all'irritazione causato dall'olio di senape. Gli agluconi della verza hanno ottime propriet\à analgesiche, antinfiammatorie, decongestionanti e antisettiche topiche. Usati quando la verza \è fresca, sono abbastanza diluiti (ca. 0.1\%) e quindi non agiscono in modo troppo irritativo o tossico. Il succo di cavolo-verza \è molto utile anche per combattere la stipsi: a tal fine si fa bollire il cavolo in poca acqua per non pi\ù di 2\/3 minuti (per evitare la perdita di numerose propriet\à) e si filtra il succo, da bersi la mattina e la sera. In medicina popolare si sfrutta il meccanismo di decomposizione di glucosinolati in glucosio e \"olio di senape\
Spicchiricchi orari: recensioni: prezzi: aperto: telefono:
Ad aggiornamento finito ecco l'offerta di oggi..... - crema di verdure e spinaci (veg) - piatto completo (veg) - farro o orzo verdure al forno o sugo di verdura (veg) - farinata di ceci con verdura (veg) - polpette con verdura cotta o cruda a scelta (veg) - zucca marinata con verdura cotta o cruda a scelta (veg) - mousse ricotta e arancia saluti Gabriele
Spicchiricchi numero: recensioni: indirizzo: tripadvisor: aperto:
Offerta Spicchiricchi 30 gennaio: - crema di zucca e zenzero (veg) - piatto completo (veg) - farro o cous cous verdure al forno o verdure croccanti (veg) - farinata di ceci con verdura (veg) - stecco di verdura con verdure al forno o insalata mista a scelta (veg) - nidi di patate con verdure cotte o crude a scelta (veg) - crumble di frutta (veg) saluti Gabriele Materia prima del giorno: il finocchio che trovate nelle verdure al forno, nell'insalata a richiesta e negli estratti a richiesta. Il finocchio (Foeniculum vulgare) \è una pianta della famiglia delle Ombrellifere dalle importanti propriet\à digestive. Ricco di minerali e vitamine, \è noto anche per le sue qualit\à depurative. Descrizione del finocchio Croccante e piacevolmente profumato, il finocchio \è forse uno degli ortaggi pi\ù presenti sulle tavole dell\’area del Mediterraneo. Il clima migliore per la sua coltivazione \è temperato, ma pi\ù tendente al caldo che al freddo. In Italia si coltiva pi\ù o meno ovunque, soprattutto al Centro e al Sud, dove viene molto usato a fine pasto, per favorire la digestione. Esiste anche una variet\à di finocchio selvatico. Propriet\à e benefici del finocchio Il finocchio \è noto soprattutto per le sue propriet\à digestive; ma \è amico di tutto l\’apparato gastrointestinale. Ha infatti la capacit\à di evitare la formazione di gas intestinali e contiene anetolo, una sostanza in grado di agire sulle dolorose contrazioni addominali. Il finocchio ha, inoltre, propriet\à depurative, in particolare a carico del fegato e del sangue. Ha, inoltre, potere antinfiammatorio. \È composto principalmente d\’acqua; tra i minerali il pi\ù presente \è il potassio; contiene vitamina A, vitamina C e alcune vitamine del gruppo B. \È discretamente ricco di flavonoidi. Apporta pochissime calorie. Curiosit\à sul finocchio Il finocchio viene consigliato nella dieta per le donne che allattano. Si dice che faciliti la produzione di latte. In realt\à, invece, il finocchio contribuisce soprattutto a renderne pi\ù gradevole il sapore. Sapete da dove deriva il termine infinocchiare? Il finocchio altera la funzionalit\à delle papille gustative; quindi, dopo aver mangiato finocchio, tutto sembra pi\ù buono e pi\ù dolce. Gli osti non troppo onesti erano soliti offrire finocchi agli avventori prima di servire loro pessimo vino, per mitigarne il gusto. Da qui il termine infinocchiare.
Spicchiricchi telefono: aperto: indirizzo: prezzi: prezzi:
Offerta Spicchiricchi 29 gennaio: - crema di zucca e rapa rossa (veg) - piatto completo (veg) - riso int. o cous cous verdure al forno o sugo di legumi (veg) - farinata di ceci con verdure (veg) - polpette vegetali e verdure cotte o crude a scelta (veg) - zucca marinata con verdure cotte o crude a scelta (veg) - crumble di frutta (veg) saluti Gabriele Materia prima del giorno: il kiwi che trovate nel crumble di frutta Deliziosamente succoso, povero di calorie e ricchissimo di propriet\à; il kiwi \è un frutto denso di nutrienti che apporta numerosi benefici per la nostra salute come la riduzione della pressione sanguigna, l\’azione anti-insonnia e il benessere intestinale. Scopriamo insieme le caratteristiche e le propriet\à di questo fantastico frutto. Il kiwi \è un frutto molto popolare, prodotto da numerose specie di liane del genere Actinidia, appartenenti alla famiglia delle Actinidiaceae, il cui nome deriva dall\’animale simbolo della Nuova Zelanda, il Kiwi per l\’appunto. La variet\à pi\ù diffusa \è la Hayward e si tratta del classico frutto che tutti noi conosciamo; a buccia marrone e pelosa, racchiude al proprio interno una polpa verde brillante, un po\’ acidula, la cui caratteristica sono i piccoli semi neri disposti a raggiera intorno al centro del frutto. Un\’altra variet\à molto diffusa \è il kiwi giallo (variet\à Gold), il cui frutto appare di forma pi\ù allungata, dalla polpa gialla d\’orata, sulla cui buccia non sono generalmente presenti pelucchi. Originario della Cina, venne successivamente esportato in Nuova Zelanda dove prese il nome di \“uva spina cinese\” e da l\ì inizi\ò la conquista dei mercati mondiali; il kiwi \è infatti esportato in tutto il mondo, ma \è l\’Italia il maggior produttore mondiale di questo frutto con la coltivazione concentrata soprattutto nel Lazio. Le propriet\à dei kiwi sono numerose, gli studi suggeriscono che il consumo di questi frutti apporta una variet\à di benefici per la nostra salute, tra cui la diminuzione del rischio di malattie cardiache, la riduzione della costipazione e una migliore digestione delle proteine. Kiwi: caratteristiche e valori nutrizionali Come la maggior parte della frutta fresca, i kiwi sono principalmente composti da acqua e carboidrati, ma nonostante ci\ò, grazie al moderato indice glicemico, sono un alimento sicuro per il consumo anche da parte di persone con diabete. Dal punto di vista energetico invece, quante calorie ha un kiwi? Il kiwi non \è un frutto troppo calorico perch\é contiene circa 61 calorie ogni 100 grammi di prodotto. Si tenga presente inoltre che una porzione di kiwi \è data dal consumo di 2 frutti di medie dimensioni. La fibra non viene digerita a livello intestinale, ma una volta giunta nel colon promuove la crescita di batteri benefici, riducendo il rischio di sviluppare il tumore del colon-retto e proteggendoci contro le infezioni. Inoltre, l\’adeguata assunzione di fibre ha anche altri benefici come l\’aumento del senso di saziet\à, il miglioramento del transito intestinale e la riduzione dell\’assorbimento di zuccheri semplici e di grassi, soprattutto il colesterolo; Vitamina C: conosciuta anche come acido ascorbico, la vitamina C \è un potentissimo antiossidante molto comune nella frutta e nella verdura. 2 kiwi sono sufficienti a fornire oltre il 150 \% della dose giornaliera raccomandata di questa vitamina, valore molto maggiore se paragonato all\’apporto di vitamina C di un\’arancia. La vitamina C rappresenta un co-fattore essenziale nella sintesi di proteine e ormoni, contribuisce alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo, alla normale funzione del sistema immunitario (anche durante e dopo l\’esercizio fisico intenso), alla formazione di collagene, al metabolismo energetico, alla funzione del sistema nervoso, alla riduzione dell\’affaticamento e all\’aumento della biodisponibilit\à del ferro alimentare; Vitamina K: essenziale per la coagulazione del sangue ma anche utile a prevenire l\’osteoporosi; Potassio: minerale essenziale coinvolto nel controllo della pressione sanguigna, nella salute cardiaca, nella trasmissione nervosa e nello scambio idro-salino a livello cellulare; Vitamina E: potentissimo antiossidante, protegge le cellule dalle tossine ambientali e dall\’azione dei radicali liberi. I semi dei kiwi sono particolarmente ricchi di questa vitamina; Rame: partecipa alla formazione dell\’emoglobina favorendo l\’utilizzo del ferro e lo si trova in molti enzimi. Svolge un ruolo importante nella formazione del collagene e dell\’elastina, i principali componenti strutturali del nostro corpo. Una carenza di rame pu\ò causare anemia, ipercolesterolemia, fragilit\à ossea e demielinizzazione del sistema nervoso; Folati (vitamina B9): essenziali per la normale funzione cellulare, la crescita dei tessuti, nel ridurre la stanchezza sia fisica che mentale e sono molto importanti per la salute delle donne, soprattutto in gravidanza e allattamento; Quercetina: flavonoide ad azione antiossidante, il cui apporto pu\ò ridurre il rischio di malattie cardiache, la pressione e il cancro; Luteina: tra i pi\ù abbondanti carotenoidi presenti nei kiwi. L\’elevato apporto di luteina pu\ò promuovere la salute della vista; Actinidina: uno dei principali allergeni che si trovano nei kiwi. Pu\ò migliorare la digestione delle proteine essendo un enzima capace di scomporle. Kiwi: benefici per la salute I componenti presenti al suo interno, regalano al kiwi propriet\à utili a sostenere la salute di tutto l\’organismo. Vediamo nel dettaglio tutti i benefici che apporta il consumo regolare di questi frutti. \✓ Kiwi contro la stitichezza La stitichezza \è un disturbo caratterizzato da irregolarit\à intestinale, feci dure, ed evacuazione scarsa o assente. \È legata ad una cattiva salute del colon ed \è fonte di preoccupazione soprattutto quando ad esserne affetti sono le persone anziane. Diversi studi indicano che il consumo di kiwi pu\ò aiutare a contrastare la costipazione. Grazie al naturale effetto lassativo che questo frutto causa. Uno studio del 2010, pubblicato sull\’Asia Pacific Journal of Clinical Nutrition, avrebbe dimostrato come il consumo di 2 kiwi al giorno per 4 settimane migliorerebbe i movimenti intestinali e quindi l\’evacuazione in soggetti con sindrome dell\’intestino irritabile, un disturbo funzionale del sistema gastrointestinale, caratterizzato da dolori addominali, diarrea o costipazione oppure diarrea alternata a costipazione. \✓ Miglior digestione delle proteine I kiwi sono ricchi di actinidina, un composto vegetale unico capace di denaturare (rompere) le proteine. Gli studi sugli animali hanno dimostrato che l\’actinidina pu\ò migliorare la digestione delle proteine nell\’intestino e, per questo motivo, il consumo di kiwi pu\ò dare beneficio a quelle persone con alterata digestione proteica e in chi accusa una spiacevole sensazione di pienezza dopo aver assunto pasti ad alto contenuto proteico. \✓ Salute del cuore Le malattie cardiache sono attualmente la causa pi\ù comune di morte prematura al mondo. Alcuni dei principali fattori di rischio includono l\’ipertensione, il colesterolo alto e la presenza di coaguli di sangue. Diversi studi indicano che il consumo di 2-3 kiwi al giorno pu\ò ridurre alcuni di questi fattori di rischio: Riduzione della pressione sanguigna: uno studio del 2015 pubblicato su Blood Pressure ha dimostrato che il consumo di un paio di kiwi al giorno determina la riduzione sia della pressione sanguigna sistolica che di quella diastolica, migliorando inoltre la funzione endoteliale; Azione fluidificante il sangue: grazie al buon contenuto di potassio, il consumo di kiwi agisce migliorando la fluidificazione sanguigna, riducendo in questo modo il rischio di coaguli di sangue; Miglior profilo lipidico: il consumo di kiwi agirebbe migliorando il profilo lipidico ematico attraverso la riduzione dei trigliceridi e l\’aumento del colesterolo buono (HDL). \✓ I kiwi migliorano il sonno Numerosi studi hanno rivelato che i kiwi sono ricchi di diversi composti tra i quali antiossidanti e serotonina che possono essere utili nel trattamento dei disturbi del sonno, tanto da considerare questi frutti come veri e propri sedativi alimentari. \✓ Miglior assorbimento di ferro I kiwi sono un\’ottima fonte di vitamina C (acido ascorbico) che ha la capacit\à di aumentare l\’assorbimento del ferro dal tratto digerente. Pertanto, concludere il pasto con un paio di kiwi \è un\’ottima strategia per prevenire l\’anemia. \✓ Propriet\à antiossidanti dei kiwi I kiwi sono ricchi di una quantit\à impressionante di vitamina C, molto maggiore rispetto agli agrumi, garantendo a questi frutti ottime propriet\à antiossidanti, proteggendo cos\ì il nostro DNA dal danno ossidativo, riducendo il rischio di sviluppare patologie infiammatorie e tumorali. \✓ Benefici del kiwi per pelle e capelli Il kiwi, grazie all\’elevata concentrazione di vitamina C, aiuta a combattere i danni della pelle causati dall\’esposizione solare e dall\’inquinamento, distende e purifica la pelle, attenua le rughe e migliora la struttura generale della pelle. Inoltre, sempre la vitamina C, svolge un ruolo essenziale nella formazione del collagene, il principale sistema di supporto della pelle. Per via di queste sue propriet\à il kiwi \è alla base di molte ricette di bellezza, tra cui maschere e pomate. Inoltre fa bene ai capelli perch\é stimola la cheratina e li rende lucidi. \✓ I kiwi rafforzano le difese immunitarie Sempre la vitamina C, di cui \è ricco questo frutto, protegge dalle infezioni, stimolando la formazione degli anticorpi e rafforzando il sistema immunitario. Kiwi: come utilizzarli e conservarli La raccolta del kiwi va effettuata quando il frutto risulta leggermente morbido al tocco ma comunque sodo, evitando quelli ammaccati o che presentano macchie di umidit\à. Se il kiwi non cede ad una leggera pressione \è indice che il frutto \è acerbo. Se avete raccolto o acquistato kiwi acerbi, potete aiutare la maturazione mantenendoli per un paio di giorni a temperatura ambiente, lontano da fonti di calore oppure potete metterli in un sacchetto di carta insieme ad una mela o ad una banana. I kiwi maturi possono essere conservati in frigorifero per un paio di settimane. Ecco alcuni suggerimenti per aggiungere i kiwi alla vostra dieta: I kiwi possono essere utilizzati per la preparazione di confetture e gelatine, da soli o in abbinamento ad altri frutti; Potete aggiungere qualche kiwi alle vostre macedonie o come ingredienti di spiedini di frutta, questo \è uno stratagemma che permetter\à anche ai vostri bimbi di apprezzare questo frutto; Frullato: potete preparare un ottimo frullato invernale mixando 1 kiwi, 50g di spinaci, \½ mela, \½ pera, un cucchiaino di spirulina e 100ml di latte di mandorla al naturale; Un modo divertente per consumare il kiwi \è tagliarlo a met\à, lasciando la pelle e mangiandolo con un cucchiaino; Aggiungete qualche fetta di kiwi a un\’insalata di spinacino, noci, mirtilli secchi, melograno, qualche fettina di avocado e condite il tutto con una vinaigrette all\’arancia. Il kiwi, come abbiamo visto, \è anche un alleato per la bellezza. Per purificare la pelle (questo frutto ha propriet\à sebo regolatrici ed \è quindi indicato per qualsiasi tipo di pelle), \è possibile creare una maschera casalinga mescolando kiwi frullato con qualche cucchiaio di yogurt. Spalmare sulla pelle del viso e tenere in posa almeno 15 minuti prima di sciacquare. Il kiwi pu\ò esser usato anche per fare una maschera per i capelli: mescolare kiwi schiacciato con una forchetta, a yogurt e miele in egual quantit\à e depositare sui capelli dalla radice alle punte. Avvolgere la testa con pellicola trasparente e lasciare in posa 20 minuti. Dopo di che passare al normale lavaggio. I vostri capelli saranno lucenti e docili al pettine.
Spicchiricchi orari: prezzi: chiusura: tripadvisor: indirizzo:
Offerta Spicchiricchi 26 gennaio: - crema di rapa rossa (veg) - piatto completo (veg) - farro o sorgo verdure al forno o sugo di lenticchie (veg) - farinata di ceci con verdure (veg) - polpette di verdura con verdura cotta o cruda a scelta (veg) - zucca marinata con verdure cotte o crude a scelta (veg) - rustica di frutta (veg) saluti Gabriele Materia prima del giorno: la cannella che trovate nella rustica di frutta La cannella \è una spezia afrodisiaca utile contro raffreddore e fame nervosa. Scopri le propriet\à, i valori nutrizionali, come usarla in cucina. La cannella \è una spezia dalle propriet\à afrodisiache, molto conosciuta, non solo in cucina, ma anche come rimedio naturale contro raffreddore, fame nervosa e dolori mestruali. Scopriamola meglio. Descrizione della pianta Ci\ò che conosciamo col nome di cannella (o cinnamomo) pu\ò identificare piante diverse della famiglia delle Lauraceae, in particolar modo la Cinnamomum zeylanicum, (nativa dello Sri Lanka, di color nocciola e pi\ù costosa) e la Cinnamomum cassia (originaria della Cina dall'aroma pi\ù aspro e pi\ù economica, spesso addizionata alla prima). La cannella \è una spezia disponibile sia in forma polverizzata che in piccoli cilindri di corteccia essiccati (chiamati cannelli). Riconoscere la cassia dalla cannella di Ceylon (Sri Lanka) \è possibile perch\é la prima \è molto meno aromatica e si presenta con un aspetto pi\ù rugoso e rossastro. Altro indizio di pregevolezza \è lo spessore dei cannelli: tanto pi\ù sono sottili tanto pi\ù la droga \è di qualit\à. La cannella \è una fonte di olio essenziale costituito per lo pi\ù da aldeide cinnaminica, contiene tannini (sostanze antiossidanti) e cumarina, una sostanza moderatamente tossica per reni e fegato. Propriet\à e benefici della cannella Le propriet\à terapeutiche della cannella sono molte e conosciute gi\à nell'Antico Egitto e dai Romani. \È un potente antiossidante naturale, stimola la circolazione sanguigna e contribuisce a combattere il colesterolo. Ha propriet\à antibatteriche (sfruttate nell'Antico Egitto per l'imbalsamazione dei defunti), antisettiche, stimolanti e digestive. Secondo recenti studi sembrerebbe utile per chi \è affetto da diabete di tipo 2 per la presenza di un particolare polifenolo che avrebbe un'azione simile a quella dell'insulina. La cannella stimola il sistema immunitario e risulta essere un buon rimedio naturale contro raffreddore, influenza, diarrea, flatulenza e dispepsia per l'azione antimicrobica e astringente. Nella medicina Ayurvedica e nella medicina tradizionale cinese viene utilizzata per disturbi legati al freddo (poich\é ha un effetto riscaldante) e contro i dolori mestruali. Gi\à nell'antica Roma la cannella era presentata come una spezia afrodisiaca ma fu nel Cinquecento che l'effetto stimolante a livello sessuale di questa droga fu sancito da diversi trattati medici. La cannella sembra combattere la fame nervosa, \è quindi un perfetto condimento per chi segue diete dimagranti. Calorie e valori nutrizionali della cannella 100 g di cannella contengono 247 kcal, e: Proteine 3,99 g Carboidrati 80,59 g zuccheri 2,17 g Grassi 1,24 g Fibra alimentare 53,1 g Sodio 10 mg Curiosit\à sulla cannella Nell'Ottocento la cannella era talmente diffusa che quando nei libri di cucina si parlava di \“un pizzico di spezie o di droghe\”, si intendevano 4 spezie precise e la cannella era tra queste, assieme ai chiodi di garofano, al pepe e alla noce moscata.
Spicchiricchi prezzi: recensioni: telefono: chiusura: prezzi:
Offerta Spicchiricchi 25 gennaio: - crema di spinaci e carote (veg) - piatto completo (veg) - farro o cous cous int. verdure al forno o verdure croccanti (veg) - farinata di ceci con verdure (veg) - burger vegan con verdure cotte o crude a scelta (veg) - polpette con verdure cotte o crude a scelta (veg) - mousse ricotta e arancia saluti Gabriele Materia prima del giorno: gli spinaci che trovate nella crema di verdure o negli estratti a richiesta ma sempre accompagnati dal limone che fissa il ferro..... Gli spinaci sono ricchi di propriet\à, contrastano l\’invecchiamento, sono amici degli occhi e del cuore. Vediamo in dettaglio tutte le propriet\à degli spinaci. Gli spinaci, scientificamente noti come Spinacia oleracea, sono una pianta erbacea originaria dalla Persia facente parte della famiglia delle Chenopodiaceae, in cui rientrano amaranto, barbabietola e quinoa. Diventati famosi a causa di un errore di stampa, gli spinaci non sono cos\ì ricchi di ferro come si \è sempre pensato, ma godono comunque di ottime propriet\à e sono una fonte eccellente di vitamine, minerali e molecole ad azione antiossidante, utili nel prevenire diverse patologie come quelle oculari, ma anche ipertensione e tumori. Andiamo ora ad approfondire le caratteristiche e i valori nutrizionali di questi ortaggi. Gli spinaci sono ricchi di sostanze nutritive e antiossidanti e il loro consumo \è considerato molto sano in quanto sarebbero utili a garantire la salute degli occhi, a ridurre lo stress ossidativo, a prevenire il cancro e a ridurre i livelli di pressione sanguigna. La maggior parte dei carboidrati presenti negli spinaci sono rappresentati dalle fibre, in particolare fibre insolubili la cui funzione \è aumentare la massa fecale e accelerare il transito intestinale, prevenendo in questo modo la stitichezza. Sono anche un\’ottima fonte di molte vitamine, minerali e componenti vegetali. Vediamo in dettaglio cosa contengono gli spinaci: - Vitamina A: gli spinaci sono ricchi di carotenoidi, che il corpo pu\ò trasformare in vitamina A, utile a prevenire le infezioni e per mantenere in salute occhi e cute; - Vitamina C: potente antiossidante che promuove la salute della pelle, la funzione immunitaria e aiuta l\’assorbimento del ferro; - Vitamina K1: presente negli spinaci, questa vitamina \è essenziale per la coagulazione del sangue ma anche utile a prevenire l\’osteoporosi; - Folati (vitamina B9): essenziale per la normale funzione cellulare, la crescita dei tessuti, nel ridurre la stanchezza sia fisica che mentale ed \è molto importante per la salute delle donne, soprattutto in gravidanza e allattamento; - Ferro: componente dell\’emoglobina, la proteina globulare che trasporta l\’ossigeno ai tessuti del corpo; - Calcio: essenziale per la salute delle ossa, \è anche una molecola di segnalazione cruciale per il sistema nervoso, cuore e muscoli; - Potassio: utile per la salute cardiaca, muscolare e la funzionalit\à nervosa, \è inoltre importante per lo scambio idro-salino a livello cellulare; - Luteina: carotenoide presente negli spinaci e legato al miglioramento della salute degli occhi; - Canferolo: flavonoide ad azione antiossidante associato alla diminuzione del rischio di cancro e malattie croniche; - - Quercetina: flavonoide ad azione antiossidante utile a contrastare infezioni e infiammazioni. Gli spinaci sono una delle pi\ù ricche fonti alimentari di quercetina; Zeaxantina: come la luteina, la zeaxantina \è utile a migliorare la salute degli occhi. Spinaci: benefici per la salute Gli elementi appena visti, conferiscono agli spinaci propriet\à utili a sostenere la salute dell\’organismo su diversi fronti. In particolare, il consumo di queste verdure \è stato associato a diversi effetti benefici sul nostro organismo come: \✓ Riduzione dello stress ossidativo Gli antiossidanti presenti negli spinaci possono aiutare a combattere l\’invecchiamento e a ridurre il rischio di cancro e diabete, entrambe patologie correlate all\’aumento dello stress ossidativo. \✓ Gli spinaci migliorano la salute degli occhi La zeaxantina e la luteina aiutano a proteggere i nostri occhi dai danni causati dalla luce del sole. Inoltre, diversi studi hanno evidenziato che entrambi questi pigmenti lavorano per prevenire la degenerazione maculare e la cataratta, che sono le principali malattie che causano la cecit\à. \✓ Regolazione dei livelli della pressione sanguigna Questa propriet\à degli spinaci \è data dalla grande quantit\à di nitrati presenti, che sembrerebbero capaci di ridurre i livelli di pressione sanguigna e di conseguenza di diminuire il rischio di sviluppare malattie cardiache. \✓ Spinaci: un aiuto nella prevenzione del cancro Gli spinaci contengono due componenti, il MGDG e il SQDG, che sembrerebbero in grado di rallentare la crescita delle cellule tumorali. Secondo alcuni studi, inoltre, il consumo di spinaci \è associato a una riduzione del rischio di cancro alla prostata e al seno. Spinaci e il ferro Gli spinaci non sono cos\ì ricchi di ferro come si \è sempre pensato. L\’errore di stampa avvenne nel 1890: una virgola fuori posto e 3 mg divennero 30, attribuendo cos\ì un contenuto di ferro 10 volte superiore al reale. L\’errore fu scoperto dopo decenni, ma nel frattempo Braccio di Ferro e i suoi spinaci avevano conquistato il mondo! Quindi, solo grazie ad un errore gli spinaci acquisirono la propriet\à di fabbricatore di muscoli. La gente ne mangi\ò a tonnellate durante la Seconda Guerra Mondiale perch\é si diceva che contenessero tanto ferro quanto la carne. \È vero che gli spinaci freschi contengono ferro, circa 3 mg (2,9 per l\’esattezza) ogni 100 gr di spinaci, ma meno della rucola, tanto per rimanere tra le verdure, e sicuramente molto meno della frutta secca, delle olive, di tutti i legumi, delle uova o dei frutti di mare e infine delle carni, soprattutto quella di cavallo. Gli spinaci contengono poi un particolare tipo di ferro, quello non eminico (non-Eme), tipico degli alimenti vegetali ma, a differenza del ferro Eme (che si trova nella carne e nei crostacei e che presenta una biodisponibilit\à elevata) non \è cos\ì facilmente assorbibile dal nostro organismo. Ed \è qui che entra in gioco la vitamina C. L\’acido ascorbico (vitamina C) aumenta l\’acidit\à dell\’intestino permettendo al ferro non-Eme di essere pi\ù facilmente assorbito! Per aumentare l\’assorbimento del ferro \è quindi importante combinare alimenti fonti di ferro Eme + ferro non-Eme + vitamina C, di cui sono particolarmente ricchi: guava, peperoncino, ribes, peperoni, prezzemolo, broccoli, kiwi, papaya, lattuga, fragole, limoni, arance, pomodori, pompelmo.

 


Pranzo veloce, farro con verdure al forno e hummus. Tutto molto buono. Consiglio per una pausa pranzo veloce. Ci ritornerò!

Spicchiricchi - Bologna
Il ristorante più sano in cui abbia mangiato a Bologna. Nel vero senso della parola. Ingredienti sempre freschissimi e saporti. Estratti migliori della città. Torte salate, riso, farro, cous cous, tutto buono. Consigliatissimo! Non sono vegano e non sono vegetariano quindi lo consiglio a tutti.

Spicchiricchi - Bologna
Piccolo locale con pochi posti a sedere, ideale per mangiare velocemente. Non c'è moltissima scelta ma il poco che c'è è di discreta qualità a prezzi tutto sommato interessanti

Spicchiricchi - Bologna
Questo delizioso locale (un po' casa e un po' osteria) è il posto giusto per chi vuole mangiare sano, mangiare bene e spendere il giusto! Bella l'idea, buoni i prodotti elaborati con passione e semplicità, il risultato? Perfetto. Consigliato per tutti, da zero a cento anni!

Spicchiricchi - Bologna
Il piccolo locale SPicchiricchi potete scovarlo in una via parallela alla rumorosa via Indipendenza,locale semplice con qualche posto a sedere, calda l'accoglienza! ottime le torte salate cosi come la paste di base e gli ingredienti rigorosamente di stagione. Non aspettatevi un ricco menu, ma tutto dipende dall'ortolano del giorno! Prezzi nella media e per essere un biologico non ti spenna... Altro 

Spicchiricchi - Bologna
Situato in una via parallela alla rumorosa via Indipendenza, mantiene la caratteristica della via che lo ospita... Via non particolarmente attraente ma con tesori nascosti...palazzi d'epoca ben occultati. Spicchiricchi non eccelle nell' artedamento, semplice e monacale... L'accoglienza semplice e poco espansiva... Ma le torte dolci e salate sono ottime nella loro semplicità! Ottima la paste di base è gli ingredienti... Altro 

Spicchiricchi - Bologna
Qualità eccellente, accoglienza cordiale attenta cura della cucina, pulizia compresa; giusto per non perder tempo e mangiar "bene", oltre che sano, gustoso, variato, adatto anche ai bambini; ambiente quieto, frequentazione educata ma non altezzosa, bella luce, ottime le bevande fredde o calde, a base di ingredienti freschi, stagionali. Il costo è giusto, basso per Bologna centro, la correttezza esemplare, rara... Altro 

Spicchiricchi - Bologna
Piccolo locale da asporto di prodotti vegetariani (e vegani) rigorosamente biologici. Non so se è possibile anche mangiare in loco, ma sicuramente l'aspetto abbastanza trasandato e poco luminoso dell'ambiente non invoglia alla sosta. Per quello che riguarda la qualità del cibo (che poi è quello che conta) ho provato una torta salata (abbastanza insignificante), una delicata vellutata con crostini e... Altro 

Spicchiricchi - Bologna

Spicchiricchi

Bologna

Via Galliera 22/B, 40121 Bologna, Italia





 


Home